Covid, nuova terapia per la perdita dell’olfatto

Dopo la guarigione un paziente su dieci continua a non sentire odori e sapori

Varie_7920.jpg

Molti pazienti affetti da Covid-19 sperimentano la perdita dell’olfatto e del gusto. Anosmia e iposmia (perdita dell’olfatto totale o parziale) e ageusia (perdita del gusto) incidono in maniera decisiva sulla qualità di vita del paziente colpito.
Nella maggior parte dei casi, i pazienti recuperano il senso dell’olfatto nel giro di qualche giorno o settimana. Le stime indicano che il 90% dei pazienti Covid ha recuperato l’olfatto entro un mese.
In circa il 10% dei casi, però, il recupero non avviene. Per questo, in diversi centri si stanno sperimentando approcci terapeutici per aiutare le persone a riacquistare i sensi perduti.
Al San Giovanni di Roma, ad esempio, si utilizza il Pealut, una molecola prodotta naturalmente dall’organismo che viene somministrata per 3 mesi e affiancata da un percorso di riabilitazione.
"Fino al 68% dei pazienti manifestano questo problema che in ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | coronavirus, olfatto, gusto,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicit su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 1077 volte