• Analisi cliniche
  • Andrologia
  • Balbuzie
  • Cardiologia
  • Chirurgia.it
  • Dermatologia
  • Diabete
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Farmacologia
  • Flebologia
  • Gastroenterologia
  • Genetica
  • Geriatria
  • Ginecologia
  • Gravidanza
  • Handicap
  • Malattie infettive
  • Malattie renali
  • Medicine naturali
  • Neurologia
  • Oculistica
  • Odontoiatria
  • Orecchie e gola
  • Ortopedia
  • Pediatria
  • Psichiatria
  • Psicologia
  • Sclerosi
  • Trapianti
  • Tumori
  • Urologia
  • Viaggi
  • ARTICOLI TROVATI : 250

    Risultati da 61 a 70 DI 250

    01/04/2010 Studio Reduce prova l'efficacia del farmaco nel prevenire il tumore prostatico

    Dutasteride efficace contro il cancro alla prostata
    Il cancro alla prostata ha un nemico in più. Si tratta del farmaco Dutasteride che, secondo i risultati della ricerca Reduce (Reduction by Dutasteride of Prostate Cancer Events) pubblicati sulla rivista New England Journal of Medicine, sarebbe in grado di ridurre sensibilmente le probabilità di sviluppare un tumore alla prostata nei soggetti a rischio.
    Fra i centri che hanno partecipato allo studio c'è anche il San Raffaele di Milano attraverso la collaborazione del prof. Francesco ... (Continua)

    28/04/2010 Cellule staminali tumorali e fenotipo nei gliomi maligni
    Nuova scoperta sui tumori cerebrali
    Scoperto il meccanismo della crescita delle cellule dei tumori cerebrali umani. Verranno presentati i risultati di un’indagine, che dura da oltre due anni, sulle cellule staminali tumorali dei tumori cerebrali umani.
    Queste, e non tutta la massa tumorale, sarebbero responsabili della crescita tumorale, della sua recidiva dopo trattamento terapeutico e della resistenza verso la radio e chemioterapia. I tumori cerebrali umani crescono soltanto perché crescono alcune cellule in essi ... (Continua)
    10/05/2010 Ricercatori del Cnr tentano la via delle varianti genetiche

    Scoperto nuovo gene coinvolto nella sclerosi multipla
    Passo in avanti fondamentale nella conoscenza della sclerosi multipla. La malattia è causata dal processo auto-distruttivo con cui il nostro apparato immunitario aggredisce la mielina, la guaina con funzioni isolanti fondamentale per la conduzione dell’impulso nervoso e per il funzionamento delle cellule del sistema nervoso centrale.
    Grazie a un consorzio di ricerca sardo che ruota attorno all’Istituto di neurogenetica e neurofarmacologia (Inn) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, è ... (Continua)

    14/06/2010 Dal Canada nuova tecnologia per preservare le funzioni neurologiche

    Ictus, tecnica innovativa per sciogliere i trombi
    Limitare i danni dell'ictus è una corsa contro il tempo. Tre-quattro ore sono il limite massimo oltre il quale gli interventi diventano poco utili. A causa dell'ostruzione di un vaso che porta il sangue al cervello, le cellule cominciano a morire e il paziente perde via via le proprie funzioni neurologiche.
    La tecnica permetterebbe di allungare il lasso di tempo a disposizione dei medici per intervenire salvando oltre alla vita anche le capacità neurologiche del paziente. Si tratta in ... (Continua)

    02/09/2010 L'importanza della riabilitazione robotica nelle persone affette da SM

    Studio italiano su disabilità dovute a sclerosi multipla
    Pubblicato sulla rivista scientifica Journal of NeuroEngineering and Rehabilitation uno studio che ha sviluppato un protocollo di riabilitazione robotica volto alle persone con SM con problemi di coordinazione motoria degli arti superiori. Si tratta del primo studio robotico su persone con SM con sintomi cerebellari.
    Lo studio, tutto italiano è stato condotto grazie ad una collaborazione tra il Dottor Claudio Solaro responsabile del Centro Sclerosi Multipla del Dipartimento Testa-Collo ... (Continua)

    20/09/2010 Studio italiano mostra una metodologia meno invasiva e più efficace

    Ictus, nuovo metodo per recuperare
    Arriva un nuovo approccio per il recupero dall'ictus, che consente di ridurre il grado di spasticità e recuperare un buon funzionamento motorio, soprattutto degli arti superiori.
    Al risultato sono arrivati dei ricercatori dell'IRCSS Fondazione Santa Lucia di Roma, che hanno pubblicato gli esiti della ricerca sulla rivista Neurorehabilitation and Neural Repair. L'ictus rappresenta una causa di disabilità fra le più frequenti in età adulta. Malgrado l'immediato avvio della riabilitazione, ... (Continua)

    20/10/2010 10:48:09 Ricerca italiana svela l'origine delle fantasticherie notturne

    La formazione dei sogni
    Alla ricerca del meccanismo che mette in moto la nostra capacità di sognare. È il tema di una ricerca italiana pubblicata sulla rivista Human Brain Mapping che ha individuato con precisione l'area del cervello in cui hanno origine i sogni che facciamo.
    I ricercatori dell'Irccs Santa Lucia di Roma, in collaborazione con l'Università dell'Aquila, di Bologna e della Sapienza, hanno scoperto che la creazione dei sogni, la loro intensità e il loro carattere surreale dipendono da amigdala e ... (Continua)

    09/11/2010 13:18:46 Primo intervento in Italia, primato alle Scotte di Siena
    Trapianto di midollo osseo cura grave malattia genetica
    Il trapianto di midollo osseo per curare una grave malattia genetica, ora è possibile.
    Il traguardo è stato raggiunto in Italia prima che nel resto d'Europa.
    Il merito va al Centro Trapianti e Terapia Cellulare del policlinico universitario delle Scotte di Siena, diretto dal dottor Giuseppe Marotta, alla Neurologia Malattie Neurometaboliche, diretta dal professor Antonio Federico, e alla sezione di Malattie Neurologiche Rare, diretta dalla professoressa Maria Teresa Dotti. La terribile ... (Continua)
    03/12/2010 Sempre più successi con la tecnica della laparoscopia con singola incisione

    Tumore della prostata, chirurgia sempre meno invasiva
    Una singola incisione di soli 2,5 cm eseguita appena sotto l’ombelico, questa è l’innovazione della chirurgia laparoscopica per intervenire sul tumore alla prostata, patologia responsabile in Italia del 7% delle morti per neoplasia (seconda solo al cancro ai polmoni), che riguarda ogni anno circa 9.000 nuovi casi. Si tratta di una patologia che si sviluppa più frequentemente dai 65 anni in su: se a 40 anni infatti la probabilità di sviluppare il tumore è di 1 caso ogni 10.000, tra i 60 e gli 80 ... (Continua)

    07/12/2010 Al via uno studio per valutarne le azioni antiossidanti e antinfiammatorie

    Distrofia di Duchenne, speranze da un derivato dalla soia
    Al via la sperimentazione di un integratore derivato dalla soia. La prima fase, che partirà nei primi mesi del 2011, vedrà coinvolti 15 bambini deambulanti con diagnosi di Distrofia Muscolare di Duchenne (DMD), e saranno realizzate valutazioni cliniche e laboratoristiche complete.
    La Distrofia Muscolare di Duchenne e Becker (DMD e DMB) è una malattia genetica causata da un’alterazione del gene della distrofina localizzato sul cromosoma X. Nell’età adulta, la degenerazione muscolare ... (Continua)

      1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25

    Italia Salute Redazione TEL. 391.318.5657
    Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
    Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
    Copyright © 2000-2021 Italiasalute Riproduzione riservata anche parziale