Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 1055

Risultati da 321 a 330 DI 1055

07/10/2013 12:17:07 Evento il più delle volte mortale

Nuovo esame per l’aneurisma dell’aorta addominale
Un nuovo tipo di esame può individuare la presenza di un aneurisma dell'aorta addominale (AAA), un anomalo rigonfiamento dell'aorta che attraversa la regione addominale che può rompersi causando un'emorragia interna il più delle volte mortale.
La ricerca, pubblicata sul Journal of Nuclear Medicine dalla dott.ssa Audrey Courtois dell'Università di Liegi e dai suoi colleghi, si è dedicata all'uso di una PET/CT, una tecnica di imaging con emissioni di positroni e tomografia computerizzata ... (Continua)

03/10/2013 11:57:16 Studio nega l'esistenza di un nesso fra le due malattie

La depressione non favorisce il cancro
Uno studio francese si è concentrato sulla valutazione dell'impatto prodotto da uno stato depressivo sull'organismo, con particolare riferimento a un eventuale aumento delle possibilità di insorgenza del cancro.
Le conclusioni della ricerca pubblicata sull'American Journal of Epidemiology dagli scienziati del prestigioso centro di ricerca Inserm (Istituto nazionale della salute e della ricerca medica) smentiscono l'esistenza di un nesso fra depressione e cancro, pur ammettendo che emozioni ... (Continua)

25/09/2013 Possibile anche l'utilizzo della colonscopia virtuale
Una colonscopia ogni 10 anni può salvarti la vita
Prevenire il cancro del colon-retto tramite una colonscopia programmata ogni 10 anni potrebbe ridurre del 40 per cento le diagnosi di questo temibile male. A dirlo è una ricerca condotta da esperti della Harvard School of Public Health e pubblicata sul New England Journal of Medicine.
I ricercatori hanno analizzato i dati di 90mila volontari che avevano partecipato a due studi di lungo termine e avevano compilato ogni due anni un questionario sulla loro salute. Nel periodo che va dal 1988 e ... (Continua)
19/09/2013 Ricerca falsata, ribattono i sostenitori di Zamboni

Sclerosi multipla e Ccsvi, lo studio Cosmo dice di no
Lo studio Cosmo non conferma la teoria del prof. Zamboni sulla sclerosi multipla. Com'è noto, il medico ferrarese sostiene che la sclerosi multipla sia causata da un'altra patologia, la Ccsvi (insufficienza venosa cronica cerebrospinale), che lui stesso ha descritto per la prima volta.
Giunto oggi alla pubblicazione sulla rivista Journal of Multiple Sclerosis, lo studio finanziato dall'Aism attraverso la Fondazione italiana sclerosi multipla (Fism) sembra ... (Continua)

16/09/2013 Chirurgia auspicabile anche per gli affetti da metastasi epatiche

L’iter curativo per un paziente con metastasi
Il fegato è il sito metastatico principale del cancro colo-rettale: il 15-25% dei pazienti presenta già metastasi epatiche al momento della diagnosi del tumore primitivo (metastasi sincrone); un ulteriore 20% di pazienti presenterà metastasi epatiche successive alla diagnosi di cancro colo-rettale (metastasi metacrone).
La sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi di metastasi epatiche, in assenza di trattamento chirurgico, è inaccettabilmente bassa, attestandosi su valori dello 0-1%. Come pure ... (Continua)

14/09/2013 Nuovo parametro per segnalare i tumori a basso rischio

Tre geni per capire la gravità del cancro alla prostata
L’analisi dell’espressione di tre geni associati all’invecchiamento può aiutare a capire quali tumori alla prostata siano realmente a basso rischio e quali no. A dirlo è una ricerca pubblicata su Science Translational Medicine da un gruppo di ricercatori dell’Herbert Irving Comprehensive Cancer Center presso la Columbia University.
Lo studio appare di fondamentale importanza nel processo di individuazione del criterio più adeguato per distinguere le forme aggressive da quelle più ... (Continua)

13/09/2013 15:03:02 Studio suggerisce il ricorso al nuovo marcatore per una corretta diagnosi

Vene cerebrali come marker per la sclerosi multipla
È stato pubblicato su JAMA Neurology uno studio intitolato ‘Vene centrali nelle lesioni cerebrali visualizzate con immagini di risonanza magnetica a campo elevato: un biomarcatore diagnostico patologicamente specifico per la demielinizzazione infiammatoria nel cervello’.
Secondo alcuni ricercatori dell’università di Nottingham non esiste un singolo esame diagnostico per la sclerosi multipla (SM), e i criteri diagnostici esistenti sono imperfetti. Questo può portare ad un ritardo diagnostico ... (Continua)

11/09/2013 La corrente elettrica ne ferma il decorso
Nuova tecnica per fermare il cheratocono
Colpisce una persona su 500, in modo più o meno grave, con un'incidenza maggiore tra giovani, adolescenti e bambini. Se non diagnosticata tempestivamente o non trattata in modo corretto, può portare al trapianto di cornea. Si tratta del cheratocono, una malattia degenerativa della cornea fortemente invalidante che oggi, grazie a una nuovissima tecnica made in Italy, può essere risolta in 15 minuti con un intervento ambulatoriale senza controindicazioni.
“L'impatto sociale di questa malattia ... (Continua)
31/07/2013 11:44:55 Aumenta anche il rischio di sviluppare neoplasie in altre sedi
Tumori e familiarità
Le preoccupazioni per la predisposizione genetica a determinati tumori hanno recentemente tenuto banco sulle pagine di cronaca dei media internazionali a partire dalle scelte dell’attrice Angiolina Jolie. Un grande studio con più di 23.000 partecipanti, condotto in Italia (dall’Istituto ‘Mario Negri’) e in Svizzera, pubblicato sulla rivista Annals of Oncology, oltre a confermare che avere una storia familiare di tumore tra i parenti di primo grado aumenta il rischio che altri membri della ... (Continua)
22/07/2013 Trattamento tradizionale migliore dei farmaci a bersaglio molecolare
Tumori del polmone da fumo, la vecchia chemio è più efficace
Uno studio italiano pubblicato su The Lancet Oncology ha dimostrato che per il trattamento del 90% dei tumori del polmone non a piccole cellule la chemioterapia standard è più efficace rispetto a uno dei nuovi farmaci a bersaglio molecolare, cioè in grado di colpire solo le cellule malate.
I pazienti trattati con la chemioterapia hanno una sopravvivenza superiore rispetto ai pazienti trattati con il farmaco erlotinib. Il lavoro pubblicato su The Lancet Oncology rende noti i risultati ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale