• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 131 a 140 DI 250

    02/11/2004 

    Nuova cura per il disturbo ossessivo compulsivo
    Nuove speranze di cura per il disturbo ossessivo compulsivo provengono dai ricercatori del CNR francese e dal Centre Hospitalo-Universitaire di Bordeaux, in Francia che hanno appena testato con successo la tecnica di stimolazione cerebrale profonda che consiste nell'impiantare uno o più elettrodi nel cervello di un paziente che soffre di una forma grave di questo disturbo e che resistono ai trattamenti abituali. Diciotto mesi dopo l'intervento, il paziente, secondo loro, sta bene.
    Il ... (Continua)

    03/11/2004 
    Un'analisi del sangue per stabilire il tipo di mal di testa
    Un esame del sangue può stabilire se il dolore che proviamo è un vero mal di testa oppure qualche altro disturbo.
    Sono state soprannominati i "tre moschettieri" elusivi le amine responsabili di forme specifiche di mal di testa.
    Le Amine Eusive sono così chiamate perché sono sempre sfuggite ad ogni indagine di laboratorio. Esse sono realmente implicate nel mal di testa e non solo nell'emicrania, ma anche nella cefalea a grappolo, tristemente nota come cefalea da suicidio, ... (Continua)
    05/11/2004 
    L'origine genetica e infiammatoria dell'ictus ischemico
    La concomitante presenza di tre varianti genetiche proinfiammatorie fa salire di 50 volte il rischio di ictus: questi i risultati di uno studio appena pubblicato su “Stroke”, condotto da un équipe coordinata da Roberto Pola, ricercatore dell’Istituto di Medicina Interna e Geriatria, in collaborazione con il Laboratorio di Biologia e Genetica Vascolare dell’Istituto di Patologia Speciale Medica e Semeiotica Medica dell’Università Cattolica di Roma, che ha messo a confronto 237 pazienti con un ... (Continua)
    11/11/2004 
    Cellule staminali contro infarto e ischemia alle gambe
    Identificata la cellula staminale anti-ischemia: nuove prospettive terapeutiche per l'infarto cardiaco e le arteriopatie occlusive degli arti inferiori
    Un importante passo in avanti è stato conseguito con la purificazione di una popolazione staminale anti-ischemica: questa popolazione ha un effetto terapeutico vasculogenetico particolarmente efficace in modelli sperimentali di infarto del miocardio e di ischemia degli arti inferiori. Questi studi sono stati effettuati presso l'Istituto ... (Continua)
    15/11/2004 
    Il ruolo di una proteina in una forma di cecità congenita
    Si tratta di una delle principali cause di cecità congenita. Conoscere la funzione della proteina implicata permetterà in futuro di disegnare farmaci per questa patologia.
    L’atrofia ottica dominante è una malattia genetica provocata dalla degenerazione delle cellule nervose della retina ed è la causa più frequente di neuropatie ottiche ereditarie. Fino ad ora se ne ignoravano le cause, ma è stata appena scoperta la funzione della proteina chiamata OPA1 che, se difettosa, scatena la ... (Continua)
    16/11/2004 
    Scoperto il meccanismo dell'invecchiamento delle arterie
    E' già noto che il gene p66 aumenta la produzione di radicali liberi, quindi l'invecchiamento e il rischio di malattie degenerative come l'aterosclerosi o l'Alzheimer. Il gene p66 è legato a doppio filo con il gene p53 che ha il compito di istruire il p66 a produrre sostanze ossidanti ma che ha anche la funzione di proteggerci dai tumori. L'eccessiva produzione di radicali liberi dell'ossigeno, e quindi lo stress ossidativo, e' uno dei motivi dell'invecchiamento delle arterie che si ... (Continua)
    17/11/2004 

    Il maiale aiuta l'uomo ad ingrandire il pene
    Il derma del maiale sarà utilizzato anche in Italia per rendere meglio praticabili interventi di falloplastica, vale a dire l'ingrandimento del pene. La tecnica, all'avanguardia nel mondo, si serve del derma di suino al posto di quello dell'uomo, essendo quest'ultimo difficilmente reperibile ed è destinata a sostituire la tecnica tradizionale, che va impiantato tra la cute e la parete dei corpi cavernosi.
    Il costo del materiale da impiantare si aggira tra i 1000 e i 2000 euro a ... (Continua)

    18/11/2004 
    Ultrasuoni efficaci contro i coaguli che causano l'ictus
    Uno studio condotto presso l'University of Texas Medical School di Houston, in collaborazione con scienziati canadesi e spagnoli, ha scoperto che lo stesso tipo di onde sonore utilizzate per individuare il pesce dai pescherecci può essere molto utile per aiutare la ricerca medica volta a combattere i coaguli di sangue responsabili di problemi vascolari come l'ictus. Strumenti tecnici basati sul principio degli ultrasuoni potranno essere usati, infatti, per dissolvere i coaguli che nel ... (Continua)
    23/11/2004 

    Con le cellule staminali i denti si autoripareranno
    Scienziati australiani hanno scoperto la presenza di cellule staminali all'interno dei nostri denti che potrebbero essere sfruttate per permettere che all'organo di autoripararsi o anche di ricrescere. Le cellule staminali dentali, nel corso degli studi condotti dal biologo Stan Gronthos, del Royal Adelaide Hospital's Hanson Institute, sono state isolate, raccolte e conservate in azoto liquido, pronte per essere usare per riparare i denti danneggiati, malati o interessati da riparazioni ... (Continua)

    23/11/2004 
    Antibiotico riduce la mortalità nei bambini colpiti da HIV
    Secondo uno studio condotto in Zambia, un comune antibiotico permetterebbe di ridurre sensibilmente la mortalità dei bambini infettati dal virus dell'AIDS. Il CO-TRIMOXAZOLo non lotta contro l'HIV ma contro i batteri cosiddetti opportunisti che approfittano della debolezza immunitaria dei pazienti colpiti dall'AIDS. l'Organizzazione Mondiale della Sanità e l'UNICEF raccomandano già la prescrizione di questo antibiotico a tutti i bambini dei paesi in via di sviluppo contaminati ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale