ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 51 a 60 DI 100

18/05/2023 10:40:00 Il suo Dna ha rallentato lo sviluppo della malattia

L’uomo che ha resistito all’Alzheimer
Le mutazioni genetiche tolgono, le mutazioni genetiche danno. In questo caso si parla di anni di vita, quelli di cui ha beneficiato un uomo colombiano che, portatore della variante genetica Presenillina 1, avrebbe dovuto sviluppare una forma precoce di Alzheimer entro i 40 anni.
Non è andata così. L’uomo ha condotto una vita normale fino a 67 anni, quando effettivamente sono comparsi i primi segnali del declino cognitivo moderato. L’uomo è poi morto nel 2019 a 74 anni.
Quello che è ... (Continua)

15/05/2023 14:35:00 Ricercatori fanno luce sul suo funzionamento

Lecanemab per l'Alzheimer
Il nuovo farmaco per l’Alzheimer Lecanemab potrebbe bloccare alcuni aggregati della proteina beta-amiloide che fluttuano nel fluido del tessuto cerebrale raggiungendo anche regioni remote del cervello.
«Il nostro lavoro mostra per la prima volta che un farmaco può effettivamente curare le persone con Alzheimer e rallentare il declino cognitivo», afferma Dennis Selkoe del Brigham and Women's Hospital di Boston, autore dello studio pubblicato su Neuron.
I ricercatori sospettavano che ... (Continua)

05/05/2023 12:20:00 Avere qualcuno con cui confidarsi abbatte il rischio

Le relazioni sociali riducono il rischio di demenza
Intrattenere rapporti sociali che consentano di confidarsi ha l’effetto di ridurre il rischio di soffrire di demenza. A dirlo è un nuovo studio pubblicato sul Journal of the Alzheimer Association da un team della University of New South Wales di Sydney.
La cosa più importante, secondo i ricercatori, è sentirsi impegnati all’interno di una comunità.
Gli scienziati australiani hanno realizzato una metanalisi di 13 studi longitudinali, esaminando i dati di oltre 39.000 persone dai 65 anni in ... (Continua)

02/05/2023 14:30:00 L’analisi mnemonica può aiutare a prevedere chi si ammalerà

Un test della memoria per anticipare l’Alzheimer
Anticipare la comparsa dell’Alzheimer grazie a un test mnemonico. Anticipare la comparsa dell’Alzheimer grazie a un test mnemonico. È quanto suggerisce uno studio dell’Albert Einstein College of Medicine di New York diretto da Ellen Grober che ha esaminato le capacità di SOMI, un test in grado di prevedere la transizione dalla cognizione normale al deterioramento cognitivo sintomatico incidente grazie a un’analisi dello stato mnemonico.
«Prove crescenti indicano che un sottogruppo di ... (Continua)

24/04/2023 Un piccolo animale marino potrebbe aiutare la ricerca

Il segreto per sconfiggere Alzheimer e Parkinson
Non conosciamo ancora quali siano le cause di malattie come l’Alzheimer o il Parkinson; di conseguenza, le terapie a disposizione non sono purtroppo in grado di arrestare o rallentare la patologia. Ciò vale per tutte le cosiddette “malattie neurodegenerative”, che comprendono anche nomi noti, quali la Sclerosi Laterale Amiotrofica, e meno noti come la Demenza o Sindrome Fronto-Temporale (FTD).
Ma un inatteso aiuto potrebbe arrivare da un piccolo animale marino, l’invertebrato di nome ... (Continua)

03/04/2023 12:33:00 Perdita di volume cerebrale nei pazienti che li assumono

I farmaci anti-Alzheimer rimpiccioliscono il cervello
L’assunzione di farmaci diretti contro la malattia di Alzheimer ha l’effetto di ridurre il volume cerebrale. Lo afferma uno studio pubblicato su Neurology da un team del Florey Institute of Neuroscience and Mental Health di Melbourne.
Tra i farmaci analizzati c’è anche l’anticorpo lecanemab, l’ultimo ad essere stato approvato per il trattamento della malattia.
La metanalisi mostra una maggiore perdita di volume cerebrale nei pazienti trattati rispetto a quelli che hanno assunto un ... (Continua)

28/03/2023 10:50:00 Significative alterazioni della retina nei pazienti

Negli occhi gli indizi dell’Alzheimer
Scoprire l’Alzheimer analizzando lo stato degli occhi. È quello che hanno fatto i ricercatori del Cedars-Sinai di Los Angeles pubblicando i dettagli della loro scoperta su Acta Neuropathologica.
Secondo i ricercatori americani, negli occhi dei pazienti affetti da Alzheimer sarebbero evidenti delle alterazioni della retina e la riduzione di alcune popolazioni di cellule.
La dott.ssa Koronoyo-Hamaoui – coordinatrice dello studio – spiega: “È la prima ricerca ad aver analizzato l'impatto ... (Continua)

27/03/2023 09:50:00 Lo straordinario lavoro fa luce sull’ippocampo umano

Creato il primo modello 3D della rete neurale
È stato realizzato il primo modello virtuale in 3D della struttura e della connettività neuronale dell’area CA1 dell’ippocampo umano. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Computational Science, descrive la tecnologia utilizzata per la ricerca e rappresenta un primo risultato del lavoro di gruppi appartenenti a Ebrains-Italy finanziata dal Mur, tramite la Commissione Europea (Next-Generation EU), nell'ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e diretta dal Cnr.
Il ... (Continua)

20/03/2023 15:40:00 Minori rischi di demenza e declino cognitivo per chi fa sport

L’attività fisica migliora le funzioni cognitive
Praticare sport in maniera regolare aiuta a conservare una buona funzione cerebrale. A dirlo è uno studio pubblicato sul Journal of Neurology Neurosurgery & Psychiatry da un team dello University College di Londra.
«L'attività fisica è stata associata in modo modesto a minori rischi di demenza, declino cognitivo e perdita dell'acuità mentale in età avanzata. Ma non è noto se i tempi, la frequenza o il mantenimento dell'attività fisica nel tempo libero nel corso della vita possano essere ... (Continua)

16/03/2023 La memantina sembra utile per ridurre i sintomi

Un farmaco per tricotillomania e dermatillomania
Un farmaco utilizzato per il trattamento dell’Alzheimer ha mostrato efficacia nella riduzione dei sintomi in persone affette da tricotillomania e dermatillomania. A dimostrarlo è uno studio pubblicato sull’American Journal of Psychiatry da un team della University of Chicago.
Jon Grant, coordinatore dello studio, commenta: «Non c'è alcun farmaco attualmente approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti per questi disturbi, che possono causare perdita di capelli e danni ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale