Nuova molecola per la schizofrenia

Acido cinnabarinico potenzialmente utile nella gestione della malattia

La schizofrenia √® uno dei pi√Ļ gravi disturbi psichiatrici, e molte sono ancora le lacune nelle conoscenze sui meccanismi che ne sono alla base. Una ricerca del Dipartimento di Patologia Molecolare dell'I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS) ha ora individuato il ruolo di una particolare molecola, l'acido cinnabarinico, aprendo la strada a possibili interventi farmacologici innovativi contro questa patologia. Lo studio, svolto in collaborazione con l'Accademia Polacca delle Scienze, l'Universit√† Sapienza di Roma e altri istituti italiani e stranieri, √® stato pubblicato sulla rivista Schizophrenia Bulletin.
L'acido cinnabarinico √® un prodotto del metabolismo del triptofano che si forma a seguito di una serie di reazioni chimiche complessivamente note come ‚Äúvia delle chinurenine‚ÄĚ. Un collegamento tra molecole di questa via metabolica e alcuni disturbi psichiatrici, inclusa la schizofrenia, era ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Notizie su: schizofrenia, molecola, cinnabarinico,

Notizie correlate


Nuovo trattamento per la schizofrenia Allo studio farmaci che aiutino i processi naturali di autodifesa del cervello





Un test del sangue diagnostica il disturbo bipolare Nuovo metodo da affiancare alla valutazione psichiatrica





Schizofrenia, identificate configurazioni molecolari anomale Individuate nella corteccia cerebrale dei pazienti





Nuova molecola per la schizofrenia Acido cinnabarinico potenzialmente utile nella gestione della malattia





Come si sviluppa la schizofrenia _______
Individuati recettori del sistema nervoso coinvolti già dalle prime fasi





Schizofrenia, meno effetti collaterali coi nuovi farmaci Gli antipsicotici di nuova generazione garantiscono meno disturbi





Allucinazioni indotte stimolando 20 neuroni Esperimento effettuato su modello murino





Sentire le voci non è sintomo di psicosi Le allucinazioni uditive possibili anche in persone sane





Mancanza di vitamina D associata a schizofrenia La carenza della sostanza metterebbe a rischio i nascituri





Nuovo farmaco per la schizofrenia, cariprazina Primo antipsicotico ad azione globale





Schizofrenia, un gene influenza l'efficacia dei farmaci _______
Un'alterazione di Dysbindin aumenta la risposta ai trattamenti





Ecco dove nasce la schizofrenia _______
Le aree coinvolte nelle distorsioni della percezione





Disturbo bipolare, la terapia con litio può migliorare Scienziati italiani studiano come ottimizzare il trattamento





Psicosi da attentato Condividere emozioni e pensieri è la via per uscirne





Disturbo ossessivo-compulsivo, fattori di rischio perinatali Maggiori probabilità di sviluppare il disturbo in età adulta





La cannabis causa la psicosi Un quarto dei casi legato al consumo della sostanza





Schizofrenia, il ruolo del gene Arc Il gene è associato alla plasticità cerebrale





Fumo materno aumenta il rischio di schizofrenia nei bambini Nesso tra il fumo in gravidanza e l'insorgenza del disturbo psichiatrico





Il ruolo del gene C4 nella schizofrenia Importanti scoperte messe a punto da un team di ricercatori americani