Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 123

Risultati da 1 a 10 DI 123

01/02/2016 17:40:00 Entro le quattro ore e mezza dall’insorgenza dei sintomi limita i danni

Alteplase per l'ictus ischemico acuto
Un nuovo studio pubblicato su Stroke analizza i criteri sulla base dei quali si somministra o meno Alteplase nei pazienti colpiti da ictus ischemico acuto. A fornire le nuove indicazioni sono gli esperti dell'American Heart Association e dell'American Stroke Association guidati da Dawn Kleindorfer dell'Università di Cincinnati, che spiega: «La selezione dei candidati al trattamento con l'attivatore tissutale del plasminogeno (tPA) è un dilemma quotidiano nella gestione dei pazienti con ictus ... (Continua)

14/01/2016 10:02:55 Nuova tecnica che riduce il rischio di disfunzione erettile

Tumore della prostata, l'approccio Bocciardi
Nuove conferme per la chirurgia del cancro alla prostata con il metodo mini-invasivo ideato dal chirurgo Aldo Bocciardi.
Il Direttore del reparto di Urologia all'Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano utilizza l’evoluzione robotica della laparoscopia grazie al sistema Da Vinci con un approccio anatomico differente rispetto alle tecniche tradizionali.
La novità introdotta da questa tecnica consiste nel diverso percorso anatomico: "Puntando sulle potenzialità del super-ingrandimento ottico ... (Continua)

13/01/2016 09:49:00 Le tre ore successive alla crisi sono fondamentali
Ictus, i primi sintomi non vanno trascurati
Tre ore per salvare la propria vita, per mantenere una certa qualità di vita. Una ricerca del Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles mostra l'importanza di intervenire subito dopo l'insorgenza dei primi sintomi riconducibili a un ictus.
Secondo gli scienziati americani, i più giovani danno poco peso ai sintomi avvertiti e rinviano di solito la richiesta di soccorso, aggravando così la loro condizione.
David Liebeskind, neurologo dell'ateneo americano, spiega: «Il trattamento ... (Continua)
05/01/2016 09:37:30 I numeri dicono di no, si tratta di casi sfortunati che rientrano nella media

Morire di parto, c'è davvero un'emergenza?
Non esiste alcuna emergenza nelle sale parto italiane. Nonostante ciò che sostengono molti giornali, gli esperti invitano a mantenere la calma e a giudicare i dati oggettivi. Negli ultimi giorni si sono susseguite le notizie di donne morte durante il parto. Si tratta ovviamente di eventualità terribili per parenti e amici, ma i pochi casi che si verificano non possono essere considerati la spia di un sistema che non funziona.
Serena Donati, responsabile del Sistema di Sorveglianza della ... (Continua)

18/12/2015 12:25:00 Studio in contesto real life conferma l'efficacia del farmaco

I benefici di Rivaroxaban nella trombosi venosa profonda
Il farmaco Rivaroxaban prodotto da Bayer sembra efficace anche nel trattamento della trombosi venosa profonda (Tvp). A dirlo è uno studio prospettico osservazionale non interventistico (Xalia) condotto in un contesto “real life”.
I risultati, presentati nel corso del Congresso annuale della Società americana di ematologia che si è tenuto a Orlando, dimostrano la riduzione delle percentuali di emorragia maggiore e di recidive nel tromboembolismo venoso (Tev) rispetto alla terapia ... (Continua)

16/11/2015 12:19:00 L’indicazione di azacitidina si estende ai pazienti più anziani

Vidaza per la leucemia mieloide acuta
È stato approvato l'utilizzo di Vidaza per il trattamento della leucemia mieloide acuta (LMA) nei pazienti più anziani. Lo ha comunicato la casa produttrice Celgene, annunciando che il trattamento è ora indicato anche per quei pazienti di età uguale o superiore a 65 anni non eleggibili al trapianto di cellule staminali emopoietiche (HSCT).
L’autorizzazione all’immissione in commercio per Vidaza (azacitidina per iniezione) è stata aggiornata per includere questa nuova indicazione nella LMA ... (Continua)

15/10/2015 15:44:00 La sopravvivenza aumenta ma è ancora troppo bassa
Sepsi, un gigante ancora troppo nascosto
La sepsi è una delle condizioni più pericolose, ma al tempo stesso fra le meno conosciute. Anche se negli ultimi anni è cresciuto il tasso di sopravvivenza, la mortalità di un paziente con shock settico è ancora intorno al 40%, percentuale tra le più elevate tra le malattie acute.
Una tempestiva diagnosi rimane la chiave per il successo. È quanto emerge dall’intervista rilasciata da Massimo Girardis, docente presso l'Università di Modena e coordinatore del gruppo di studio infezioni e sepsi ... (Continua)
15/10/2015 Operati lo stesso giorno un fratello e una sorella
Un trapianto di rene in famiglia
Per la prima volta una coppia di fratelli è stata trapiantata di rene nello stesso pomeriggio, presso l'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino. I due reni sono stati prelevati da una donatrice di 41 anni di nazionalità rumena deceduta per emorragia cerebrale presso la Rianimazione dell'ospedale Molinette.
Quello sinistro su un uomo venezuelano di 48 anni ed in dialisi dal 2013 per nefropatia policistica ereditaria. Quello destro sulla sorella di 50 anni, affetta dalla stessa ... (Continua)
10/09/2015 12:49:00 I dati confermano le proprietà di rFVIIIFc
Emofilia A, nuovo farmaco sembra efficace
I dati di un nuovo studio clinico confermano l'efficacia e la sicurezza del farmaco rFVIIIFc per il trattamento dell'emofilia A.
Si tratta dei risultati dell’analisi ad interim di ASPIRE, studio di estensione di fase III in aperto, pubblicati nell’edizione online di Haemophilia.
Nello studio ASPIRE sono stati arruolati i pazienti che hanno completato gli studi di Fase III A-LONG e Kids A-LONG. I risultati ottenuti, ad oggi, indicano che la maggioranza dei partecipanti allo studio ASPIRE ... (Continua)
31/07/2015 12:14:18 I pericoli legati alla possibile interazione negativa

Antidepressivi e Fans aumentano il rischio di emorragia
L’uso contemporaneo di antidepressivi e antinfiammatori non steroidei (Fans) aumenta il rischio di emorragia intracranica. Lo dice uno studio pubblicato sul British Medical Journal da un team del Korea Institute of Drug Safety and Risk Management di Seul.
Il coordinatore della ricerca Ju-Young Shin spiega: “tra le condizioni croniche più comuni, lo stato depressivo produce il più significativo peggioramento nello stato generale di salute, diventando, specie tra gli anziani, un'importante ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale