Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 3528

Risultati da 3511 a 3520 DI 3528

27/02/2001 
Asma diverse caratteristiche tra maschi e femmine
Le ultime ricerche sull'asma hanno permesso di individuare un comportamento diverso di questa patologia tra uomini e donne. In queste ultime sembra che l'affezione tenda a risparmiarle entro i 4 anni di vita, quando il numero effettivamente di femmine colpite risulta essere due volte inferiore a quello dei maschi. Crescendo e attraversando il periodo della pubertà, però avviene un'inversione di tendenza e si nota che l'incidenza della malattia tende a diminuire nei maschi e a crescere nelle ... (Continua)
27/02/2001 
Scoperta sulla genesi della leucemia
Le ricerche del professor Biondi della clinica pediatrica dell'università di Milano Bicocca, stanno dando i loro frutti. Un'importante scoperta è stata fatta sulla genesi della leucemia linfoblastica acuta, una malattia tumorale che colpisce frequentemente i bambini e che è caratterizzata dalla produzione di linfociti anomali. La ricerca, svolta in collaborazione con ricercatori britannici, ha individuato l'errore genico che dà origine alla malattia. Si tratta di un'anomala posizione di due ... (Continua)
27/02/2001 
Asma e gravidanza
Da una a quattro donne su cento in gravidanza soffrono di asma bronchiale, malattia cronica delle vie aeree da cui sono affette già prima del concepimento. Il principale problema da affrontare è spesso il mancato o insufficiente trattamento farmacologico dell'asma per il timore di effetti negativi sul nascituro. Studi epidemiologici hanno dimostrato che è invece l'asma (soprattutto nei casi più gravi e senza adeguata terapia) a creare le complicazioni più importanti sia per la madre che per il ... (Continua)
22/02/2001 
L'afta epizootica non è pericolosa per l'uomo
Nulla di nuovo, un semplice virus che colpisce solo pecore, vacche ed in particolare i maiali, ma niente pericolo per l'uomo. Ad affermarlo il dottor Antonio Pazzaglia, veterinario specializzato nei grossi animali, i bovini in particolare, assicurando che gli uomini non corrono alcun pericolo per l'afta epizootica. ''Non porta lesioni all'uomo. Al massimo puù provocare qualche piccola bollicina rossa'' assicura Pazzaglia aggiungendo ''al contrario, per gli animali e' praticamente mortale ... (Continua)
21/02/2001 
Trapianto cornea a rischio di herpes
Prima di procedere con una un intervento di trapianto della cornea è bene ricordarsi di fare un'esame sierologico del virus erpetico HSV-1. A dare questo consiglio sono un gruppo di medici olandesi, che hanno dimostrato, per la prima volta, che esite la possibilità della trasmissione del virus attraverso questo intervento. Si sa che l'agente responsabile della malattia di Creutzfeldt-Jakob, i virus dell'epatite B C, quello della rabbia e il Citomegalovirus possono essere trasmessi attraverso la ... (Continua)
15/02/2001 
Ambienti di lavoro all'origine dell'asma
Sono spesso gli ambienti di lavoro e di studio i luoghi dove si annidano sostanze che provocano l’asma degli adulti. Lo rivela una ricerca condotta da Anthony R. Johnson dell’Università di Sydney, in collaborazione con un’équipe canadese. Secondo Johnson, ’’l’asma legata all’esposizione sui luoghi di lavoro e’ un fenomeno molto più comune rispetto a quanto ritenuto fino ad ora’’. Batteri, funghi, muffe, polveri, fumi e gas sono stati riconosciuti colpevoli di scatenare l’asma in ufficio. Sotto ... (Continua)
15/02/2001 
Vertebre a rischio in caso di frattura
Se avete subito una frattura vertebrale, se siete donna, entro un anno dall’episodio, potreste correre il rischio di ritrovarvi di nuovo con lo stesso tipo di frattura. E’ quanto evidenziato da uno studio internazionale condotto su 2.725 donne di 74 anni, in menopausa da almeno 28 anni. E’ noto che precedenti di frattura aumentano il rischio di nuova frattura, ma l’équipe coordinata dal dottor Robert Lindsay ha valutato il rischio durante il periodo immediatamente successivo a una frattura ... (Continua)
15/02/2001 
Novità sulla sclerosi multipla
Una produzione innata di basse concentrazioni di IL-10 (interleuchina 10) e di alte concentrazioni di Tnf (Tumor Necrosis Factor) quadruplica il rischio di sclerosi multipla (Ms) recidivante e remittente, rispetto a una produzione endogena di alte dosi di IL-10 e basse dosi di Tnf. E’ quanto dimostrato da uno studio olandese condotto da ricercatori dell’Università di Leida, confermando in qualche modo il ruolo chiave di queste citochine nella patogenesi di questa malattia neurologica. Gli ... (Continua)
15/02/2001 
Mononucleosi e gravidanza
La mononucleosi, altrimenti conosciuta come “malattia del bacio”, è una malattia virale che normalmente si contrae durante l’età adolescenziale, attraverso la saliva e un contatto ravvicinato, per cui il bacio resta il sistema migliore per trasmetterlo. Non provoca una sintomatologia grave, assimilabile sostanzialmente ad una influenza. Quindi diciamo che ha un andamento benigno. Per quanto riguarda poi la sua trasmissione materno fetale non ci sono grossi problemi. Perché anche se contratta ... (Continua)
15/02/2001 
Contro la leucemia
"Una nuova terapia per distruggere le cellule responsabili della leucemia. La scoperta arriva da ricercatori dell’Hammersmith Hospital e dell’Imperial College School of Medicine di Londra che hanno isolato un gene, denominato WT-1, in grado di individuare e distruggere le cellule della leucemia. Gli scienziati hanno lavorato alla ricerca, che a loro avviso rappresenta ’’una speranza per migliaia di malati’’, per sei anni, grazie a fondi statali dedicati allo studio di questa patologia, ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23| 24| 25| 26| 27| 28| 29| 30| 31| 32| 33| 34| 35| 36| 37| 38| 39| 40| 41| 42| 43| 44| 45| 46| 47| 48| 49| 50| 51| 52| 53| 54| 55| 56| 57| 58| 59| 60| 61| 62| 63| 64| 65| 66| 67| 68| 69| 70| 71| 72| 73| 74| 75| 76| 77| 78| 79| 80| 81| 82| 83| 84| 85| 86| 87| 88| 89| 90| 91| 92| 93| 94| 95| 96| 97| 98| 99| 100| 101| 102| 103| 104| 105| 106| 107| 108| 109| 110| 111| 112| 113| 114| 115| 116| 117| 118| 119| 120| 121| 122| 123| 124| 125| 126| 127| 128| 129| 130| 131| 132| 133| 134| 135| 136| 137| 138| 139| 140| 141| 142| 143| 144| 145| 146| 147| 148| 149| 150| 151| 152| 153| 154| 155| 156| 157| 158| 159| 160| 161| 162| 163| 164| 165| 166| 167| 168| 169| 170| 171| 172| 173| 174| 175| 176| 177| 178| 179| 180| 181| 182| 183| 184| 185| 186| 187| 188| 189| 190| 191| 192| 193| 194| 195| 196| 197| 198| 199| 200| 201| 202| 203| 204| 205| 206| 207| 208| 209| 210| 211| 212| 213| 214| 215| 216| 217| 218| 219| 220| 221| 222| 223| 224| 225| 226| 227| 228| 229| 230| 231| 232| 233| 234| 235| 236| 237| 238| 239| 240| 241| 242| 243| 244| 245| 246| 247| 248| 249| 250| 251| 252| 253| 254| 255| 256| 257| 258| 259| 260| 261| 262| 263| 264| 265| 266| 267| 268| 269| 270| 271| 272| 273| 274| 275| 276| 277| 278| 279| 280| 281| 282| 283| 284| 285| 286| 287| 288| 289| 290| 291| 292| 293| 294| 295| 296| 297| 298| 299| 300| 301| 302| 303| 304| 305| 306| 307| 308| 309| 310| 311| 312| 313| 314| 315| 316| 317| 318| 319| 320| 321| 322| 323| 324| 325| 326| 327| 328| 329| 330| 331| 332| 333| 334| 335| 336| 337| 338| 339| 340| 341| 342| 343| 344| 345| 346| 347| 348| 349| 350| 351| 352| 353

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale