• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 219

    Risultati da 1 a 10 DI 219

    21/12/2001 
    Malattie rare: la Sindrome di Marfan
    Ci interessiamo in questa circostanza di una malattia ereditaria - che in Italia affligge circa 12-20.000 persone - del tessuto connettivo che intacca il cuore e i vasi sanguigni, le ossa e i legamenti, gli occhi e i polmoni.
    Nel 1992 è stato identificato uno dei geni principali che causano la sindrome di Marfan: la fibrillina 1, localizzato sul cromosoma che codifica per un micro-filamento importante costituente del tessuto elastico. Questo gene, e la proteina che viene da lui ... (Continua)
    04/05/2004 

    Le malattie cardiovascolari
    1. Cosa è la malattia cardiovascolare?

    Il termine malattia cardiovascolare (CVD) si riferisce ad un’ampia gamma di disturbi del cuore e dei vasi sanguigni. La causa principale della CVD è l’aterosclerosi (un termine generico per indicare il restringimento e l’indurimento delle arterie).

    Ci sono diverse tipologie di CVD, e sono:

    •la cardiopatia coronarica (CHD);
    •la malattia cerebrovascolare (CBVD);
    •la malattia del sistema vascolare ... (Continua)

    07/05/2004 
    Cellule endoteliali e malattie coronariche
    Al Medical Center della Duke University è stata scoperta una stretta correlazione tra la severità delle malattie cardiache e i livelli di cellule progenitrici dell’endotelio (EPC Endothelial Progenitor Cells) nel circolo sanguigno. Queste sono cellule prodotte nel midollo osseo e uno dei loro ruoli è quello di riparare i danni sulle superfici dei vasi sanguigni. La relazione, confermata da uno studio in corso, può rappresentare un nuovo, importante obiettivo diagnostico ... (Continua)
    04/10/2004 
    Scoperta nuova malattia genetica ereditaria
    Individuata la sindrome di Timothy: troppo calcio fa male al cuore e provoca aritmie fatali Da oggi l’elenco delle malattie genetiche ereditarie è più lungo: si chiama sindrome di Timothy ed è all’origine di vari disturbi tra cui aritmia cardiaca fatale, malformazione delle mani e dei piedi chiamata sindattilia, deficit delle difese immunitarie e ridotti livelli di zucchero nel sangue (ipoglicemia). A commentare la notizia è il sito internet di Telethon,Telethon.it.
    La storia è ... (Continua)
    13/09/2005 
    Preveniamo l’ictus
    Corsa in ospedale, probabile disabilità o addirittura decesso. L’ictus colpisce così, sembra inaspettato, invece oggi è prevenibile grazie alle terapie mediche a disposizione, la cui importanza deve essere maggiormente conosciuta sia dai medici che dai pazienti.
    La causa scatenante è l'ipertensione. Per questo motivo è stata lanciata la "Petizione Europea per la Prevenzione dell'Ictus e dell'Ipertensione con lo scopo di migliorare la prevenzione dell'ictus primario in Europa attraverso un ... (Continua)
    28/10/2005 

    Cuore riparato con cellule della coscia
    E’ la nuova frontiera, ancora sperimentale, nella cura dell’infarto: prelevare un pezzetto del muscolo della coscia e, dopo averlo “lavorato”, trapiantarlo nel cuore dello stesso paziente sulla cicatrice lasciata dall’infarto. Non è fantascienza ma una concreta realtà. E’ accaduto a Udine, sei mesi fa, su un uomo infartuato. L’obiettivo è quello di far “crescere” queste nuove cellule trapiantate sulla parete cardiaca, sanare la cicatrice e far nascere nuovo tessuto contrattile. Questa nuova ... (Continua)

    22/11/2005 
    Cellule staminali prelevate dal cuore umano
    Un gruppo di ricercatori del dipartimento di medicina e patologia sperimentale dell'Università 'La Sapienza' di Roma sta lavorando con l'obiettivo di riparare i danni nel cuore colpito da infarti. E la tecnica, almeno nei topi, sembra funzionare. Le cellule isolate dal cuore umano, infatti, sono in grado di moltiplicarsi trasformandosi in cardiosfere, ovvero strutture multicellulari che hanno le proprietà del tessuto cardiaco. E - trapiantate in topi infartuati in laboratorio - si sono ... (Continua)
    27/01/2006 
    Colesterolo e Donna
    “Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte nella donna. Contrariamente a quanto la maggioranza della gente ritiene, non sono i tumori i killer maggiori della donna: addirittura la somma dei decessi per tumori di tutti i tipi non raggiunge nemmeno lontanamente il totale degli eventi fatali per malattie cardiovascolari. Naturalmente, la quasi totalità di questi eventi drammatici avviene quando la donna è in età avanzata, alcuni anni dopo l’inizio della menopausa. Quindi è ... (Continua)
    05/06/2006 
    Coronarografia e angioplastica con insufficienza renale
    Esiste una quota non trascurabile di pazienti a cui non viene effettuata l’angioplastica per timore di complicazioni. “E’ il caso dei pazienti affetti da insufficienza renale, per i quali si ritiene che i rischi di questi interventi superino i benefici che ne trarrebbero, soprattutto a causa della cosiddetta nefropatia da mezzo di contrasto”. Così spiega il dottor Giancarlo Marenzi, responsabile dell’Unità di Terapia Intensiva Cardiologica dell’IRCCS Centro Cardiologico Monzino di Milano. ... (Continua)
    11/01/2007 
    Trastuzumab e bevacizumab contro carcinoma mammario
    Gli entusiasmanti risultati di uno studio clinico dimostrano per la prima volta che la combinazione di due anticorpi umanizzati, trastuzumab e bevacizumab ha il potenziale per fornire una nuova e potente arma per la lotta contro una forma particolarmente aggressiva di carcinoma mammario. Lo studio di fase II presentato al San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS) ha indagato sul trattamento di prima linea del carcinoma mammario HER2-positivo avanzato (o "metastatico"). Oltre la metà (54%) dei ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale