• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 101 a 110 DI 250

    15/07/2022 10:55:00 Il virus potrebbe avere effetti persistenti sui nervi periferici

    Covid, neuropatia periferica fra i sintomi a lungo termine
    Uno studio apparso su Pain mostra come in molti casi i pazienti colpiti da Covid accusino sintomi riconducibili alla neuropatia periferica come dolore, intorpidimento degli arti, formicolio.
    «Molte infezioni virali, tra cui l'HIV e l'herpes zoster, sono associate alla neuropatia periferica perché i virus possono danneggiare i nervi», spiega Simon Haroutounian, del Washington University Pain Center di St. Louis, autore senior dello studio. «Abbiamo scoperto che quasi il 30% dei pazienti ... (Continua)

    15/07/2022 10:25:00 Vantaggi nell’ossigenazione se i globuli non vengono conservati

    Neonati pretermine, utili i globuli rossi irradiati
    L’irradiazione di globuli rossi è utile ai neonati pretermine. Secondo uno studio pubblicato su Jama Pediatrics, però, la soluzione migliore è irradiarli il giorno stesso della trasfusione e non farlo dopo averli conservati. Ciò determina un vantaggio nell’ossigenazione cerebrale.
    «L'irradiazione su richiesta dei globuli rossi rimane all'interno dell'ambito di sicurezza delle linee guida internazionali attuali e potrebbe essere presa in considerazione presso i centri in cui questo approccio ... (Continua)

    15/07/2022 09:50:00 Il farmaco riduce i sintomi collegati alla condizione

    Malformazioni arterovenose, talidomide utile
    Alcuni pazienti soffrono di malformazioni arterovenose gravi. Si tratta di grovigli anomali di vasi sanguigni che collegano arterie e vene, alterando il normale flusso sanguigno.
    Uno studio pubblicato su Nature Cardiovascular Research dimostra che l’utilizzo di talidomide riduce i sintomi collegati alla condizione.
    «Si tratta di malformazioni molto dolorose che causano sanguinamento e deformazione della parte del corpo interessata, nonché problemi cardiaci», spiega Miikka Vikkula della ... (Continua)

    15/07/2022 09:20:00 Una molecola rende le cellule del tumore più vulnerabili

    Glioblastoma, dal carciofo un aiuto alla terapia
    Le cellule di glioblastoma, uno tra i più aggressivi tumori del Sistema nervoso centrale, sviluppano sistemi per difendersi sia dalla chemioterapia che dalla radioterapia. Uno di questi consiste nell’aumentare la propria capacità di sopportare lo stress ossidativo, che normalmente indurrebbe la morte cellulare. Un potenziale sistema per aumentare l’efficienza delle terapie potrebbe quindi essere di aumentare proprio l’azione dei radicali liberi all’interno delle cellule cancerose. È la ... (Continua)

    14/07/2022 17:41:00 Le diete ad alto contenuto di sale predispongono all’ipertensione

    Meno sale in gravidanza per proteggere il cuore dei bambini
    Il consumo eccessivo di sale in gravidanza non solo aumenta il rischio di ipertensione e patologie cardiovascolari nelle madri, ma predispone all’ipertensione anche il futuro bambino.
    «Le diete ricche di sale sono una delle principali cause di morte in tutto il mondo e possono portare a malattie cardiovascolari. Dato che sappiamo che l'assunzione giornaliera di sale in Cina rimane elevata, abbiamo utilizzato un modello di ratto per esplorare l'impatto di una dieta ricca di sale di una futura ... (Continua)

    14/07/2022 17:00:00 Come funziona belantamab mafodotin

    Un farmaco intelligente per il mieloma multiplo
    Missili teleguidati, progettati cioè per arrivare dritti al tumore con l’obiettivo di eliminarlo. La cosa interessante è che lo fanno attraverso un meccanismo innovativo, in una sorta di partita a risiko con la malattia. Dapprima vanno a rilevare un “bug”, un punto debole sulla superficie della cellula patologica, un varco non protetto. Lì si infilano per rilasciare citotossine, anche 10.000 volte più potenti della chemioterapia standard, senza toccare o riducendo al minimo i danni ai tessuti ... (Continua)

    14/07/2022 16:20:00 Spesso le occasioni per la diagnosi vengono sprecate

    Epatopatia alcolica e diagnosi precoce, si può fare meglio
    In media, i pazienti che muoiono a causa di malattie epatiche legate all’alcol hanno a che fare con i servizi di assistenza 25 volte prima del decesso. Tuttavia, queste opportunità vengono spesso sprecate, secondo quanto concluso da un team della Nottingham University coordinato da Mohsen Subhani e Rebecca Elleray, che ha pubblicato su Drug and Alcohol Review uno studio sull’argomento.
    L’Oms ha stimato in oltre 3 milioni di decessi e 132,6 milioni di anni di vita i danni riferibili al ... (Continua)

    14/07/2022 15:36:50 Riducono ansia, depressione e altri disturbi mentali

    Sport di squadra utili per i bambini
    Uno studio pubblicato su Plos One - realizzato su oltre 11.000 bambini fra 9 e 13 anni - dimostra che la partecipazione a sport di squadra ha l’effetto di ridurre il rischio di ansia, depressione e altri disturbi mentali.
    Il team guidato da Matt Hoffmann della California State University ha preso in esame le abitudini sportive del campione chiedendo ai genitori di rendere noti eventuali disturbi mentali a carico dei piccoli grazie a un questionario noto come Child Behavior Checklist.
    «Lo ... (Continua)

    14/07/2022 11:30:00 Nuovi biomarcatori predicono la sindrome post Covid

    Il Long Covid negli adolescenti
    In una percentuale di guariti dal Covid-19 permane una condizione di malessere definita Long Covid, caratterizzata da astenia, affaticamento, respirazione difficoltosa e da sintomi cognitivi, come perdita di memoria, difficoltà di concentrazione, ansia e depressione, indicati spesso come ‘brain fog’ e alla base del quadro clinico definito come NeuroCovid. Un recente studio pilota, coordinato da Marco Fiore e Carla Petrella dell’Istituto di biochimica e biologia cellulare del Consiglio nazionale ... (Continua)

    14/07/2022 11:00:00 Il tasso di diagnosi nei contagiati è più alto

    Covid e rischio di disturbi psichiatrici a lungo termine
    Anche i mesi successivi a un’infezione da Covid-19 possono essere rischiosi per la salute. Secondo una ricerca della Oregon State University pubblicata su World Psychiatry, ci sarebbe un 25% di rischio in più di sviluppare un disturbo psichiatrico nei 4 mesi successivi all’infezione rispetto ad altre infezioni respiratorie.
    I ricercatori hanno utilizzato i dati della National Covid Cohort Collaborative (N3C), esaminando 46.610 soggetti positivi a Sars-CoV-2 e confrontandoli con un gruppo di ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale