• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 21 a 30 DI 250

    01/04/2008 
    Rischio epilessia col telefonino
    Un vero e proprio attacco epilettico puo' essere scatenato dall'uso del telefono in alcuni soggetti. Il fenomeno e' stato descritto al 20° concorso sulle epilessie genetiche organizzato dall'universita' di Venezia dalla fondazione di neurologia infantile Mariani di Milano.
    "Si tratta di una nuova, ma rara forma di epilessia osservata soprattutto il giovani, eta' media di 18 anni- spiega Roberto Michelucci, direttore dell'unita' di Neurologia dell'ospedale Bellaria di Bologna- che ... (Continua)
    10/04/2008 
    Trattamento delle epilessie focali farmacoresistenti
    Uno degli strumenti più efficaci a disposizione del mondo medico, la chirurgia, è in grado di fermare quelle manifestazioni epilettiche che si sono rivelate resistenti a qualsiasi tipologia di trattamento farmacologico ma è una metodologia d’intervento oggi ancora sottoutilizzata.
    Lo sostiene il Professor Giuseppe Erba, Professore di Neurologia e Pediatria della Facoltà di Medicina e Odontoiatria dell’Università di Rochester, NY, (USA) durante l'incontro che si è tenuto presso l’Aula ... (Continua)
    10/04/2008 

    I videogiochi creano alterazioni della postura
    Trascorrere troppo tempo ai videgiochi può avere ripercussioni sulla postura e provocare danni, anche seri, a muscoli e colonna vertebrale. Le categorie più a rischio sono quelle di bambini e adolescenti: abusando dei videogame si tende ad assumere una posizione innaturale che può causare problemi, soprattutto nelle fasi della crescita.
    A lanciare l’allarme è Alessandro Beraldi, odontoiatra di Milano specializzato in Posturologia e Gnatologia clinica e consulente del reparto di ... (Continua)

    15/04/2008 
    Patologie pelviche femminili, fattori di rischio e terapie
    Il pavimento pelvico rappresenta una entità anatomo-funzionale, poiché le strutture anatomiche che lo costituiscono cooperano in sinergia per svolgere una o più funzioni tra loro strettamente correlate: la funzione urinaria, fecale, sessuale, riproduttiva e della statica pelvica.
    Oggi l'approccio alle patologie pelviche prevede una interattiva collaborazione tra diversi specialisti: il ginecologo, il proctologo e l'urologo, insieme al neurofisiologo, il fisiatra e il geriatra. A ... (Continua)
    17/04/2008 
    Nuovo farmaco migliora i sintomi del Parkinson
    Un nuovo studio condotto in pazienti con malattia di Parkinson in fase iniziale ha dimostrato che un farmaco a base di levodopa/carbidopa/entacapone offre un miglior controllo dei sintomi e un superiore miglioramento nelle attività della vita quotidiana rispetto a levodopa/carbidopa, la terapia attualmente più utilizzata.
    Lo studio FIRST STEP, presentato al Congresso Annuale dell’ American Academy of Neurology Annual a Chicago, farà parte del dossier che verrà inviato alle Autorità ... (Continua)
    14/05/2008 

    Dolori alla schiena e mal di testa risolti dal dentista
    Nel nostro Paese il mal di schiena è il secondo motivo, dopo il raffreddore, che spinge a recarsi dal medico di famiglia ed è una delle prime cause di assenza di lavoro. A provocare il dolore alla schiena può essere una parte del corpo insospettabile: i denti. E lo stesso si può dire anche per chi soffre di cefalea, cervicale, dolori facciali vicino all’orecchio, blocchi della mandibola e vertigini. «In termini tecnici, si parla di malocclusione dentale e problemi posturali - afferma Alessandro ... (Continua)

    16/05/2008 
    Come e dove eseguire il trattamento HIFU
    E' disponibile da tempo per il trattamento del cancro alla prostata un'innovativa tecnologia, chiamata HIFU, che utilizza un fascio di ultrasuoni convergenti ad alta intensità in grado di produrre un calore elevato all'interno del tessuto canceroso da distruggere, senza toccare i tessuti circostanti, eliminando così la necessità di incisioni, trasfusioni, anestesia generale e le complicazioni che ne derivano (come spiegato nei nostri precedenti articoli (Continua)
    16/05/2008 
    Si studia vaccino contro recidive della prostata
    Una ricerca che ha allo studio un vaccino in grado di contrastare le recidive del tumore alla prostata, e che e' il risultato della collaborazione tra l'Iss (Istituto superiore di sanita') e ricercatori americani. Ad annunciarla e' Enrico Garaci, presidente dell'Istituto superiore di sanita' (Iss), intervenendo al convegno organizzato oggi a Roma dalla Societa' italiana di urologia per i 100 anni dalla sua fondazione.
    "Le sperimentazioni- spiega Garaci- sono in fase III, ma ... (Continua)
    19/05/2008 
    Dall'Italia una terapia genica contro l'epilessia
    L'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano sta studiando una nuova terapia genica che potrebbe offrire nuove speranze a quei malati di epilessia resistenti ai farmaci attualmente utilizzati per controllare le crisi.
    Spesso questi pazienti hanno come unica alternativa il bisturi, cioè la rimozione chirurgica della parte del cervello che genera gli attacchi epilettici.
    "Una strategia alternativa che si sta studiando ora al Mario Negri utilizzando modelli sperimentali di ... (Continua)
    20/05/2008 
    Nuova tecnica per la diagnosi del tumore vescicale
    Una innovativa tecnica diagnostica, la cistoscopia a fluorescenza, permette di scoprire il tumore vescicale aggressivo in fase molto precoce.
    Questa tecnica, già presente in alcuni centri di eccellenza, consiste nell'instillare all'interno della vescica un agente fotosensibilizzante (hexaminolevulinate hydrochloride, Hexvix®) attraverso n catetere. Dopo pochi minuti e per la durata di circa 5 ore, alcune sostanze fluorescenti, dette porfirine endogene, si accumulano nelle cellule tumorali ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale