• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 211 a 220 DI 250

    25/05/2011 Scoperta da ricercatori americani una proteina prodotta in caso di pericolo

    La proteina della sopravvivenza
    Un team di ricerca americano della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora ha individuato una proteina che protegge il cervello dagli effetti nocivi prodotti da una serie di patologie quali ictus, infarto e diabete.
    La scoperta è stata pubblicata su Nature Medicine, sulle cui pagine i ricercatori spiegano il funzionamento di questa proteina, denominata Iduna. L'organismo comincia a produrla quando vengono messi in moto alcuni meccanismi volti alla riduzione del danno in ... (Continua)

    25/05/2011 Ridurre il rischio grazie a un Ace-inibitore
    Insufficienza renale da obesità
    Per limitare il rischio di insufficienza renale allo stadio terminale nei pazienti obesi è possibile ricorrere alla somministrazione di un Ace-inibitore. A dirlo è uno studio dell’Ibim-Cnr di Reggio Calabria e dell’Istituto Mario Negri di Bergamo, che hanno effettuato una nuova analisi dello studio Ramipril Efficacy in Nephrology (Rein) appena pubblicata sul Journal of American Society of Nephrology (JASN).
    Lo studio riguarda il ruolo del Ramipril, un inibitore dell’enzima che regola la ... (Continua)
    26/05/2011 Sperimentazione dell'Università di Palermo su nuova terapia

    Curare il diabete con la manipolazione cellulare
    Un nuovo trattamento per il diabete potrebbe emergere da una sperimentazione in atto presso l'Università di Palermo. La sperimentazione si basa sul concetto di manipolazione cellulare per la produzione di insulina e coinvolge la zona oculare fra la cornea e la sclera.
    La ricerca è stata presentata nel corso del Forum mediterraneo in Sanità 2011 e ha ottenuto un brevetto internazionale nel dicembre 2010.
    La coordinatrice del progetto di ricerca Carla Giordano spiega: “abbiamo preso ... (Continua)

    27/05/2011 Ricerca svela l'esistenza di una variante più insidiosa

    Arriva il colesterolo ultra-cattivo
    Non bastasse il colesterolo a turbare i sogni di molti, alle prese con analisi del sangue che diventano fonte di ansia incontrollata, arriva ora la notizia di una forma ancora più pericolosa. Il solo nome è già piuttosto inquietante, Mgmin-LDL, ma sono le sue caratteristiche a preoccupare di più gli esperti.
    Secondo l'équipe di ricercatori dell'Università di Warwick che lo ha scoperto, Mgmin-LDL mostra zuccheri legati più piccoli della forma tradizionale, e quindi una maggior facilità di ... (Continua)

    13/06/2011 Effetti positivi anche dopo la sospensione del trattamento

    Disfunzione Erettile, Tadalafil efficace
    Gli uomini che hanno beneficiato di un trattamento quotidiano con Tadalafil 5 mg per il trattamento della DE, possono continuare a contare sugli effetti positivi del farmaco anche dopo la sospensione della terapia. È quanto emerge da uno studio pubblicato lo scorso ottobre sul Journal of Sexual Medicine.
    “I risultati di questo studio condotto con Tadalafil 5 mg once-a-day sono molto incoraggianti”– dichiara il Prof. Aldo Franco De Rose, urologo e andrologo della Clinica Urologica di ... (Continua)

    14/06/2011 Come non rinunciare del tutto a un po' di fitness

    Allenamenti mirati per diabetici
    L'attività sportiva di chi soffre di diabete non è mai stata ben vista dai medici. Nonostante i riconoscimenti che attribuiscono evidenti utilità alla pratica agonistica, viene dato ancora poco spazio a un simile impegno e ciò per diverse ragioni.
    Le ripercussioni metaboliche possono essere gravi qualora i soggetti afflitti da patologia non interpretino con regolare metodicità i precetti dietetici e farmacologici consigliati durante il tempo dedicato allo sport. Un diabetico ben ... (Continua)

    22/06/2011 Allo studio un dispositivo portatile per indurre il sonno

    Una scossa elettrica per cancellare l'insonnia
    Chi soffre di insonnia in un futuro non lontano potrebbe andare a letto con una macchinetta che lo aiuta ad addormentarsi, un dispositivo portatile che manda al cervello le ''onde'' giuste per indurre il sonno.
    Alla ''macchina del sonno'' stanno lavorando ricercatori italiani coordinati da Luigi De Gennaro, docente di Psicologia alla Sapienza di Roma, e Paolo Maria Rossini, docente di Neurologia all'Università Cattolica di Roma insieme a ricercatori dell'Istituto di Neurologia del ... (Continua)

    27/06/2011 Scoperta la funzione di IRS1 da ricercatori americani

    Il gene che rende magri ma mette a rischio il cuore
    Un team di ricerca statunitense ha individuato un gene legato a un accumulo di grassi inferiore al normale, ma che pare coinvolto anche nell'insorgenza di patologie cardiovascolari e del diabete di tipo 2.
    Si tratta del gene IRS1, scoperto da ricercatori dell'Institute for Aging Research of Hebrew Senior Life guidati da Douglas Kiel e David Karasik. Gli scienziati hanno analizzato il patrimonio genetico di oltre 75 mila soggetti, scoprendo che le persone con il gene IRS1 mostrano una ... (Continua)

    30/06/2011 Una microcapsula mette ko l'alitosi

    La supermentina contro l'alito cattivo
    Sembra cosa di poco conto rispetto a problemi di salute molto più seri, ma in realtà l'alitosi compromette il benessere soprattutto psicologico delle persone colpite, mettendo a rischio legami e rapporti sociali, e spingendo in alcuni casi il malcapitato a sviluppare comportamenti estremi.
    Il disturbo è spesso legato a una cattiva igiene orale e alla presenza di carie, ma in altri casi ha a che fare con veri e propri disturbi della digestione, malattie renali, epatiche o diabete. In questi ... (Continua)

    09/07/2011 Scoperto il meccanismo biologico alla base del piacere dato dal junk food

    Gli endocannabinoidi rendono i cibi grassi una droga
    Uno studio italo-americano ha scoperto il fondamentale ruolo degli endocannabinoidi nella gestione del desiderio di cibi grassi e ipercalorici. Lo studio, firmato dal prof. Daniele Piomelli dell'Istituto Italiano di Tecnologia e condotto in collaborazione con la University of California – Irvine e l’Albert Einstein College of Medicine of Yeshiva University, New York, svela i meccanismi biologici alla base del piacere legato al consumo di cibi grassi.
    I ricercatori coinvolti in questo ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale