ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 1 a 10 DI 100

29/02/2024 09:45:00 È possibile intervenire sul gene difettoso senza modificare il Dna

Ipercolesterolemia, nuova strategia per spegnerla
Dopo l’editing genetico, cioè la modifica mirata della sequenza di Dna di un gene, arriva quello epigenetico: la possibilità di modulare il livello di attivazione di un gene senza intervenire sulla sua sequenza. È un ambito di ricerca diventato molto attivo negli ultimi anni e ora un articolo sulla rivista Nature propone la prima prova della sua efficacia a lungo termine nello spegnimento di un gene in vivo, in un organismo modello. A firmare il lavoro è l’équipe di Angelo Lombardo, ... (Continua)

27/02/2024 14:53:26 Nuove idee sui meccanismi del Long Covid e comprensione delle cause

Long Covid, alla base la stimolazione cronica dell’antigene
Uno studio pubblicato su medRxiv indica una via su come trattare il long COVID e come individuarlo.
La causa secondo i ricercatori del Department of Women’s and Children’s Health al Karolinska Institutet di Solna (Svezia) è la stimolazione antigenica persistente, e che elevati livelli di IgG specifiche per SARS-CoV-2 identificano in modo affidabile la patologia.
“Quanto abbiamo scoperto indica una stimolazione cronica da parte degli antigeni virali, facendo così luce sui complessi aspetti ... (Continua)

27/02/2024 12:50:00 Centinaia gli esemplari colpiti, potrebbe minacciare anche l’uomo

La malattia del cervo zombie
Sembra un nome degno da film horror di serie B, ma negli Stati Uniti e in Canada le autorità sanitarie hanno definito malattia del cervo zombie una condizione che sta colpendo centinaia di esemplari. È una malattia neurologica alla cui base ci sono i prioni, proteine tossiche già note per il loro coinvolgimento nell’insorgenza del morbo della mucca pazza, che negli anni ’90 minacciò soprattutto gli allevamenti inglesi.
La nuova malattia è sotto indagine da parte dei Centers for Disease ... (Continua)

27/02/2024 10:45:00 Due ricerche fanno luce sui meccanismi di resistenza

Cancro del pancreas, ecco perché resiste alle terapie
Due nuove ricerche fanno luce sui meccanismi insiti nello sviluppo del tumore del pancreas. Il primo, pubblicato su Nature Signal Transduction and Targeted Therapy, ha visto la collaborazione multidisciplinare di diversi centri in Italia fra cui la Sapienza Università di Roma.
Alla base ci sarebbe la mancata espressione di una piccola molecola di RNA non codificante (microRNA) denominata miR-15a, la quale è normalmente espressa nel pancreas sano ma viene spesso persa durante le fasi precoci ... (Continua)

27/02/2024 09:17:04 I giusti esercizi contro ritenzione idrica e stress

Cellulite, e se dipendesse dal nervo vago?
Si stima che il 90% della popolazione mondiale femminile sia colpito dalla cellulite, fenomeno caratterizzato da un metabolismo localizzato a livello del tessuto sottocutaneo che determina un aumento delle dimensioni delle cellule adipose e una ritenzione idrica negli spazi intercellulari.
In genere, le cause della classica “pelle a buccia d’arancia”, inestetismo che indica un’alterazione del funzionamento del microcircolo, riguardano problemi ormonali, sovrappeso, sedentarietà oppure una ... (Continua)

26/02/2024 11:20:00 La molecola a basso dosaggio assicura benefici

Depressione, interleukina 2 migliora la risposta alle cure
È stato pubblicato sulla rivista scientifica Brain Behavior and Immunity uno studio che dimostra per la prima volta la sicurezza ed efficacia della somministrazione di Interleukina 2 a basso dosaggio in pazienti depressi con disturbo depressivo maggiore (MDD) e bipolare (BD).
La ricerca è stata condotta dal professor Francesco Benedetti, responsabile dell’Unità di ricerca in Psichiatria e Psicobiologia Clinica e professore di Psichiatria all’Università Vita -Salute San Raffaele e dalla ... (Continua)

23/02/2024 10:12:00 Un eccesso di prodotti di degradazione della niacina associata a maggior rischio

La vitamina B3 può aumentare i rischi per il cuore
Uno studio pubblicato su Nature Medicine mostra come l’eccesso di prodotti di degradazione della vitamina B3 sia associato a un aumento del rischio di mortalità cardiovascolare, di infarto miocardico e di ictus.
«La cosa interessante di questi risultati è che questo percorso sembra fornire un contributo precedentemente non riconosciuto ma significativo allo sviluppo di malattie cardiovascolari. Inoltre, possiamo misurare i prodotti, il che significa che esiste il potenziale per test ... (Continua)

22/02/2024 11:21:00 Il rischio della malattia aumenta con una dieta sbagliata

Un eccesso di proteine favorisce l’aterosclerosi
Un’alimentazione troppo ricca di proteine ha l’effetto di aumentare il rischio di aterosclerosi. A rivelarlo è uno studio pubblicato su Nature Metabolism da un team dell’Università di Pittsburgh secondo cui superare la soglia del 22% di calorie giornaliere derivanti da proteine porta a un aumento dell’attivazione delle cellule immunitarie che giocano un ruolo nella formazione della placca aterosclerotica.
Gli scienziati hanno anche scoperto che la leucina, un amminoacido, pare svolga un ... (Continua)

20/02/2024 11:10:00 Effetto positivo dopo la nefrectomia

Tumore del rene, l’immunoterapia riduce il rischio di morte
Dopo l’intervento chirurgico, l’immunoterapia in fase adiuvante ha la capacità di ridurre del 38% il rischio di morte nei pazienti colpiti da carcinoma a cellule renali. A dimostrarlo è uno studio di fase 3 in cui pembrolizumab è stato utilizzato come terapia adiuvante.
I dati sono emersi da una presentazione avvenuta nel corso dell’American Society of Clinical Oncology Genitourinary Cancers Symposium 2024. Alla terza analisi ad interim predefinita (follow-up mediano di 57,2 mesi), ... (Continua)

20/02/2024 10:32:00 Individuata una nuova variante in Sudafrica

Le continue variazioni di Sars-CoV-2
Il virus Sars-CoV-2 si comporta come previsto e continua a mutare costantemente per cercare di eludere l’immunità acquisita con le vaccinazioni e le precedenti infezioni.
In Sudafrica, lo stesso gruppo di scienziati che aveva individuato per la prima volta Omicron ha ora scoperto una nuova alterazione, denominata Ba.2.87.1. La variante presenta oltre 100 mutazioni, di cui oltre 30 a carico della proteina Spike.
"Sono stati depositati 8 genomi di un nuovo lignaggio di Sars-CoV-2, con più ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale