(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) talmente le particelle radioattive da farle arrivare direttamente nei polmoni e da fargli raggiungere anche le più piccole diramazioni bronchiali. I vantaggi sono molteplici. Oltre a quello appena indicato, il trattamento, così eseguito, dura solo 4 minuti, contro le tre ore tradizionali, inoltre la quantità di sostanza radioattiva inalata è drasticamente inferiore, e le immagini che si ottengono sono di gran lunga più definite.
Un'altra invenzione brevettata anch'essa nell'ospedale pisano, riguarda un nuovo ventilatore polmonare che allunga notevolmente l'aspettativa di vita dei pazienti.
I tradizionali ventilatori polmonari, utilizzati da chi soffre di insufficienza respiratoria, sfruttano una tecnologia vecchia pompando aria nei polmoni ad alte pressioni e causando alla lunga una distensione dei polmoni e un peggioramento dell'ossigenazione.
Con il nuovo ventilatore è possibile applicare una terza pressione tra le due fasi, inspiratoria ed espiratoria, rendendo la ventilazione più veloce, distribuendo meglio l'aria e riducendo di molto l'intensità delle pressioni utilizzate. Si ottengono così gli stessi risultati di ventilazione, riducendo i danni collaterali ai tessuti polmonari.
Lo strumento per la scintigrafia è già in produzione, mentre quello per l'insufficienza respiratoria verrà distribuito a fine 2008.




Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai ogni 15 giorni le notizie più importanti.

Keywords |

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it

Italia Salute sempre con te

Abbonati ai Feed Rss Aggiungi a IGoogle Aggiornamenti 
              sulla salute, sulla medicina, promozioni La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante