• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 111 a 120 DI 250

    24/05/2018 16:40:00 Effetto ancora maggiore nei pazienti con malattia ad elevata attività

    Sclerosi multipla, l’efficacia di Cladribina
    Da uno studio apparso su Multiple Sclerosis Journal emerge l’efficacia di Cladribina compresse in soggetti affetti da sclerosi multipla, in particolare quella recidivante ad elevata attività di malattia.
    “L’analisi fornisce preziose informazioni sull'effetto di Cladribina compresse su pazienti con evidenza di attività di malattia nonostante fossero in trattamento con terapie consolidate, così come su pazienti naïve con più recidive basali, che tendono a peggiorare nel tempo”, ha affermato il ... (Continua)

    16/05/2018 Approvata la terapia per le recidive fra i pazienti pediatrici

    Fingolimod per la sclerosi multipla pediatrica
    È stata approvata dalla Fda americana la terapia a base di Gilenya (Fingolimod) per il trattamento di bambini e adolescenti affetti da sclerosi multipla recidivante.
    Fingolimod diventa così la prima terapia modificante la malattia indicata per questi pazienti.
    L’approvazione estende la fascia di età per fingolimod, che in precedenza era stato approvato per pazienti con SMR a partire dai 18 anni. Nel dicembre 2017 la FDA aveva concesso a fingolimod la designazione di Breakthrough Therapy ... (Continua)

    04/05/2018 15:20:00 Elemento fondamentale per la prevenzione ma anche per la cura

    La nutrizione nelle malattie neurodegenerative
    Una nutrizione appropriata può rappresentare un valido strumento di prevenzione e cura di malattie neurodegenerative come l’Alzheimer, la malattia di Parkinson e, in generale, tutte le malattie connesse al decadimento cognitivo e al malfunzionamento del sistema nervoso centrale.
    L’Associazione Brain and Malnutrition ha presentato studi e ricerche che neurologi, nutrizionisti e geriatri illustreranno in dettaglio al 7° Congresso di Brain and Malnutrition.
    Tra i vari studi presentati, ... (Continua)

    24/04/2018 Nuovo caso negli Stati Uniti, la procedura sta diventando di routine

    L'era dei trapianti di pene
    I trapianti di pene sono ormai una realtà. Negli Stati Uniti un ragazzo si è sottoposto a un’operazione che gli ha consentito di riavere pene e scroto nuovi dopo che i suoi genitali erano stati pesantemente compromessi a causa di una ferita di guerra in Afghanistan.
    Per la prima volta i medici sono intervenuti su un’area genitale così estesa. L’operazione è stata effettuata presso il Johns Hopkins Hospital di Baltimora.
    Secondo i medici, il paziente dovrebbe riprendere a urinare nel giro ... (Continua)

    23/03/2018 10:32:00 Sperimentazioni sul trapianto di cellule staminali cerebrali umane

    Sclerosi multipla, il trapianto di cellule staminali
    Sclerosi multipla curata attraverso un trapianto di cellule staminali. È quello che provano a fare diversi gruppi di ricerca. Un trial internazionale, al quale partecipano scienziati di diversi paesi coordinati da Richard Burt della Northwestern University di Chicago, ha coinvolto 100 pazienti con sclerosi multipla remittente.
    La metà è stata trattata con la normale terapia farmacologica, mentre il secondo gruppo ha ricevuto il trapianto di staminali. Dopo un anno, la recidiva si è ... (Continua)

    22/03/2018 14:20:00 Il puzzle della malattia va completandosi

    Sla, scoperto nuovo “gene bifronte”
    È stato identificato un nuovo importante gene responsabile della Sclerosi laterale amiotrofica. A quanti lamentano che si tratti dell’ennesimo gene responsabile della SLA, questa ricerca aggiunge elementi oltremodo importanti sui meccanismi che determinano le alterazioni e i deficit della malattia.
    Si tratta dunque di un ulteriore, fondamentale passo, testimoniato anche dall’importanza della rivista medica internazionale in cui appare lo studio, verso il chiarirsi dei meccanismi profondi, ... (Continua)

    13/03/2018 14:20:00 L'anticorpo associato a eventi collaterali gravi

    Sclerosi multipla, ritirato Daclizumab
    Il farmaco Daclizumab è stato ritirato dal mercato europeo. A deciderlo è stata l'Agenzia europea del farmaco dopo la segnalazione di pesanti eventi avversi associati al consumo del medicinale.
    Il trattamento aveva ricevuto approvazione da parte della Commissione Europea a luglio 2016.
    Daclizumab è un anticorpo monoclonale IgG1 umanizzato, che si lega selettivamente alla subunità CD25 del recettore ad alta affinità per l’interleuchina 2 (IL-2) espresso sui linfociti T autoreattivi, ... (Continua)

    28/02/2018 16:40:00 Un trattamento per le distrofie di Duchenne e Becker

    Nuove terapie per le distrofie muscolari
    Le distrofie muscolari di Duchenne e Becker potrebbero essere oggetto di un nuovo trattamento. Givinostat, farmaco già sperimentato per la Duchenne, è in fase di sperimentazione per la distrofia muscolare di Becker, associata alla carenza di una proteina che produce degenerazione muscolare.
    Giacomo Comi, professore associato di Neurologia presso la Fondazione Irccs Ca’ Granda ospedale maggiore Policlinico di Milano, spiega: "Sulla base delle evidenze ottenute per la distrofia muscolare di ... (Continua)

    21/11/2017 Svelata l’impronta digitale metabolica delle staminali cerebrali

    Cellule staminali del cervello, nuova scoperta italiana
    Attraverso una sofisticata analisi basata sulla risonanza magnetica nucleare dei metaboliti cellulari (metabolomica) sono state evidenziate le sottili ma specifiche differenze che permettono di caratterizzare le cellule staminali cerebrali differenziandole in funzione dell’età.
    La terapia cellulare con staminali richiede che le cellule presentino precisi e specifici biomarcatori per escludere contaminazioni con altre cellule più differenziate capaci di ridurre l’efficacia dell’ intervento ... (Continua)

    15/11/2017 10:12:46 In caso di mutazione genetica si può intervenire con un farmaco

    Nuovo trattamento per gli aneurismi aortici
    Limitare con una terapia farmacologica lo sviluppo dell’aneurisma aortico nei portatori di varianti genetiche che predispongono a questa patologia.
    È la prospettiva aperta da uno studio condotto dal Dipartimento di Angiocardioneurologia e Medicina Traslazionale dell’I.R.C.C.S. Neuromed, diretto dal professor Giuseppe Lembo, e pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica Immunity.
    L’aneurisma dell’aorta è una dilatazione della principale arteria del nostro organismo per la quale non ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale