Anoressia, cura con gli elettrodi

La stimolazione profonda del cervello offre effetti benefici

Forse la chiave per risolvere i problemi di anoressia di tante giovani donne sta nell'applicazione di elettrodi al cervello. Lo suggerisce uno studio dell'Università di Toronto pubblicato su The Lancet Psychiatry e firmato dal prof. Andres Lozano.
La stimolazione profonda del cervello avrebbe l'effetto di migliorare il peso delle pazienti, ma anche la loro salute mentale, influenzandone positivamente l'umore e i livelli di ansia.
In molti casi, l'anoressia diventa cronica, cio√® colpisce in maniera duratura la paziente che il pi√Ļ delle volte non giova della psicoterapia. Gli esperti canadesi hanno testato la tecnica di stimolazione profonda su 16 pazienti gravi che non avevano mostrato miglioramenti in base alle tecniche tradizionali.
Dopo aver inserito degli elettrodi e riattivato zone profonde del cervello, i ricercatori hanno osservato l'effetto della terapia. Le pazienti hanno ...  (Continua) leggi la 2° pagina

Notizie su: stimolazione, anoressia, corteccia,

Notizie correlate


Bulimia nervosa e danni al sorriso: come intervenire I danni prodotti dal vomito autoindotto





Anoressia, il microbiota può influire Un microbiota alterato può contribuire alla sua insorgenza





Il ruolo del microbiota nell'anoressia La flora intestinale delle pazienti anoressiche appare diversa





Covid e disturbi alimentari, allarme ortoressia L'ossessione del mangiare sano





Come gestire l'anoressia nervosa in gravidanza Le raccomandazioni fornite da uno studio australiano





Disturbi dell'alimentazione, il rischio è la solitudine Aumento del 30 per cento dopo il lockdown





Gli anoressici camminano come i grassi La loro mole immaginaria li costringe a movimenti innaturali





Le difficoltà nell'affrontare i disturbi alimentari I consigli degli esperti per questa problematica





Anoressia, cura con gli elettrodi La stimolazione profonda del cervello offre effetti benefici





Anoressia e bulimia colpiscono anche gli adulti I disturbi alimentari non sono prerogativa degli adolescenti





Un algoritmo scopre i disturbi alimentari Diagnosi possibile grazie alla risonanza magnetica





L'anoressia e il senso del tatto Alterata la capacità di percepire il proprio corpo





Un farmaco frena le abbuffate Medicinale anti-Alzheimer svela nuove proprietà





Cos'è il picacismo, la malattia dell'appetito insano Le vittime mangiano sostanze atipiche e non nutritive





L'ossitocina arruolata contro l'anoressia L'ormone dell'amore contrasta il disturbo





L'apparecchio per i denti può provocare l'anoressia Nei soggetti predisposti si alza il rischio del problema alimentare





Anoressia, day hospital sicuro ed efficace Meno costoso rispetto al ricovero





Disturbi alimentari, un'epidemia fra i giovani Colpite soprattutto le ragazze





Disturbi alimentari anche nei maschi, il complesso di Adone Cresce la percentuale di uomini ossessionati dal proprio fisico