Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 191

Risultati da 131 a 140 DI 191

26/09/2008 11:59:24 

Nuove terapie per linfomi e leucemie
Si conclude oggi a Bari il X° Congresso della SIES, la Società Italiana di Ematologia Sperimentale, che ha riunito oltre 1000 ematologi italiani per fare il punto sulle ricerche e le cure disponibili per le malattie del sangue. Al centro dell’interesse le nuove terapie biologiche di seconda generazione, che includono gli anticorpi monoclonali e le terapie mirate e che consolidano la svolta aperta da imatinib nel trattamento della leucemia mieloide cronica: da pochi giorni è disponibile in ... (Continua)

23/05/2008 
Da un ormone la cura per il mieloma multiplo
E' stato scoperto un ormone in grado di ostacolare la crescita del mieloma multiplo. In sintesi questa molecola è in grado di uccidere le cellule tumorali e ridurre la formazione dei vasi sanguigni dei quali le cellule hanno assoluto bisogno per nutrirsi.
La scoperta è stata fatta a Genova presso l'Istituto G. Gaslini, dal gruppo della dottoressa Irma Airoldi, responsabile di una nuova unita' indipendente di ricerca finanziata dall'AIRC (Start-up denominata Immunologia e Tumori) in ... (Continua)
19/05/2008 
Cellule del cordone ombelicale vincono la leucemia
Un nuovo studio americano identifica nelle cellule immunitarie fatte crescere dal sangue del cordone ombelicale con la nuova speranza per la cura della leucemia.
Le cellule immunitarie NK (natural killer) sono state prelevate dal sangue del cordone ombelicale da un team della University of Texas , diretto dal Dr Patrick Zweidler-McKay, e sono state fatte moltiplicare in laboratorio. Poi queste cellule sono state iniettate in topi malati di leucemia umana aggressiva. Dopo il trattamento le ... (Continua)
30/04/2008 
Bambini all'asilo rischiano meno la leucemia
E' vero che i bambini che frequentano l'asilo si ammalano di frequente, sicuramente molto più spesso di quelli che vengono affidati alla cura di nonni o tate, ma sembra che allo stesso tempo, paradossalmente, questi piccoli corrano meno rischi di contrarre la leucemia infantile.
L'insolita notizia arriva da uno studio condotto dai ricercatori dell'università della California a Berkeley (Usa). Gli scienziati hanno esaminato 14 ricerche eseguite su 20mila bambini, di cui 6mila erano affetti ... (Continua)
18/01/2008 
Nuove applicazioni per l'Ibritumomab nel linfoma
Cell Therapeutics, Inc. ha annunciato i risultati di uno studio clinico di fase II pubblicati sul Journal of Clinical Oncology che dimostrano come l’associazione di radio-immunoterapia ad alte dosi di chemioterapia (HDC), seguita da trapianto autologo di cellule staminali (ASCT), determini un’elevata (70%) sopravvivenza libera da progressione (PFS) a due anni, senza aggiungere effetti tossici alla HDC, sottolineando il ruolo potenziale della radio-immunoterapia nel trapianto autologo di cellule ... (Continua)
19/12/2007 

Birra, bevanda anti-leucemia
La birra contiene una sostanza in grado di garantire un potente effetto anti-leucemia.
Un team di ricerca, guidato dalla studiosa italiana Adriana Albini dell’Istituto Scientifico Multimedia, ha scoperto che nel luppolo è presente lo xantumolo, un antiossidante che mostra i suoi benefici effetti già in basse quantità.
Dalle sperimentazioni di laboratorio è emerso che questa sostanza può impedire la proliferazione delle cellule malate, provocare la morte (apoptosi) delle cellule ... (Continua)

29/10/2007 
Nuova classe di inibitori contro i tumori
Una nuova classe di inibitori tienopirimidinici della Src (famiglia di enzimi tirosin chinasici proto-oncogenici) dimostra una potente soppressione della crescita delle cellule Ba/F3 resistenti ad imatinib, comprendenti un’ampia gamma di mutazioni BCR-ABL, inclusa la T315I relativa alla leucemia mielogenica cronica.
Spyro Mousses, Ph.D., Senior Investigator and Director del Cancer Drug Development Laboratory presso il Translational Genomics Research Institute, ha presentato dati ... (Continua)
17/10/2007 
Nuovo farmaco per vincere la leucemia mieloide cronica
Contro la leucemia mieloide cronica (LMC), l’obiettivo di una vittoria completa non è più un miraggio. Dopo l’avvento di imatinib (Glivec), la terapia mirata in grado di assicurare percentuali di sopravvivenza di circa il 90 per cento, il Comitato scientifico dell’EMEA (CHMP) ha raccomandato nei giorni scorsi l’approvazione di Tasigna (nilotinib), nuovo farmaco Novartis destinato a trattare il piccolo numero di pazienti che manifestano resistenza o intolleranza al Glivec.
Il via libera ... (Continua)
10/07/2007 

Prevenire la perdita dei capelli nella chemioterapia
Grazia ad un antibiotico si potrà eliminare la fastidiosa perdita di capelli dei pazienti oncologici sottoposti alla chemioterapia, ma non tutti. La scoperta è di un team di ricercatori dell'università di Kyoto (Giappone), guidati dal professor Toshiyuki Sakai. La sostanza è l'alopestatina e potrebbe ridurre del 70 percento la perdita di capelli se usata in combinazione con alcuni tipi di farmaci chemioterapici. L’antibiotico non sarà somministrato per via orale ma applicato sulla testa ... (Continua)

05/07/2007 

Clofarabina e leucemia linfatica acuta
La leucemia linfatica acuta è la forma di tumore più frequente nei bambini e causa l'80% di tutti i casi di leucemia pediatrica. È una patologia che colpisce più frequentemente i bambini di età compresa tra 3 e 6 anni, indistintamente maschi e femmine. La Clofarabina è uno degli strumenti più potenti esistenti per la lotta alla leucemia linfatica acuta nel bambino ed è la prima molecola per la terapia nei casi più gravi.
"Credo che la clofarabina si possa annoverare tra le vere novità ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale