Analisi cliniche
Balbuzie
Bellezza
Chirurgia
Cardiologia
Dermatologia
Diabete
Ematologia
Endocrinologia
Farmacologia
Flebologia
Gastroenterologia
Gravidanza
Genetica
Geriatria
Ginecologia
Handicap
Malattie infettive
Malattie renali
Neurologia
Pediatria
Psicologia
Oculistica
Odontoiatria
Ortopedia
Orecchie e gola
Sclerosi
Trapianti
Tumori
Viaggi
Dossier
Prontuario A L
Prontuario M Z
Farmaci generici

 
Ricerca articoli per parole

 
Pubblicità

ARTICOLI TROVATI : 223

Risultati da 1 a 10 DI 223

12/02/2016 12:42:57 Studio svela che il trattamento è sicuro come la radioterapia

La terapia protonica per il medulloblastoma infantile
Uno studio americano segnala la sicurezza e l'efficacia della terapia a fascio protonico per il medulloblastoma infantile. Lo studio, pubblicato su Lancet Oncology da un team coordinato da Torunn Yock del Massachusetts General Hospital di Boston, ha evidenziato una sicurezza paragonabile alla radioterapia convenzionale, con tassi di sopravvivenza sovrapponibili.
La dott.ssa Yock spiega: «Il medulloblastoma è il tumore cerebrale maligno più comune nei bambini, e viene di solito trattato sia ... (Continua)

14/01/2016 Diagnosticare il cancro in 30 minuti

Un test del sangue per scoprire i tumori
Il futuro delle diagnosi per quanto riguarda il cancro non appartiene alle biopsie. Illumina Inc., un'azienda specializzata nel sequenziamento del genoma, sta studiando un nuovo esame del sangue in grado di diagnosticare un tumore in maniera precoce. Per farlo si servirebbe di frammenti di geni provenienti dalle cellule tumorali presenti nel sangue.
Il lavoro di realizzazione del test è iniziato 18 mesi fa. Jay Flatley, direttore esecutivo di Illumina, ha detto che ci vorrà almeno un altro ... (Continua)

07/01/2016 Importante scoperta di un team di scienziati italiani

Una proteina fermerà il cancro al cervello
Il glioblastoma, il più temibile dei tumori cerebrali, ha svelato una delle sue armi. Un team della Columbia University di New York guidato dagli italiani Antonio Iavarone e Anna Lasorella ha scoperto infatti che a favorire il mantenimento delle cellule staminali neoplastiche del glioblastoma è una proteina denominata ID2.
La proteina riuscirebbe ad innescare una cascata di eventi molecolari alla base dello sviluppo e della progressione del tumore. I ricercatori, che hanno pubblicato la ... (Continua)

05/01/2016 11:04:00 Il punto della situazione sull'approccio terapeutico alla malattia

Melanoma avanzato, una rivoluzione nelle terapie
Nell’ambito della gestione clinica del melanoma, negli ultimi anni sono emerse rilevanti novità soprattutto in termini terapeutici. Sotto il profilo dell’approccio medico, infatti, è cambiata la storia naturale della malattia nella fase avanzata e si è aperto uno scenario eccellente per la prospettiva di sopravvivenza dei pazienti.
Fino a poco tempo fa la chemioterapia era considerata il trattamento standard nei pazienti con melanoma metastatico. Negli ultimi anni, l’approccio terapeutico ... (Continua)

21/12/2015 11:04:00 L'uso dei campi elettrici aumenta la sopravvivenza se associato a chemioterapia

Una terapia innovativa per il glioblastoma
In caso di glioblastoma l'uso dei campi elettrici associati alla chemioterapia ha l'effetto di aumentare la sopravvivenza libera da progressione e quella generale. Lo dice uno studio pubblicato su Jama da ricercatori dell'Ospedale universitario di Zurigo.
La terapia in questione si chiama Tumor Treating Fields (TTFields) e può essere somministrata attraverso un dispositivo medicale portatile, creando campi elettrici alternati a bassa intensità nel tumore. I campi elettrici riescono a ... (Continua)

18/12/2015 11:26:00 Fondamentali lo screening e il trattamento di un cancro in fase iniziale

Diagnosi precoce per evitare tumori del seno invasivi
Uno studio apparso su The Lancet Oncology indaga in maniera specifica il nesso fra diagnosi precoce del carcinoma duttale in situ (Dcis) e l'incidenza del tumore al seno invasivo.
Per scongiurare la successiva insorgenza di un tumore invasivo sono fondamentali sia lo screening che il trattamento di un cancro al seno in fase iniziale. Lo studio, svolto dai ricercatori della Queen Mary University di Londra, è firmato da Stephen Duffy, che spiega: «Il carcinoma duttale in situ è una forma ... (Continua)

16/12/2015 17:17:00 L'approccio chirurgico si rivela migliore nell'aumentare la sopravvivenza

La chirurgia migliora la sopravvivenza nel cancro al seno
Nelle donne affette da cancro al seno in stadio IV la sopravvivenza migliora grazie alla chirurgia locale. Lo dice uno studio pubblicato su Jama Surgery da un team dell'Università dell'Iowa che si è servito dei dati del Surveillance, Epidemiology, and End Results (Seer).
Mary Schroeder, la coordinatrice dell'analisi, spiega: «Il trattamento locale del tumore primario in stadio IV, spesso considerato incurabile, è ancora oggetto di dibattito». I ricercatori hanno analizzato l'impatto della ... (Continua)

10/12/2015 14:25:00 Lo studio fRida apre la strada a una cura per il tipo triplo-negativo

Tumore del seno, vanno aggredite le staminali tumorali
Nell'epoca delle terapie target, disegnate su uno specifico obiettivo terapeutico, l'oncologia medica si trova di fronte alla necessità di individuare nuove vie per combattere tumori caratterizzati dalla presenza di cellule prive di marcatori specifici verso cui indirizzare l'azione dei farmaci.
In questo senso, la ricerca italiana punta ad aprire una strada innovativa per il tumore della mammella triplo negativo, che rappresenta circa il 15% dei casi di tumore della mammella. L'obiettivo ... (Continua)

18/11/2015 16:13:55 Meglio prolungarla per migliorare la prognosi

La deprivazione androgenica nel tumore della prostata
Proseguire la terapia di deprivazione androgenica oltre i termini stabiliti dai protocolli migliora nettamente la prognosi del cancro alla prostata. A dirlo è lo studio RTOG 9202 presentato nel corso del Meeting annuale dell'American Society for Radiation Oncology.
La ricerca, firmata da Colleen Lawton del Medical College of Wisconsin, ha analizzato pazienti affetti da carcinoma prostatico localmente avanzato trattato con radioterapia. Spiega la prof.ssa Lawton: «Sulla base di questi dati ... (Continua)

09/11/2015 17:23:19 Efficacia maggiore sulle recidive
Sarcoma, chemio e radio prima dell'intervento
Prima di intervenire chirurgicamente sui sarcomi dei tessuti molli è preferibile applicare un programma di chemio e radioterapia integrata. L'efficacia sulle recidive, infatti, sarà maggiore.
Lo dice uno studio realizzato da Alessandro Gronchi dell'Istituto nazionale dei tumori di Milano in collaborazione con un team italo-spagnolo. Lo studio, pubblicato sul Journal of Clinical Oncology, dimostra che la somministrazione pre-operatoria di tre cicli di chemioterapia, anche in combinazione con ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10|11| 12| 13| 14| 15| 16| 17| 18| 19| 20| 21| 22| 23

Mappa del sito Contattaci: italiasalute(leva le parentesi)@tiscali.it

Redazione e negozio TEL. 0686764110 FAX 1786064458 Via A. Serra 81/b (Fleming), 00191 Roma
Negozio e Centro medico TEL. 06 200.61.24, via F.Conti 66, 00133 Roma

Trovi: Botoina, Rilastil, Lierac, Phyto, Roc, Somatoline, Vichy, Crescina, Babygella, Pampers, Chicco, Moltex

Le informazioni di medicina e salute non sostituiscono
l'intervento del medico curante. Nessuna responsabilità è assunta riguardo ai liberi commenti inseriti dai visitatori del sito.

Copyright © 2000-2013 Italiasalute s.r.l. Riproduzione riservata anche parziale