Autismo, gli occhi di un neonato possono predirlo

Possibile in futuro una diagnosi precoce basata sullo sguardo del piccolo

Autismo_9113.jpg

Potrebbero bastare pochi giorni di vita per stabilire se un bambino svilupperà un disturbo dello spettro autistico. Lo rivela uno studio dell'Università di Trento pubblicato su Scientific Reports.
Stando alle conclusioni degli scienziati italiani, gli occhi di un neonato potrebbero rappresentare la chiave per una diagnosi precoce della malattia. I medici hanno messo a confronto le reazioni a stimoli visivi di tipo sociale, ad esempio i movimenti di una mano, di 13 neonati di 6-10 giorni di vita ad alto rischio di malattia (perché fratelli di autistici) e di 16 neonati a basso rischio.
La differenza è stata netta. I bambini a rischio perdono subito interesse per gli stimoli sociali, mentre quelli a basso rischio mostrano molto più interesse e per più tempo.
«Abbiamo intenzione di seguire questi bambini almeno fino al compimento del loro secondo compleanno - spiega il coordinatore ...  (Continua) leggi la 2° pagina articolo di salute altra pagina

NOTIZIE SPECIFICHE SU | autismo, neonato, diagnosi,




Del 20/05/2016 12:45:00

Notizie correlate