DIABETE

Consulta centinaia di testi. Indice di tutti gli articoli Diabete

Sintomi Diagnosi Terapia


Impotenza

Denominazione di diverse condizioni morbose con eziologia e patogenesi indipendenti. DIABETE MELLITO Tra le varie forme di d., il cosiddetto d. mellito è la più importante. È una sindrome dismetabolica che interessa il metabolismo glicidico, proteico, lipidico, nonché il ricambio idrico ed elettrolitico, ed è essenzialmente caratterizzata da una ridotta utilizzazione del glucosio a livello dei tessuti conseguente a una carenza assoluta o relativa dell'insulina, l'ormone secreto dalle cellule beta del pancreas endocrino (isole di Langherans). È ormai opinione diffusa presso la maggior parte degli studiosi che il d. mellito è una malattia di origine genetica, anche se non si conoscono i geni o il gene responsabili, né le modalità della loro trasmissione. È certo però che il fattore genetico non è in grado da solo di condizionare l'insorgenza della malattia necessitando a tale scopo l'intervento di vari fattori esogeni ed endogeni, la cui azione diabetogena si realizza con due fondamentali meccanismi: A) riducendo la produzione di insulina per azione diretta o indiretta sul pancreas endocrino, in genere attraverso il progressivo esaurimento funzionale delle cellule beta del pancreas; agiscono in tal modo l'obesità, i regimi dietetici squilibrati in senso iperglicidico, le terapie protratte con farmaci cortisonici, la pancreatite cronica, l'iperproduzione di ormoni ad attività iperglicemizzante e quindi anti-insulinica come i glicocorticoidi, la corticotropina, l'ormone somatotropo, l'adrenalina e soprattutto il glucagone, che svolgerebbe nel d. un ruolo pari a quello dell'insulina; B) impedendo l'azione fisiologica dell'insulina (insulino-resistenza) prodotta in quantità normali dal pancreas; ciò può essere provocato dalla presenza nel sangue di anticorpi anti-insulina, da alterazioni del metabolismo lipidico e proteico associate a disturbi vascolari degenerativi e a ipertensione dall'aumento dei trigliceridi e delle b-lipoproteine sieriche, da anomalie dei meccanismi di trasporto dell'insulina nel sangue dalla ridotta ricettività all'insulina delle cellule che sono ordinario bersaglio dell'azione di questa (il recettore dell'insulina è stato isolato nel 1971 da ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora), dall'inattività dell'ormone a opera di auto-anticorpi o dell'insulinasi epatica. DIABETE INSIPIDO Sindrome legata a lesioni del sistema diencefalo-ipofisario, caratterizzata da una ridotta produzione di vasopressina od ormone antidiuretico. Si distinguono due forme di d. insipido: 1) primario o idiopatico, non riconosce una causa responsabile della ridotta produzione di ormone antidiuretico; 2) secondario o acquisito, derivante da varie lesioni patologiche. In questo caso l'eziologia è da riferirsi generalmente a tumori encefalici e ipofisari, meningite, tubercolosi, traumi della base cranica. Non rare sono le forme iatrogene, derivanti da ipofisectomia effettuata nell'ambito della terapia endocrino-chirurgica del carcinoma mammario. L'insorgenza della sintomatologia può essere insidiosa o improvvisa e può comparire a qualsiasi età. Mentre nella forma idiopatica i sintomi sono esclusivamente la poliuria e la polidipsia, nelle forme secondarie sono presenti anche i sintomi della patologia associata. A causa del mancato riassorbimento dell'acqua nel tratto distale dei tubuli renali, si ha l'emissione di forti quantità di urina altamente diluita (15-29 l al giorno), con conseguente disidratazione e sete intensa, insaziabile. La terapia consiste nella somministrazione cronica di vasopressina o di estratti neuro-ipofisari. DIABETE RENALE E DIABETE BRONZINO Il d. renale, o d. insipido nefrogeno, è una forma ereditaria con carattere benigno e non evolutivo, dovuta alla resistenza dei tubuli renali all'azione della vasopressina. Ha la stessa sintomatologia del d. insipido, ma non è sensibile alla terapia con vasopressina: sono efficaci alcuni diuretici, come la clorotiazide e la clorpropamide, i quali provocano la deplezione di piccole quantità di sodio con il risultato di aumentare il riassorbimento dell'acqua nel segmento prossimale del tubulo renale. D. bronzino: diabete mellito associato alla cirrosi epatica.

Sintomi

Diagnosi

Spesso, il medico che sospetti una forma diabetica può ottenere la conferma ai suoi timori misurando la glicosuria. Ulteriore conferma è rappresentata dalla presenza di una glicemia significativamente elevata in campioni di sangue prelevati dopo il digiuno notturno o due ore dopo il pasto. In genere, non sono necessarie prove di tolleranza al glucosio.

Terapia

Gli obiettivi del trattamento sono: prolungare la vita del paziente, alleviare i sintomi della malattia e prevenire le complicanze a lungo termine. Il successo della terapia dipende dalla capacità di mantenere il valore della glicemia il più normale possibile attraverso il rigoroso controllo del peso corporeo, costante esercizio fisico e un'attenta terapia dietetica. Quanto agli individui affetti dal diabete insulino-dipendente, il trattamento è rappresentato da iniezioni regolari di insulina, ricavata da animali, o di tipo umano sintetizzata mediante ingegneria genetica. Inoltre il malato deve seguire una dieta in cui il consumo di carboidrati deve essere distribuito lungo tutto l'arco della giornata.

Diabete di tipo 2, nuova possibile terapia

Diabete di tipo 2, nuova possibile terapiaTrattamento basato sull’inibizione della GABA transaminasi epatica

Una nuova ricerca pubblicata su Cell Reports suggerisce la possibile messa a punto di una terapia inedita per il diabete di tipo 2. Lo studio è firmato da Benjamin Renquist, docente al College of Agriculture and Life [...]

Il peso del diabete sui reni

Il peso del diabete sui reniNovità terapeutiche e nuove linee guida

La malattia renale cronica in corso di diabete è un tema di grande rilievo epidemiologico del quale è necessario aumentare la consapevolezza nella popolazione generale e nei soggetti con diabete. Dati aggiornati al 2019 mostrano un [...]

Diabete e Covid-19, una relazione pericolosa

Diabete e Covid-19, una relazione pericolosaLo stato dell’arte sul rapporto fra la malattia cronica e l’infezione

L’argomento dell’anno, anche al congresso dell’American Diabetes Association (ADA) è stato il COVID-19, nei suoi rapporti con il diabete. Diversi studi hanno cercato di dare una riposta a domande che richiedono una [...]

Diabete, nuovo sistema per l’insulina

Diabete, nuovo sistema per l’insulinaConsente la somministrazione automatica della sostanza

7 persone su 10 affette da diabete di tipo 1 hanno difficoltà a mantenere un buon controllo glicemico. Questo perché la gestione clinica della malattia è difficile, in particolare il settaggio della terapia [...]

Iperglicemia dopo duodenopancreasectomia, quando si predice

Iperglicemia dopo duodenopancreasectomia, quando si prediceLa riduzione della massa delle cellule beta non è un parametro

L’iperglicemia che emerge dopo una duodenopancreasectomia può essere rivelata da una ridotta secrezione di insulina e da sensibilità al glucosio, non dalla diminuzione della massa delle cellule beta.
È [...]

Diabete, essenziale il monitoraggio continuo della glicemia

Diabete, essenziale il monitoraggio continuo della glicemiaMinori rischi di ipoglicemia grazie al controllo costante dei valori

Uno studio apparso su Jama e firmato da ricercatori della Kaiser Permanente della California settentrionale conferma l’importanza del monitoraggio continuo della glicemia nella gestione del diabete di tipo [...]

Neurostimolazione efficace per la neuropatia diabetica

Neurostimolazione efficace per la neuropatia diabetica

La tecnica spegne i segnali di dolore nel cervello

La nuova frontiera per controllare il dolore di una delle complicanze più diffuse del diabete ha un nome: neurostimolazione. Il [...]

Sei tipi di prediabete

Sei tipi di prediabete

I sottotipi della condizione che precede l’insorgenza della malattia

Ad annunciare l’insorgenza del diabete di tipo 2 non esiste una sola condizione di prediabete, ma ben 6. Lo dice uno studio apparso su Nature Medicine e firmato [...]

Un intervento all’intestino per guarire dal diabete

Un intervento all’intestino per guarire dal diabete

Rimodellare il duodeno può avere effetti stabili sui livelli di glicemia

Una tecnica mininvasiva per guarire il diabete. È quello che promette una nuova tecnica basata su un intervento in endoscopia che [...]

Diabete, basta un’iniezione a settimana

Stessa efficacia del trattamento giornaliero

Un’iniezione settimanale di insulina icodec ha la stessa efficacia del trattamento giornaliero con insulina glargine. Lo dice uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine da un team del Dallas Diabetes Research Center guidato da Julio Rosenstock.
«Nel diabete di tipo 2 non solo l'avvio della [...]

Diabete, i farmaci che proteggono cuore e reni

Diabete, i farmaci che proteggono cuore e reni

Malattia renale cronica e cardiopatie meno probabili

Ci sono due gruppi di farmaci utilizzati per il diabete di tipo 2 in grado di difendere l’organismo dai rischi di malattia renale cronica [...]

Diabete, come proteggere il cuore

La gestione del rischio cardiovascolare nel paziente diabetico

Il cuore è uno dei bersagli preferiti del diabete. Chi è affetto da questa condizione dovrebbe fare ancor più attenzione, oltre che a uno stretto controllo della glicemia, anche a tenere a bada gli altri principali fattori di rischio per malattie cardiovascolari (ipertensione, dislipidemia).
Le malattie [...]

Prevenire il diabete con un farmaco per l’Hiv

Risultati positivi dalla molecola lamivudina

Il nesso sembra improbabile, tuttavia secondo uno studio pubblicato su Nature Communications una molecola sviluppata per il contrasto all’Hiv avrebbe un effetto preventivo nei confronti del diabete di tipo 2.
Oltre a un radicale cambiamento dello stile di vita, con particolare riferimento [...]

Caffè e tè verde riducono la mortalità da diabete

Caffè e tè verde riducono la mortalità da diabete

Particolarmente efficace il consumo combinato delle due bevande

Consumare un totale di 4 tazze di tè verde e 2 di caffè ogni giorno ha l’effetto di ridurre il rischio di morte per complicanze da [...]

Individuati i geni che anticipano il diabete di tipo 2

Il ruolo di DT2 nell’insorgenza della malattia

Il diabete di tipo 2 (DT2) è una malattia complessa ed eterogenea che insorge in età adulta, generalmente dopo la quinta decade di vita. Ma negli ultimi anni sta aumentando il numero di individui con esordio precoce della malattia. A preoccupare è il fatto che i soggetti con diabete a [...]

Diabete autoimmune dell’adulto, istruzioni per l’uso

Diabete autoimmune dell’adulto, istruzioni per l’uso

Diagnosi e trattamento per il LADA

Per la maggior parte delle persone esistono solo due tipi di diabete, il tipo 1 che colpisce i giovani ed è una malattia autoimmune, [...]

10 cose che non sai sul cuore delle donne

10 cose che non sai sul cuore delle donne

La prevenzione è possibile ma tenendo conto delle differenze di genere

È ormai documentato che uomini e donne hanno una diversa predisposizione, anche genetica, a sviluppare le malattie dell’apparato [...]

Diabete, nuovo farmaco per ridurre i rischi ai reni

Diabete, nuovo farmaco per ridurre i rischi ai reni

L’inibitore canagliflozin riduce il rischio di progressione della malattia

La malattia renale diabetica si sviluppa in circa il 40% dei pazienti diabetici ed è la principale causa di malattia renale cronica [...]

Diabete, la dipendenza da nicotina è un fattore di rischio

Diabete, la dipendenza da nicotina è un fattore di rischio

Studio mostra legame diretto tra pancreas e cervello

Un interessante lavoro pubblicato su Nature recentemente mette in relazione diretta lo sviluppo del diabete con l’abitudine e [...]

Diabete, micropump senza catetere per l'insulina

Diabete, micropump senza catetere per l'insulina

Ora disponibile anche in Italia

Sono circa lo 0,3 per cento di tutta la popolazione italiana (corrispondenti a circa 180.000 connazionali) le persone con diabete tipo [...]

Forum

Partecipa! Domanda ai medici

Diabete, la chiave è salvare le cellule beta del pancreas

Preservare la produzione di insulina per scongiurare la malattia

Per prevenire il diabete e tutte le sue complicazioni l'obiettivo è salvare le cellule beta del pancreas. Sono queste la chiave di volta per risolvere alla radice il problema. Le cellule beta pancreatiche, infatti, sono deputate alla produzione di insulina. Nel caso del diabete di tipo 1, un [...]

Diabete, arriva semaglutide

Diabete, arriva semaglutide

Controllo del peso e benefici per il cuore

Una buona notizia per gli oltre 4 milioni di italiani con diabete tipo 2.
«I circa 3,4 milioni rilevati da ISTAT nel 2017, pari al 5,7 per cento della [...]

Il cioccolato all'olio di oliva che fa bene ai diabetici

Il cioccolato all'olio di oliva che fa bene ai diabetici

Messo a punto da ricercatori italiani per evitare l'iperglicemia

Combattere la tendenza all'aumento della glicemia con il cioccolato. Sembra una contraddizione in termini, ma è quanto si sono [...]

Diabete, finalmente l'insulina in pillole

Diabete, finalmente l'insulina in pillole

Ricercatori riescono a bypassare il tratto gastrointestinale

I diabetici potrebbero dire addio alle fastidiose iniezioni di insulina. Un team di scienziati del prestigioso Massachusetts Institute of [...]

Nuovo farmaco per il diabete

Riduce la glicemia e favorisce il dimagrimento

Un nuovo farmaco sperimentale sembra avere molti effetti positivi sui pazienti affetti da diabete. Lo rivela uno studio apparso su Nature e firmato da un team della Monash University coordinato da Mark Febbraio.
Il medicinale avrebbe un'azione multipla, riducendo la glicemia senza effetti collaterali negativi su ossa [...]

Diabete, ecco perché il corpo non produce più insulina

L'iperglicemia stressa le cellule preposte alla sua produzione

Le cellule beta pancreatiche, stressate dall’iperglicemia e dall’insulino-resistenza, vanno in tilt e cominciano a rilasciare forme immature e disfunzionali di insulina, inutili a svolgere il loro compito metabolico.
L’apparato di produzione dell’insulina nel diabete, ma anche nel [...]

La seconda vita della curva da carico

La seconda vita della curva da carico

Da un vecchio test, nuove indicazioni per una diagnosi più accurata di diabete

Uno studio italiano realizzato dal professor Giorgio Sesti dell’Università La Sapienza di Roma, presidente della Fondazione Diabete Ricerca e [...]

Il diabete è sempre più giovane

Il diabete è sempre più giovane

La malattia è più aggressiva e caratterizzata da complicanze

La prevalenza del diabete di tipo 2 negli adolescenti e nei giovani adulti (sotto i 40 anni) sta aumentando notevolmente. Sulla prevalenza di questo [...]

Diabete, come proteggere le cellule beta pancreatiche

Diabete, come proteggere le cellule beta pancreatiche

L'obiettivo è di preservare la funzione produttiva di insulina

Il prediabete è una condizione che interessa milioni di persone del mondo e in Italia. Bloccare la progressione del prediabete a [...]

Diabete, il trapianto protegge anche dalle fratture

Il rischio è più alto nei pazienti con diabete di tipo 1

Le persone con diabete di tipo 1 hanno un maggior rischio di fratturarsi rispetto al resto della popolazione. La carenza di insulina sembra giocare un ruolo importante nel determinare la fragilità ossea associata al diabete di tipo 1.
Il trapianto di pancreas consente di ripristinare la [...]

Cancro al pancreas, un intervento scongiura il diabete

Cancro al pancreas, un intervento scongiura il diabete

Rischio della malattia ridotto grazie alla conservazione di parte del pancreas

Uno dei problemi legati al cancro del pancreas è l’effetto della rimozione dell’organo sul rischio di diabete. Ora un innovativo [...]

Diabete, cuore protetto grazie a dulaglutide

Diabete, cuore protetto grazie a dulaglutide

Previene gli eventi cardiovascolari negli adulti ad alto rischio

Dulaglutide è un’opzione farmacologica per la prevenzione degli eventi cardiovascolari negli adulti ad alto rischio con diabete di tipo [...]