Alzheimer e Sla, nuovi meccanismi alla base delle malattie

Risultati potenzialmente utili per le terapie

Morbo di Alzheimer_8589.jpg

Scoperti due meccanismi inediti che possono contribuire allo sviluppo di malattie neurodegenerative complesse come la Sla, l’Alzheimer, la demenza frontotemporale e alcune forme di miopatia.
A scoprirli sono stati i ricercatori guidati dalla Prof.ssa Serena Carra dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, che hanno pubblicato su EMBO Reports e Cell Stress & Chaperones i risultati dello studio.
In particolare, sono state identificate alcune proteine coinvolte nella risposta delle cellule a condizioni di stress, quali agenti ossidanti, aumento della temperatura, infezioni virali o esposizione a metalli pesanti.
Quando sono esposte a un fattore di stress le cellule, infatti, riorganizzano rapidamente le loro funzioni al fine di rispondere e adattarsi al cambiamento. Questa riorganizzazione include la rapida produzione di nuove proteine e acidi nucleici (i mattoni del DNA e ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords | Alzheimer, molecole, cellule,

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 118315 volte