Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3528

Risultati da 1071 a 1080 DI 3528

29/11/2013 15:20:18 Esercitare il cervello rallenta il decorso della malattia

Huntington, mente in esercizio e staminali
Allenare la mente e condurre una vita socialmente attiva aiuta a rallentare il decorso e a rendere meno evidenti i sintomi del morbo di Huntington, grave patologia caratterizzata dalla perdita progressiva di alcuni neuroni specifici, i neuroni spinosi medi, fondamentali per il controllo dei movimenti del corpo.
A dirlo è una ricerca condotta dall’Università del Western Australia ancora in fase di pubblicazione. Lo studio ha coinvolto 20 pazienti che hanno seguito per un periodo di 23 mesi un ... (Continua)

29/11/2013 14:29:53 Sperimentato con successo presso il Bambin Gesù

Funziona il vaccino anti-Hiv per i bambini
In attesa del vaccino per gli adulti, i medici del Bambino Gesù di Roma hanno sperimentato con successo il primo vaccino pediatrico terapeutico contro l’Hiv. I sanitari romani lo hanno testato su venti bambini, pubblicando i risultati sulla rivista Plos One.
La sperimentazione, condotta dall’immunoinfettivologo Paolo Palma e dall’équipe del prof. Paolo Rossi in collaborazione con l’Università di Tor Vergata, ha coinvolto alcuni bambini nati infetti per via materna. Il vaccino ha prodotto un ... (Continua)

28/11/2013 11:58:03 Alternativa proposta da uno studio del Cnr
Schistosomiasi, nuova speranza dall’oxamnichina
L’identificazione del gene e dell’enzima responsabili dell’attività dell’oxamnichina apre la strada allo sviluppo di nuovi strumenti di cura della malattia parassitaria. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Cnr. La rivista Science, dove lo studio sarà pubblicato, lo ha scelto tra quelli da segnalare in anticipo su ScienceExpress
Ne soffrono circa 200 milioni di persone nelle zone più povere del mondo e i suoi effetti sono così gravi e ... (Continua)
28/11/2013 11:01:29 Ricercatori svedesi scoprono un ceppo più aggressivo

Hiv, aumentano le infezioni e arriva un ceppo killer
Le nuove infezioni di Hiv sono in sensibile aumento, circa 4mila casi in più ogni anno, secondo le indicazioni della Società italiana di malattie infettive e tropicali. Ma a preoccupare non è soltanto questo aspetto.
Un team di ricercatori svedesi, infatti, ha scoperto l’esistenza di un nuovo ceppo del virus molto più aggressivo che determina una diffusione più rapida dell’Hiv nell’organismo e una più veloce evoluzione della malattia nella Sindrome da immunodeficienza acquisita, ... (Continua)

27/11/2013 13:08:14 Scoperto il meccanismo di innesco dell’infezione
Hiv, il virus a orologeria
Il virus Hiv può rimanere silente per anni prima di sferrare il suo micidiale attacco all’organismo e determinare così l’Aids. Una ricerca internazionale ha indagato gli aspetti di questa peculiarità del virus, che lo rende tanto difficile da combattere.
Un team del Westmead Millennium Institute di Sydney ha pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences uno studio in collaborazione alcuni colleghi svedesi sulla capacità dell’Hiv di nascondersi nelle cellule del sistema ... (Continua)
27/11/2013 Procedura messa a punto da un’équipe italiana
Nuova tecnica per operare i tumori al fegato
La diagnosi di tumore inoperabile è la più dura da accettare. Una nuova tecnica messa a punto da un team dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano diretto da Vincenzo Mazzaferro consente però di intervenire anche in quei casi disperati.
La procedura, descritta sulle pagine di Surgery, è stata sperimentata con successo su 10 pazienti affetti da tumore del fegato. Per 9 di loro ciò ha significato la salvezza. Soltanto un paziente è morto tre anni dopo l’intervento per una metastasi al ... (Continua)
26/11/2013 13:00:30 Terapia approvata anche per i casi non precedentemente trattati
Melanoma, l'ok dell'Europa per ipilimumab
La Commissione Europea ha espresso parere favorevole per l’utilizzo in prima linea di ipilimumab nella terapia dei pazienti adulti con melanoma avanzato (non operabile o metastatico). Ipilimumab, già approvato in Europa a luglio 2011 per il trattamento di pazienti adulti con melanoma avanzato precedentemente trattati e disponibile in Italia da febbraio 2013, rappresenta il più importante avanzamento nella cura di questa malattia negli ultimi 30 anni, offrendo per la prima volta un beneficio in ... (Continua)
26/11/2013 11:47:52 Opzione per i pazienti affetti da sintomatologia severa

Gambe senza riposo, una speranza dagli oppioidi
Dolore, crampi notturni, formicolii, scatti involontari e, soprattutto, un desiderio irrefrenabile di muovere gli arti inferiori. È la “sindrome delle gambe senza riposo”, nota anche come Restless Legs Syndrome (RLS), una malattia neurologica cronica che compare di solito dopo i 40-45 anni e affligge il 5-10% della popolazione adulta, con un rapporto donne/uomini di circa 2:1.
Non esistono ad oggi cure risolutive ma solo farmaci in grado di attenuarne i sintomi; 4 pazienti su 10, tuttavia, ... (Continua)

25/11/2013 12:36:15 Il bersaglio è l'enzima JAK2
Nuovo trattamento per la leucemia resistente
Uno studio australiano pone le basi per un nuovo tipo di trattamento della forma più aggressiva della leucemia. I ricercatori del Peter MacCallum Cancer Center di Melbourne hanno escogitato un nuovo tipo di approccio, denominato a “doppia canna”, per aumentare la sopravvivenza a lungo termine dei pazienti affetti dalla leucemia resistente ai trattamenti.
Alla base di questa forma della malattia c'è l'enzima JAK2, che alimenta una forma particolarmente violenta del tumore. “Sono forme ... (Continua)
23/11/2013 12:15:50 La crisi cardiaca è spesso annunciata settimane prima

I segni premonitori di un infarto
L'infarto è quanto di più improvviso possa capitare, almeno nell'immaginario collettivo. Tuttavia, pare non sia proprio così in un buon numero di casi. Possono infatti manifestarsi alcuni segni premonitori che dovrebbero mettere sull'avviso la futura vittima.
A dirlo è una ricerca condotta da un gruppo di scienziati del Cedars-Sinai Heart Institute di Los Angeles coordinato dal prof. Eloi Marijon. Lo studio, presentato durante un convegno dell'American Heart Association, è stato realizzato ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317| 318| 319| 320| 321| 322| 323| 324| 325| 326| 327| 328| 329| 330| 331| 332| 333| 334| 335| 336| 337| 338| 339| 340| 341| 342| 343| 344| 345| 346| 347| 348| 349| 350| 351| 352| 353

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale