Le esperienze di pre-morte hanno una base biologica

Per i neuroscienziati la spiegazione è nel cervello

Varie_4801.jpg

La pre-morte è un'esperienza mistica o qualcosa di riconducibile a una disfunzione di carattere cerebrale? Per i neuroscienziati la risposta è ovvia, e le Near Death Experiences (NDE), appunto le esperienze di pre-morte, sono da attribuire a fenomeni biologici, così come i sintomi avvertiti: sensazione di morte imminente, visione di una luce verso cui il soggetto tende, senso generalizzato di benessere.
Dean Mobbs, neuroscienziato presso il Medical Research Council Cognition and Brain Sciences Unit dell'Università di Cambridge, ha pubblicato sulla rivista Trends in Cognitive Sciences una ricerca sull'argomento insieme alla dott.ssa Caroline Watt dell'Università di Edimburgo nella quale collega l'esperienza di pre-morte a fattori biologici: “molti dei fenomeni collegati alle NDE possono essere spiegati biologicamente. La sensazione di essere morti, per esempio, non si ritrova solo nelle ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

NOTIZIE SPECIFICHE SU | cervello, pre-morte, occhi,




Del 15/09/2011

Notizie correlate