• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 241 a 250 DI 250

    19/10/2011 Due ricerche americane puntano sulla stessa tecnica
    Un laser per l'ictus
    Nei casi di ictus lieve potrebbe essere valido l'utilizzo di un laser. È ciò che scaturisce da due diverse ricerche, entrambi statunitensi, che puntano decisamente su questa tecnica per superare o comunque ridurre i postumi dell'attacco, in particolare disturbi della visione, difficoltà di espressione e paresi.
    La prima sperimentazione è opera di ricercatori dell'Università di San Diego, che usano un laser a infrarossi per determinare una sorta di effetto “microonde” su quelle zone del ... (Continua)
    20/10/2011 Buono per il fegato, combatte anche il diabete

    Sciroppo d'acero, un alleato per la salute
    Lo sciroppo d'acero mantiene in salute il fegato e aiuta in caso di diabete. Sono i risultati di due ricerche condotte su questo alimento, le cui qualità dolcificanti sono spesso trascurate, soprattutto in Europa.
    La prima ricerca è apparsa su Bioscience, Biotechnology, and Biochemistry a firma di Keiko Abe dell'Università di Tokyo, giungendo alla conclusione che il fegato può ottenere dei benefici se una parte dei carboidrati che assumiamo ogni giorno vengono sostituiti dallo sciroppo ... (Continua)

    26/10/2011 12:47:47 È possibile evitare l’amputazione

    La rivascolarizzazione del piede diabetico
    Il problema più rilevante legato a un’ulcera del piede nei soggetti diabetici è il rischio di amputazione. Secondo le stime ogni anno in Italia sette mila persone subiscono un’amputazione e oltre due mila perdono l’intero arto. Un’équipe multidisciplinare di chirurghi e diabetologi del Policlinico di Abano Terme ha messo a punto una nuova tecnica per la rivascolarizzazione del piede diabetico che, assieme a procedure chirurgiche standardizzate a livello mondiale, riesce a evitare l'amputazione ... (Continua)

    28/10/2011 15:34:55 La quantità di 8-oxoGuo nelle urine indice di ossidazione di Rna.
    Un marcatore predittivo per rischio mortalità nei diabetici
    La presenza nelle urine dell’8-oxo-7,8-diidroguanosina (8-oxoGuo) è indice di ossidazione dell’Rna. Nei soggetti con diabete di tipo II la sua presenza in determinate concentrazioni, sembra poter essere un buon indice predittivo di aumentato rischio di mortalità a lungo termine per questi pazienti; indipendentemente da altri fattori da altri fattori di rischio. Un gruppo di ricercatori danesi del laboratorio di Farmacologia clinica di Rigshospitalet di Copenhagen, hanno riportato i risultati di ... (Continua)
    04/11/2011 La magrezza è geneticamente determinata

    I “geni skinny” garantiscono la siluette
    Un team di scienziati hanno individuato i geni della magrezza, la gioia di alcuni e l'invidia di molti. Sono proprio loro, infatti, che permetteno di mangiare liberamente senza ingrassare.
    Il primo fra questi chiamato "Adp" è stato isolato nei moscerini della frutta, ma è presente anche nell'uomo. Sperimentando i suoi effetti sui topi gli scienziati hanno scoperto che il gene tiene sotto controllo la linea e protegge dal diabete. Diversamente i topolini senza il gene, ingrassano. "Il ... (Continua)

    09/11/2011 Oltre ai bambini è bene proteggere anche gli anziani

    Il vaccino contro lo pneumococco per gli over 50
    Via libera della Commissione Europea all’estensione d’uso di Prevenar13, vaccino coniugato 13valente, per le malattie causate dallo pneumococco negli over 50. È la prima volta che un vaccino coniugato (già utilizzato da 10 anni per la protezione dei bambini nei primi anni di età) viene indicato anche per gli adulti: la coniugazione garantisce infatti una protezione efficace e duratura anche in coloro che, a causa dell’età, hanno difese immunitarie “invecchiate”, per effetto di quello che gli ... (Continua)

    15/11/2011 L'importanza della fibra solubile per regolare la glicemia

    Gli alimenti anti-diabete
    Una vera e propria epidemia silenziosa. Si tratta del diabete, che ha sulla propria coscienza circa 75 mila infarti e 18 mila ictus ogni anno, secondo le stime rese note da Novo Nordisk in occasione della Gionata Mondiale del Diabete.
    Oltre 6 milioni di italiani sono considerati a rischio e si registra scarsa consapevolezza sulle possibili conseguenze legate all'insorgenza della malattia. In realtà, le nostre scelte possono fare molto in ambito preventivo, per questo è fondamentale ... (Continua)

    16/11/2011 L'influenza determinante delle piastrine nello sviluppo tumorale

    Piastrine alleate del cancro
    Privati delle loro conseguenze più pericolose, ovvero le metastasi, i tumori potrebbero essere trattati alla stregua di malattie croniche come il diabete. Nella maggior parte dei casi, infatti, a determinare il decesso del paziente è la presenza di questi tumori secondari, che dalle piastrine ricevono la spinta necessaria al loro sviluppo.
    A studiare il fenomeno ci hanno pensato gli scienziati del MIT (Massachusetts Institute of Technology), i quali sono partiti dalla premessa costituita ... (Continua)

    25/11/2011 Ricercatori italiani evidenziano un fattore di rischio legato a 5 geni

    Un test genetico per scovare l'ictus
    Non bastano le cattive abitudini, come il fumo e una dieta sbagliata, e la pressione alta a spiegare l'arrivo di un ictus; anche la genetica gioca la sua parte. La presenza di cinque diverse alterazioni genetiche nel Dna di un soggetto innalzano in maniera significativa il rischio di ictus e di conseguenza la loro individuazione è in grado di predirne l'insorgenza nell'82,4 per cento dei casi.
    A scoprirlo sono alcuni ricercatori degli ospedali di Chieti e di Ancona che presenteranno il ... (Continua)

    25/11/2011 12:57:59 Lievi scosse elettriche dirette sul cervello arresterebbero la progressione

    Impulsi elettrici per la demenza di Alzheimer
    Per chi è affetto da malattie neurodegenerative come l'Alzheimer si profila la strada della stimolazione elettrica di alcune aree del cervello. E' stato dimostrato infatti che questa tecnica è in grado d migliorare le capacità di memoria.
    La scoperta è avvenuta in modo del tutto casuale. Ricercatori canadesi del Toronto Western Hospital stavano trattando un paziente cinquantenne obeso affetto da diabete di tipo 2 e con problemi di insonnia non risolvibili né con la dieta che con l'aiuto ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale