(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) sane utilizzavano tutte le energie disponibili per la sopravvivenza, diventando quindi più resistenti ai chemioterapici rispetto a quelle cancerose. Secondo i ricercatori, questo accade perché le cellule affamate entrano in uno stato quiescente, definito “di mantenimento”, caratterizzato dall’estrema resistenza allo stress, e riescono a sopravvivere aspettando che il periodo di magra finisca. Le cellule cancerose invece, per loro natura non rispondono all'ordine di arrestare le attività e la crescita, e quindi di risparmiare energie.
Gli animali a dieta sembrano rispondere bene al trattamento, senza dolori o stress, mentre le cavie che non erano state messe a digiuno sono morte oppure hanno manifestato perdita di peso ed energie.
Il nuovo approccio è stato mutuato dagli studi sull’invecchiamento cellulare condotti dallo stesso Longo e ora attrae le attenzioni dei medici, nella speranza che si possa arrivare a nuovi approcci che consentano più alte dosi di chemio o radioterapia senza effetti collaterali sul paziente.
Leggi altre informazioni
Notizie specifiche su: digiuno, chemioterapia, radioterapia, Andrea Piccoli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai le notizie più importanti.

Notizie correlate

Un nuovo approccio contro il cancro

  • Un nuovo approccio contro il cancro Scoperta una via di comunicazione all’interno delle cellule umane
    (Leggi)


I falsi miti sulla radioterapia

  • I falsi miti sulla radioterapia Scarsa la conoscenza dei pazienti sull’argomento
    (Leggi)


I tumori sono sempre più giovani

  • I tumori sono sempre più giovani La generazione X rischia di più rispetto alle generazioni precedenti
    (Leggi)


L’AI prevede l’efficacia dell’immunoterapia per il cancro

  • L’AI prevede l’efficacia dell’immunoterapia per il cancro Utile a capire quali sono i pazienti che rispondono meglio
    (Leggi)


La chemioterapia smart

  • La chemioterapia smart L’efficacia si coniuga con minori effetti collaterali
    (Leggi)


Cancro, il ruolo delle proteine IDH

  • Cancro, il ruolo delle proteine IDH Le mutazioni a loro carico possono essere determinanti
    (Leggi)


Una speranza per i tumori pediatrici refrattari

  • Una speranza per i tumori pediatrici refrattari Nuovo approccio replica la normale crescita del cancro nell’organismo
    (Leggi)


Cancro, la vitamina D migliora la risposta immunitaria

  • Cancro, la vitamina D migliora la risposta immunitaria Studio su topi mostra una più alta resistenza immunitaria
    (Leggi)


Tumori del retto, evitare la chirurgia è possibile

Funzione tiroidea e tumori ginecologici

  • Funzione tiroidea e tumori ginecologici Rischio più basso per chi soffre di ipertiroidismo
    (Leggi)


Nuova speranza per il neuroblastoma

  • Nuova speranza per il neuroblastoma Strategia inedita per il tumore pediatrico
    (Leggi)


Predire le recidive di un cancro infantile

  • Predire le recidive di un cancro infantile Genetica e dose di radioterapia sono i fattori chiave
    (Leggi)


La realtà virtuale durante la chemioterapia

  • La realtà virtuale durante la chemioterapia Gli effetti benefici del mindfulness sui pazienti in terapia
    (Leggi)


Il ruolo della proteina Cdk9 nel cancro

  • Il ruolo della proteina Cdk9 nel cancro Nei soggetti malati la sua espressione è fortemente alterata
    (Leggi)


Cancro, meno benefici del previsto da riduzione dell’alcol

  • Cancro, meno benefici del previsto da riduzione dell’alcol Ma gli esperti raccomandano di continuare a seguire le linee guida
    (Leggi)


Una cura personalizzata per il neuroblastoma

  • Una cura personalizzata per il neuroblastoma Svolta nel trattamento grazie al programma PREME
    (Leggi)


La perdita di peso come possibile spia del cancro

  • La perdita di peso come possibile spia del cancro Può indicare un aumento del rischio nei 12 mesi successivi
    (Leggi)


Cancro, la restrizione calorica è efficace

Il tumore può essere reversibile?