L’oliguria aumenta la mortalità nel danno renale acuto

Fattore indipendente dall’aumento della creatinina sierica

Varie_6275.jpg

Uno studio apparso su Jama Network Open segnala che l’oliguria è un fattore da associare alla mortalità in caso di danno renale acuto, indipendentemente dall’aumento della creatinina sierica.
«L'attuale definizione e stadiazione del danno renale acuto tiene conto delle alterazioni del livello di creatinina sierica e della diuresi. Tuttavia, la rilevanza dei criteri basati sull'oliguria è controversa», afferma Nathan Axel Bianchi, del Centre Hospitalier Universitaire Vaudois e della University of Lausanne, primo autore dello studio.
Per analizzare il ruolo svolto dall’oliguria – la scarsa produzione di urina – nei meccanismi del danno renale acuto, i ricercatori hanno studiato 15.620 pazienti con età media di 65 anni, un punteggio medio del Simplified Acute Physiology Score II di 40,0 e un follow-up mediano di 67,0 mesi, dei quali 12.143 soddisfacevano i criteri per danno renale acuto. ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | oliguria, renale, creatinina,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 184402 volte