Risonanza magnetica utile in caso di scompenso cardiaco

Riesce a stimare la pressione interna al cuore

Varie_8486.jpg

Uno studio della University of Sheffield mostra l’efficacia della risonanza magnetica cardiaca (CMR) in caso di scompenso cardiaco. L’esame può essere utilizzato per stimare la pressione di riempimento del ventricolo sinistro (LVFP) e prevederne un innalzamento.
La CMR è risultata superiore all'ecocardiografia transtoracica, la tecnica di solito utilizzata perché non invasiva. «La CMR è risultata un importante strumento di imaging per chiarire l'eziologia dello scompenso cardiaco e l'ulteriore sotto-fenotipizzazione. Il principale vantaggio della CMR è la sua avanzata precisione nella valutazione funzionale e volumetrica. Attualmente, non è disponibile un modello CMR che preveda la LVFP. Non è inoltre chiaro se un tale modello CMR offrirà vantaggi prognostici», si legge su European Heart Journal.
Allo studio hanno partecipato 835 pazienti con età media di 65 anni sottoposti a ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | risonanza, magnetica, cardiaca,

Notizie correlate













































































Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 2112 volte