(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) anziani che risiedevano in varie case di cura, con un'età media di 83,7 anni. Nel follow-up dello studio, i ricercatori hanno registrato la morte di circa il 30 per cento dei pazienti, per la precisione 284. Nel 92,8 per cento dei casi, dalle analisi è emerso che i livelli di vitamina D erano al di sotto di quelli raccomandati.
"L'integrazione di vitamina D in questi pazienti può esercitare benefici significativi su risultati clinicamente rilevanti come le fratture. Alla luce dei risultati e sulla base di tutta la letteratura esistente sugli effetti negativi della carenza di vitamina D, sono necessarie strategie efficaci per migliorare i livelli di vitamina D nei pazienti più anziani".
Anche una meta-analisi della prestigiosa Cochrane Library, che ha passato in rassegna un totale di 50 studi randomizzati e quasi 100 mila pazienti con età media di 74 anni, in prevalenza donne, ha sottolineato il vantaggio in termini di sopravvivenza di una supplementazione di vitamina D.
Commenta Goran Bjelakovic, ricercatore del dipartimento di Medicina interna, gastroenterologia ed epatologia dell'Università di Nis, in Serbia, e membro del Gruppo Cochrane Hepato-Biliary di Copenhagen: “una meta-analisi Cochrane, pubblicata solo pochi anni fa, mostrava qualche beneficio, ma nessun effetto sulla mortalità. Sapevamo tuttavia che erano stati condotti più studi e abbiamo voluto valutare l'effetto della vitamina D aggregando tutti i dati disponibili. Le nostre analisi suggeriscono che la vitamina D3 riduce la mortalità di circa il 6%. In altri termini, è necessario somministrare a 200 persone la vitamina D3 per circa 2 anni per salvare una vita”.
Altre forme di vitamina D, nello specifico la D2, l'alfacalcidolo o il calcitriolo, aumentano il pericolo di un livello troppo elevato di ipercalcemia, ovvero troppo calcio nel sangue. Tuttavia, anche la D3 è associata a un potenziale fattore di rischio, vale a dire un aumento delle possibilità di calcoli renali dovuto a una sua supplementazione. Si tratta di dati da verificare con ulteriori studi.
Leggi altre informazioni
07/03/2012 Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante