(2° pagina) (Torna alla 1° pagina..) elastici, e in questo modo potremmo essere in grado di prevenire malattie come la demenza e l'Alzheimer," aggiunge Holstein-Ronsbo.
Lo studio, condotto su modello murino, mostra che le variazioni nel volume del sangue possono spostare il liquido cerebrospinale e di conseguenza facilitare la rimozione delle scorie che si accumulano nel cervello, proteggendolo dalla demenza.
“Si potrebbe immaginare una forma di trattamento di stimolazione che attiva il flusso sanguigno nel cervello e aumenta la pulizia, in modo che i prodotti di rifiuto non si accumulino ulteriormente", conclude Holstein-Ronsbo, prefigurando una possibile terapia basata sui risultati ottenuti.
Notizie specifiche su: sport, demenza, sanguigni, 12/10/2023 Andrea Sperelli


Puoi fare una domanda agli specialisti del forum e iscriverti alla newsletter, riceverai le notizie più importanti.

Notizie correlate

Amebe nel cervello, attenzione ai lavaggi nasali

  • Amebe nel cervello, attenzione ai lavaggi nasali Assolutamente da evitare l’uso dell’acqua del rubinetto
    (Leggi)


Miastenia gravis, efficace batoclimab

  • Miastenia gravis, efficace batoclimab Benefici dall’anticorpo monoclonale diretto contro le IgG
    (Leggi)


Mal di testa fortissimo, aveva una tenia nel cervello

  • Mal di testa fortissimo, aveva una tenia nel cervello I parassiti avevano causato la formazione di cisti
    (Leggi)


La malattia del cervo zombie

  • La malattia del cervo zombie Centinaia gli esemplari colpiti, potrebbe minacciare anche l’uomo
    (Leggi)


La nanomedicina per le lesioni del midollo spinale

  • La nanomedicina per le lesioni del midollo spinale Studio italiano apre la strada a nuovi trattamenti
    (Leggi)


Un test per predire demenza e infarto

  • Un test per predire demenza e infarto Scoprire le malattie in anticipo per intervenire
    (Leggi)


Una passeggiata nel verde aiuta il cervello

Dolore cronico, il neurostimolatore che lo controlla

  • Dolore cronico, il neurostimolatore che lo controlla Il pacemaker del midollo spinale monitora la risposta neurale
    (Leggi)


Gli animali domestici rallentano il declino cognitivo

  • Gli animali domestici rallentano il declino cognitivo Aiutano gli anziani a mantenere acutezza mentale
    (Leggi)


I fattori di rischio per la demenza giovanile

  • I fattori di rischio per la demenza giovanile Studio si concentra sui fattori modificabili
    (Leggi)


Un algoritmo prevede il ritmo circadiano

  • Un algoritmo prevede il ritmo circadiano Fondamentale per la diagnostica di precisione
    (Leggi)


Il sistema immunitario influenza la memoria

  • Il sistema immunitario influenza la memoria Implicazioni per le malattie neurodegenerative e del neurosviluppo
    (Leggi)


La stimolazione spinale per la neuropatia periferica

  • La stimolazione spinale per la neuropatia periferica Stimolazione spinale ad alta frequenza sicura, efficace e conveniente
    (Leggi)


Il ruolo del sonno nella costruzione della memoria

  • Il ruolo del sonno nella costruzione della memoria Analisi sulle connessioni fra ippocampo e corteccia cerebrale
    (Leggi)


La stimolazione profonda per le lesioni cerebrali

  • La stimolazione profonda per le lesioni cerebrali Migliorata la risposta ai test funzionali
    (Leggi)


La lettura digitale complica la comprensione del testo

  • La lettura digitale complica la comprensione del testo Più facile apprendere per chi si affida alla lettura tradizionale
    (Leggi)


Possibile cura per la malattia di Charcot-Marie-Tooth

  • Possibile cura per la malattia di Charcot-Marie-Tooth Identificazione di un possibile approccio terapeutico per il tipo 2A
    (Leggi)


Avere un cane riduce il rischio di demenza

  • Avere un cane riduce il rischio di demenza La cura dell’animale spinge a conservare abitudini salutari
    (Leggi)


Il freddo riduce lo stimolo della sete

  • Il freddo riduce lo stimolo della sete Importante una corretta idratazione anche in inverno
    (Leggi)