Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3528

Risultati da 3161 a 3170 DI 3528

20/01/2004 
Le vitamine E e C riducono il rischio Alzheimer
Negli anziani che assumono una combinazione di integratori di vitamine E e C l'incidenza del morbo di Alzheimer si riduce del 78%.
E’ quanto emerge da uno studio coordinato da Peter Zandi, della Johns Hopkins University in Baltimore.
I ricercatori hanno anche osservato che se le vitamine vengono assunte da sole e non insieme, oppure inserite in un complesso multivitaminico, l’effetto protettivo nei confronti dell’Alzheimer non è invece apprezzabile.Secondo Zandi, pare che quando le due ... (Continua)
18/01/2004 
La Terapia Combinata per l'ipertrofia prostatica benigna
L'Ipertrofia Prostatica Benigna è una patologia legata all'invecchiamento diffusa nell'uomo a partire dai quarant'anni. Non è grave, ma è una malattia sociale in piena regola considerate la vasta diffusione, la grande rilevanza sulla qualità di vita e il notevole impatto socioeconomico, sono infatti oltre 6 milioni in Italia e circa 20 milioni in Europa gli uomini colpiti da ipertrofia prostatica benigna. Una patologia che interessa piu' di un over 60 su due e il 90% degli ultra 85enni, ... (Continua)
14/01/2004 
Merito di un gene marcia in più dell’uomo sulle scimmie
L’uomo in fondo non è molto diverso da uno scimpanzé, ma le caratteristiche specifiche di un gene sono state determinanti nel decretare la fortuna dell'uomo rispetto agli altri primati, grazie ad una corteccia cerebrale molto più sviluppata.
Gli studiosi dell’Howard Hughes Medical Institute (HHMI), in Usa, coordinati da Bruce Lahn, dell'universita' di Chicago hanno scoperto infatti la profonda differenza nella copia umana del gene in questione rispetto al gene presente negli altri ... (Continua)
08/01/2004 
Il fumo aumenta del 30% il rischio di cancro al seno
Secondo una ricerca americana, il rischio del cancro di seno per le donne fumatrici è più alto del 30 per cento, ma una ricercatrice britannica invita a considerare che l’alcol assunto dalle donne esaminate potrebbe falsare la ricerca.
Lo rivela uno studio condotto da ricercatori statunitensi su 16.544 donne pubblicato su Journal of the National Cancer Institute.
Ricerche precedenti avevano fornito risultati più contraddittori. In alcune risultava persino che il fumo potesse ... (Continua)
07/01/2004 

La mania per il culturismo può celare l’anoressia inversa
E’ stata definita “anoressia inversa” per via dell’analogo e contrario meccanismo con cui si manifesta rispetto a quella “classica”. Anch’essa catalogata tra i disturbi del comportamento alimentare, si manifesta principalmente nei maschi invece che nelle femmine, consiste nell’ossessione di vedersi troppo gracili invece che troppo grassi, ma come per l’anoressia “classica” ha dei risvolti psicologici, che spesso affondano le radici nella propria infanzia. Ad essere oggetto di sfogo del ... (Continua)

07/01/2004 
Policitemia Vera: meno rischi di trombosi con Aspirina
L'Aspirina è efficace e sicura contro il rischio trombosi nei pazienti con policitemia vera.
Somministrata a basse dosi, l’aspirina riduce significativamente il rischio di trombosi in pazienti affetti da policitemia vera, una malattia proliferativa cronica caratterizzata da un progressivo aumento dei globuli rossi e causata dall’alterato funzionamento delle cellule staminali del midollo emopoietico. Questi i risultati dello studio pubblicato oggi sul “New England Medical Journal” da ... (Continua)
07/01/2004 
Nuova scoperta sulle cause dell’Alzheimer
Dopo la notizia di poche settimane fa che rivelava che la risonanza magnetica è in gradi di predire il morbo di Alzheimer al 90%, una nuova scoperta consente di capire di più sui meccanismi che danno origine alla malattia, tanto che si dice che sia stata trovata la tessera mancante del 'mosaico' di eventi che la scatenano. Il morbo di Alzheimer è la forma piu' comune di demenza senile ed è una forma neurodegenerativa dovuta alla eccessiva morte dei neuroni della corteccia cerebrale. I suoi ... (Continua)
24/12/2003 
Dall'Australia nuovo farmaco per tumore alla prostata
Un nuovo farmaco potrebbe dare speranza agli uomini colpiti da cancro ella prostata in stato avanzato.
Il farmaco agisce inibendo lo sviluppo delle cellule tumorali quando altri trattamenti risultano inefficaci. Dopo i risultati positivi ottenuti nei test su animali, scienziati australiani stanno per avviare la sperimentazione sull'uomo.
I medici del Royal Melbourne Hospital e l'azienda Cytopia, di Melbourne, hanno sviluppato una nuova molecola il cui effetto e' ''mettere i ... (Continua)
23/12/2003 
Ruolo di una proteina nella paraplegia spastica ereditaria
Senza paraplegina i mitocondri, le centrali energetiche della cellula, fanno fatica a respirare e a produrre energia. Così le cellule nervose coinvolte nel danno diventano più sensibili al cosiddetto “stress ossidativo” - alla presenza cioè di radicali liberi -, soffrono e man mano muoiono seguendo i meccanismi tipici della neurodegenerazione, processo che caratterizza altre malattie tra cui l’Alzheimer, il Parkinson, la sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e l’atassia di Friedreich. La ... (Continua)
22/12/2003 
Per il cancro utili gli antivirali usati contro l'Aids
Le terapie efficaci contro l'Aids potranno risultare utili anche nella lotta contro i tumori non collegati al l'Aids, cioè contro le neoplasie in generale? Per ora è soltanto un'ipotesi da verificare, che ha preso forma sulla base di esperimenti su cavie. Di certo, a partire dalla metà degli anni Novanta, molecole come l'indinavir, cioè gli inibitori della proteasi, oltre a ridurre la mortalità per Hiv, avevano fatto diminuire drasticamente i tumori correlati all'Aids (come il sarcoma di ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317| 318| 319| 320| 321| 322| 323| 324| 325| 326| 327| 328| 329| 330| 331| 332| 333| 334| 335| 336| 337| 338| 339| 340| 341| 342| 343| 344| 345| 346| 347| 348| 349| 350| 351| 352| 353

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale