(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) un metodo di sedazione meno invasivo per i loro bambini. Questo ci spinge a proporre loro la sedazione mediante somministrazione di protossido d'azoto per effettuare le cure dentali necessarie. Considerando che l'età media dei pazienti in trattamento all'Ospedale Bambino Gesù è di 9 anni l'introduzione della sedazione permetterebbe di trattare pazienti più piccoli e meno collaborativi''.
L'analgesia sedativa non è una novità assoluta, ma è stata reintrodotta in Italia solo da qualche anno: “il venir meno della diffidenza nei confronti di questa tecnica ha permesso di introdurre l'analgesia sedativa tra le buone pratiche. I medici hanno il dovere di garantire la massima serenità al bambino, favorendogli un percorso che sia il meno traumatico possibile. Quanto più un bambino avrà un ricordo sereno di un'esperienza, tanto più facile sarà trattarlo successivamente''.
La tecnica rappresenta la scelta ideale anche per i pazienti che soffrono di patologie cardiologiche o per quelli affetti da epilessia. In questi casi, lo stress psicologico costituito dall'intervento del dentista può rivelarsi la causa scatenante di una crisi improvvisa, con conseguenze a volte molto rischiose.
Leggi altre informazioni
12/06/2013 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante