(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) Reducing Kidney Failure and Disease Progression in Diabetic Kidney Disease.
Tutti i partecipanti avevano insufficienza renale cronica e diabete di tipo 2 e sono stati randomizzati a ricevere finerenone o placebo per un follow up medio di 2,6 anni.
«Dei 5.674 soggetti che hanno preso parte allo studio, l'8,1% (n=461) aveva una
storia di AFF, mentre l'AFF di nuova insorgenza si è verificata nel 3,2% dei casi trattati con finerenone e nel 4,5% di quelli con placebo», dice Filippatos.
L’azione del farmaco è stata valutata a livello renale e cardiovascolare, evidenziando un effetto indipendente dalla presenza di AFF all’inizio dello studio.
Gerald Naccarelli, ricercatore del Penn State University Heart and Vascular Institute di Hershey, commenta in un editoriale di accompagnamento: «Finerenone è un nuovo MRA recentemente segnalato per ridurre il rischio di eventi cardiovascolari nei pazienti con malattia renale cronica (CKD) e diabete di tipo 2. I risultati di questo studio dovrebbero essere considerati generatori di ipotesi. Fino a quando non avremo maggiori informazioni, le terapie con MRA dovrebbero essere utilizzate in popolazioni di pazienti appropriate sulla base di benefici definiti con la speranza che riducano nel tempo anche lo sviluppo di AFF».

Fonte: JACC
Leggi altre informazioni
22/07/2021 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante