30 minuti di fumo passivo e cresce il rischio ictus

Ictus_6827.jpg

Bastano 30 minuti di esposizione al fumo passivo per moltiplicare il rischio ictus e di patologie cardiovascolari. E per chi resta a lungo in luoghi pieni di fumo i problemi vascolari emergono 10 anni prima della media.
A pochi giorni dall’entrata in vigore della nuova norma contro il fumo nei locali pubblici, cresce il numero degli oltranzisti, che dichiarano battaglia e affermano che non rispetteranno e non faranno rispettare le regole. L’informazione deve, invece, fare crescere il numero di coloro che decidono oggi di smettere. I risultati del non attenersi alle nuove norme? Oltre naturalmente a quelli legali, sono numerosissimi e gravi quelli sulla salute. Il fumo passivo, particolarmente concentrato nei locali che non si sono voluti o non hanno potuto adeguarsi, infatti ha gravissime conseguenze sia sui fumatori che sui non fumatori. Per questi ultimi, infatti, aumenta ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

Keywords |

<-- #include virtual="../4strokevideo.inc" -->

Sondaggi Nei preliminari sessuali non bisogna tralasciare...
Che cosa? Vota | Risultati

Tutti i SONDAGGI di ItaliaSalute.it
ADD BOOKMARK

ai preferiti di salute

Abbonati ai Feed Rss Mailing List Di OKMEDICNA.IT, gli ultimi aggiornamenti 
              sulla salute e la medicina La Pubblicità su Italia Salute

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono l'intervento del medico curante

Avvertenze Privacy a norma Regolamento UE 2016/679 GDPR.


Questa pagina è stata letta 118351 volte