Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 30

Risultati da 11 a 20 DI 30

13/06/2014 Indagine dell'Arpa sui campi elettromagnetici emessi dai portatili

La tecnologia riduce l'esposizione ai telefoni cellulari
L'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa) del Piemonte ha realizzato un nuovo studio sull'esposizione alle onde elettromagnetiche generate dai telefoni cellulari.
Grazie a questa indagine, che Arpa ha realizzato mettendo a punto uno specifico sistema di misura della potenza trasmessa dai telefoni mobili, è stato possibile quantificare le emissioni elettromagnetiche dei telefonini in funzione del tipo di rete utilizzata (2G o 3G) e delle condizioni di ricezione del ... (Continua)

13/05/2014 16:22:00 Possibile collegamento tra uso di telefoni cellulari e tumori cerebrali

Cellulari, nuovi timori
Sui telefoni cellulari e sul loro impatto sulla salute umana il dibattito è sempre vivo. Alcuni studi li accusano, altri li assolvono. Il più recente, firmato da scienziati dell'Università di Bordeaux, si iscrive nella categoria dei primi, affermando che anche solo mezz'ora di conversazioni telefoniche al giorno con un telefonino espone la persona a un rischio maggiore di cancro al cervello.
La ricerca dell'Unità di epidemiologia e prevenzione (Isped) della ... (Continua)

10/04/2014 La tecnica sembra in grado di eliminare il tessuto cancerogeno
Onde sonore contro il cancro al cervello
Per la prima volta alcuni ricercatori hanno utilizzato le onde sonore per tentare di arrestare il cancro. La ricerca è firmata da scienziati del Focused Ultrasound Center of Children Hospital University di Zurigo e si basa sull'uso del sistema Exablate Neuro di InSightec.
Gli ultrasuoni si concentrano su un punto preciso del corpo ed esercitano i loro effetti biologici benefici sui tessuti cancerogeni. La sperimentazione ha riguardato un paziente affetto da glioma.
“Il paziente era ... (Continua)
02/04/2014 12:52:00 Nei bambini il rischio sembra maggiore

Cellulari, vale il principio della precauzione
L'uso dei telefoni portatili andrebbe regolamentato in maniera più rigida informando i cittadini dei possibili rischi per la salute. Un esposto presentato al Tar del Lazio da un'associazione per la lotta all'elettrosmog e da un manager ammalatosi di tumore al cervello suggerisce l'introduzione della scritta “Nuove gravemente alla salute” anche sulle confezioni dei cellulari in vendita.
Maria Grazia Petronio, vice presidente dell’Associazione medici per l'ambiente Isde Italia, è favorevole a ... (Continua)

15/10/2013 Ma l'argomento è ancora molto dibattuto

Cellulari, nuovo studio li assolve
Telefonini, tablet e tutti gli altri strumenti senza fili che utilizziamo fanno male oppure no? Questione estremamente complessa che non trova ancora conclusioni dirimenti. Uno studio dell'Agenzia nazionale sanitaria francese (Anses) sembra rassicurare tutti gli utilizzatori.
Un gruppo di 16 esperti ha analizzato per due anni centinaia di studi scientifici realizzati sull'argomento, arrivando a evidenziare la differenza che sussiste fra gli effetti biologici, ovvero “cambiamenti di ordine ... (Continua)

15/05/2013 Allo studio riproduzioni virtuali perfette dei pazienti

Un avatar sarà il paziente del futuro
Un nuovissimo campo di ricerca in ambito medicale è senz'altro la biomedicina computazionale. La disciplina promette di rivoluzionare l'approccio alla cura del paziente grazie all'introduzione degli avatar, ovvero di riproduzioni virtuali ma ultra-affidabili dei pazienti in carne ed ossa allo scopo di sperimentare l'efficacia di trattamenti specifici e di trovare quello giusto per ognuno di noi. Con il vantaggio, peraltro, dell'abbandono della sperimentazione su modello ... (Continua)

11/12/2012 Una speranza contro il tumore cerebrale più maligno e incurabile
Una proteina contro il glioblastoma umano
Scoperto un meccanismo molecolare alla base della crescita esplosiva del tumore cerebrale più frequente nell’uomo, il Glioblastoma Multiforme (GBM), una forma tumorale inevitabilmente letale e incurabile, la cui incidenza è in continuo e preoccupante aumento.
Il risultato è frutto del lavoro di un gruppo di ricercatori della StemGen SpA, società di biotecnologie di Milano, in collaborazione con l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRRCS) Casa Sollievo della Sofferenza di ... (Continua)
20/11/2012 L'anticorpo aumenta il ventaglio delle utilizzazioni possibili
Bevacizumab efficace contro il glioblastoma
L'anticorpo monoclonale Bevacizumab si è mostrato efficace nel trattamento del glioblastoma, la forma più aggressiva di cancro al cervello. I risultati emergono dallo studio di fase III AVAglio, condotto su un gruppo di pazienti affetti dalla neoplasia con diagnosi recente dopo una biopsia. La metà di essi ha ricevuto l'avastin (il nome commerciale della molecola), l'altra metà un placebo.
L'assunzione del farmaco associata a chemioterapia e radioterapia riduce il rischio di mortalità e di ... (Continua)
02/10/2012 Scoperta alterazione alla base del processo di autoalimentazione
Il tumore si alimenta grazie a una mutazione genetica
Scoprire come il cancro alimenta se stesso e bloccarlo. È l'obiettivo ambizioso di un gruppo di ricercatori americani che hanno basato il loro studio sull'analisi di tessuti provenienti da rari tumori delle ghiandole endocrine.
Gli scienziati guidati da Karel Pacak della sezione di neuroendocrinologia del National Institute of Child Health & Human Development hanno individuato uno dei meccanismi attraverso i quali alcune tipologie di cancro riescono ad autoalimentarsi provocando un aumento ... (Continua)
14/09/2012 Studio conferma l'ipotesi del digiuno come arma anticancro

Il digiuno per migliorare radioterapia e chemio
Prima di sottoporsi a radio o chemioterapia, i pazienti dovrebbero sottoporsi a uno stato di digiuno di 48 ore. Lo afferma una ricerca condotta dalla University of Southern California e pubblicata su PLoS One, secondo la quale il digiuno contrasta e rende più vulnerabile il glioma, il più diffuso dei tumori cerebrali.
Nella sperimentazione, i ricercatori guidati da Valter Longo hanno analizzato gli effetti di digiuno abbinato a radioterapia, a chemioterapia, o quelli prodotti dalle singole ... (Continua)

  1|2|3

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale