Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 191

Risultati da 91 a 100 DI 191

24/03/2011 Studio italiano su 832 pazienti sottolinea gli effetti del farmaco
Leucemia mieloide cronica, imatinib la guarisce
I pazienti affetti da Leucemia Mieloide Cronica (LMC) trattati per due anni con imatinib hanno un tasso di mortalità simile a quello della popolazione sana. Lo ha dimostrato la ricerca denominata ILTE (imatinib long time effects), i cui risultati saranno pubblicati sul Journal of the National Cancer Institute.
Lo studio ILTE, coordinato dal Prof. Carlo Gambacorti Passerini, professore associato di Medicina Interna presso la facoltà di Medicina dell’Università di Milano-Bicocca, è la prima ... (Continua)
24/02/2011 I primi pazienti trattati con un Crizotinib rispondono bene alla terapia

Novità nella cura dei linfomi ad alto grado di malignità
Vengono pubblicati oggi sul New England Journal of Medicine i risultati sul trattamento di pazienti affetti da linfoma ALK-positivo (conosciuto anche col nome di linfoma anaplastico a grandi cellule) con una nuova molecola, il crizotinib, che inibisce la proteina ALK alla base del linfoma.
Il gruppo di ricerca della facoltà di Medicina dell’Università di Milano-Bicocca, diretto dal Prof. Gambacorti Passerini, lavora da alcuni anni alla ricerca preclinica su questo tipo di linfoma e ha già ... (Continua)

24/01/2011 Al via in Italia sperimentazione di fase II del farmaco ponatinib

Nuovi orizzonti di ricerca in campo ematologico
Si chiama ponatinib ma dietro questo nome impronunciabile si cela la speranza per molti pazienti altrimenti condannati per la presenza della famosa mutazione T315I.
Le leucemie causate dal cromosoma Filadelfia (o Ph+) solitamente rispondono molto bene al trattamento con inibitori specifici della proteina Bcr-Abl, quali ad esempio imatinib. L’imatinib è una sostanza che appartiene a una nuova classe di farmaci antitumorali mirati, i cosiddetti inibitori della trasduzione del segnale. Esso ... (Continua)

15/12/2010 Uomo affetto dal virus guarisce dopo essersi sottoposto al trapianto

Le staminali guariscono anche l'Hiv
Dalla Germania, arriva l'eco di una clamorosa notizia. Un uomo, un paziente americano di nome Timothy Ray Brown, è guarito dall'Hiv dopo una terapia basata sul trapianto di cellule staminali associata a chemioterapia. L'aspetto stupefacente è che l'uomo era contemporaneamente affetto da una leucemia mieloide, un cancro del sistema immunitario.
Ebbene, secondo i dati pubblicati dal team di ricercatori tedeschi dell'Università di Berlino sulla rivista Blood, il paziente è da considerarsi ... (Continua)

07/12/2010 Nuovi dati sull'anticorpo monoclonale sperimentale
GA101 dimostra efficacia in pazienti con linfoma Non-Hodgkin
Sono stati resi noti i nuovi dati di efficacia di Fase II ottenuti dal composto sperimentale GA101 (RG 1759) per il trattamento del linfoma Non-Hodgkin (NHL) recidivato/refrattario, una forma comune di neoplasia del sangue. GA101 è il primo anticorpo monoclonale anti-CD20 glicoingegnerizzato di tipo II concepito specificamente per potenziare la distruzione delle cellule B neoplastiche inducendo altre cellule immunitarie ad attaccarle o inducendo direttamente la morte cellulare.
I ... (Continua)
06/12/2010 Diminuisce la mortalità della malattia in pazienti trattati con bosutinib

Leucemia mieloide cronica, nuovo farmaco per sconfiggerla
Dopo Imatinib, c'è un nuovo farmaco rivoluzionario per combattere la leucemia mieloide cronica. L’Unità di Ricerca Clinica, operativa presso l’ospedale San Gerardo di Monza e diretta dal Prof. Carlo Gambacorti Passerini, sperimenta e scopre il bosutinib.
Nel corso del meeting della Società Americana di Ematologia (ASH), tenutosi oggi a Orlando (USA), sono stati presentati dal Prof. Carlo Gambacorti Passerini i risultati di uno studio controllato, in cui il ... (Continua)

03/12/2010 10:39:28 Possibile la diagnosi prenatale dal 2° mese di gestazione

Arriva la celocentesi, e la talassemia mette meno paura
Per le coppie a rischio di avere un figlio affetto da talassemia arriva una nuova tecnica di diagnosi prenatale, la celocentesi, che permette di sapere, già dal 2° mese di gravidanza, lo stato di salute del feto. E la nuova metodica, messa a punto a Palermo, in futuro potrebbe essere usata anche per la Sindrome di Down e la Fibrosi Cistica.
Questo risultato è stato reso possibile dalla collaborazione tra l’Ospedale V. Cervello di Palermo, con un’equipe guidata da Aurelio Maggio, direttore di ... (Continua)

16/11/2010 11:19:45 Un fattore predittivo per diminuire i rischi di reazione

Talassemia, nuove certezze nel trapianto
Diminuire i rischi di reazioni avverse dopo trapianto di midollo osseo per i malati di talassemia.
Questo l'obiettivo di un gruppo di ricercatori dell'Università di Cagliari, che ha condotto uno studio per mettere a punto un nuovo metodo che consenta di scegliere il donatore di midollo più idoneo tenendo conto di un nuovo fattore predittivo. La talassemia è una forma di anemia mediterranea causata da un difetto nella sintesi dell'emoglobina, la proteina che trasporta l'ossigeno all'interno ... (Continua)

09/11/2010 13:18:46 Primo intervento in Italia, primato alle Scotte di Siena
Trapianto di midollo osseo cura grave malattia genetica
Il trapianto di midollo osseo per curare una grave malattia genetica, ora è possibile.
Il traguardo è stato raggiunto in Italia prima che nel resto d'Europa.
Il merito va al Centro Trapianti e Terapia Cellulare del policlinico universitario delle Scotte di Siena, diretto dal dottor Giuseppe Marotta, alla Neurologia Malattie Neurometaboliche, diretta dal professor Antonio Federico, e alla sezione di Malattie Neurologiche Rare, diretta dalla professoressa Maria Teresa Dotti. La terribile ... (Continua)
11/10/2010 L'ospedale Meyer di Firenze ha coordinato lo studio internazionale
Cura della leucemia linfobastica acuta Philadelphia Positiva
Dieci anni di lavoro, 14 Centri di Oncologia e Trapianto di tutto il mondo e i dati di oltre 600 bambini con questa rara malattia sono il frutto della ricerca pubblicata oggi sulla rivista Journal of Clinical Oncology.
I 600 bambini coinvolti nella ricerca sono affetti da una variante rara di leucemia. Si chiama leucemia linfoblastica acuta Philadelphia Positiva. In Italia si registrano solo 10 casi all’anno, troppo pochi da confrontare per imparare a conoscerla davvero. Così i maggiori ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale