(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) di Neurologia e Riabilitazione dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, dimostra invece come possano essere implicate altre funzioni cognitive quali la memoria procedurale con la disfunzione di particolari aree cerebrali extra-linguistiche quali il cervelletto.
I risultati dello studio aprono la via allo sviluppo di nuove procedure diagnostiche e riabilitative che tengano conto della complessa e articolata origine del disturbo. Individuare il tipo di dislessia è fondamentale, infatti, il bambino che presenti difficoltà nella lettura verrà indirizzato verso una terapia riabilitativa logopedica mirata al problema, che secondo la gravità potrà prevedere l’utilizzo di strumenti in grado di facilitare il processo di apprendimento, software di videoscrittura, correttori ortografici e sintetizzatori vocali. Nel bambino con difficoltà di calcolo potranno essere inserite la tavola pitagorica e la calcolatrice.
La cosa migliore resta sempre quella di rivolgersi a equipe multidisciplinari in cui siano presenti tutte le figure professionali necessarie alla presa in carico della persona con questo tipo di problema: medico, psicologo, terapista, insegnante e genitori.
È molto importante riconoscere il disturbo che troppo spesso ancora viene confuso con pigrizia o con scarso interesse per lo studio per potere intervenire tempestivamente riducendo le difficoltà dei bambini dislessici, è altresì necessario non confondere la dislessia con altri problemi dello sviluppo del bambino che possono interessare aspetti psicologici, neuro-psicologici e relazionali. La diagnosi corretta è il primo passo indispensabile per la soluzione di qualsiasi problema. La dislessia non è un disturbo che riguarda la sfera intellettiva e a proposito tra i dislessici d'eccezione sono da annoverare alcuni geni d’indiscusso valore come Leonardo da Vinci, Thomas Edison, Albert Einstein, statisti del calibro di Giulio Cesare, John F. Kennedy e Winston Churchill, ma anche personaggi del mondo dello spettacolo come Walt Disney o Marilyn Monroe.
Ironia della sorte, sembra soffrisse di disturbi del linguaggio anche l' inventore della radio, Guglielmo Marconi.
Leggi altre informazioni
15/12/2011 dr.ssa Anna Saito


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante