ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 91 a 100 DI 100

06/06/2022 15:20:00 Maggiori probabilità di sintomi depressivi con un rischio cardiovascolare alto

Un nesso fra rischio cardiovascolare e depressione
Uno studio apparso su Plos One dimostra l’esistenza di un nesso fra i fattori di rischio cardiovascolari e l’aumento del rischio di depressione. La ricerca, che ha coinvolto soggetti fra i 55 e i 75 anni con sindrome metabolica, ha evidenziato il collegamento fra le due condizioni.
«In conclusione, un rischio cardiovascolare alto e molto alto si associava ai sintomi depressivi, soprattutto nelle donne», scrivono i ricercatori.
Per lo studio sono stati utilizzati i dati di Predimed-Plus, ... (Continua)

25/05/2022 09:38:17 Fave di cacao, broccoli e alga spirulina fra i migliori

Gli alimenti amici del benessere
Mangiare correttamente e in maniera equilibrata talvolta può non essere semplice, esistono però alcuni alimenti che più di altri sono in grado di fornire un apporto nutrizionale ed energetico ideale per il corpo, tanto da essere definiti come superfood.
Spesso si tratta di ingredienti più comuni del previsto, facili da reperire e preparare. Ma quali sono? La dottoressa Gloria Agliata, nutrizionista, ha identificato una top 10 di quelli che garantiscono maggiori vantaggi al fisico, sfatando ... (Continua)

24/05/2022 09:53:00 I pazienti arrivano dal medico con malattia in fase avanzata

Aterosclerosi delle gambe, Covid ha rallentato le diagnosi
Sebbene le persone abbiano più familiarità con le conseguenze dell’aterosclerosi a livello di cuore (infarto) e cervello (ictus), questa malattia colpisce molto spesso anche gli arti inferiori (arteriopatia periferica, PAD), e con frequenza crescente, visto anche l’invecchiamento della popolazione. A soffrire di questa condizione, che interessa 40 milioni di persone in Europa e 200 milioni nel mondo, è un italiano su 10, dopo i 40 anni (nelle varie forme, da iniziale asintomatica, ad avanzata). ... (Continua)

24/05/2022 09:10:00 Progettata una nuova linea di pomodoro per il deficit del nutriente

Il superpomodoro contrasta la carenza di vitamina D
Secondo alcune stime, circa il 40% della popolazione europea, il 26% di quella americana e il 20% di quella orientale sarebbe a rischio di carenza di vitamina D. Da una ricerca dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Consiglio nazionale delle ricerche di Lecce (Cnr-Ispa), in collaborazione con Cathie Martin del John Innes Centre (Norwich, UK) viene proposta una nuova soluzione alimentare proprio con lo scopo di ridurre tale rischio: una nuova linea di pomodoro in grado di ... (Continua)

05/05/2022 10:50:00 Tenerli sotto controllo aumenta l’aspettativa di vita

Diabete, 4 parametri per 10 anni di vita in più
I diabetici dovrebbero tenere sotto stretto controllo 4 parametri fondamentali per sperare di vivere più a lungo: glicemia, grasso corporeo, pressione e colesterolo. La sola riduzione progressiva dell’indice di massa corporea è associata a un aumento di quasi 4 anni dell’aspettativa di vita.
A suggerirlo sono i ricercatori della University of Florida di Gainesville, che hanno pubblicato su Jama Network Open i dettagli di un’analisi che ha coinvolto 421 persone con diabete di tipo 2 ed età ... (Continua)

04/05/2022 14:35:00 Maggiori rischi di sottopeso nella fase di crescita

La dieta vegetariana non è l’ideale per i bambini
La dieta vegetariana è sempre più di moda in Occidente, anche fra i bambini. Il più delle volte i figli di genitori vegetariani vengono alimentati seguendo gli stessi principi, ma uno studio pubblicato su Pediatrics ammonisce gli adulti sui potenziali rischi connessi con questo tipo di alimentazione durante l’età pediatrica.
I ricercatori hanno esaminato bambini di età compresa fra 6 mesi e 8 anni correlando l’esclusione della carne dall’alimentazione con la crescita e lo stato nutrizionale. ... (Continua)

29/04/2022 Intervenire sugli impulsi nervosi per combattere l’aterosclerosi

Le placche aterosclerotiche dialogano con il cervello
Sono quelle che si cercano con l’ecodoppler delle carotidi: le placche aterosclerotiche. Formate da un accumulo di grassi, colesterolo, tessuto fibroso e cellule del sistema immunitario, rappresentano il segno distintivo dell’aterosclerosi, le cui conseguenze, dall’infarto all’ictus fino ai problemi vascolari periferici, costituiscono di fatto la principale causa di morte in età avanzata.
Una nuova ricerca, che vede tra i principali protagonisti il Dipartimento di Angiocardioneurologia e ... (Continua)

20/04/2022 09:42:35 La donazione regolare assicura una riduzione della concentrazione di Pfas

Chi dona sangue è più in salute
Buone notizie per i donatori di sangue. Oltre a garantire la salvezza per chi ha bisogno di una trasfusione in seguito a un intervento chirurgico o a un incidente stradale, la donazione di sangue sembra offrire anche un vantaggio agli stessi donatori in termini di salute.
Secondo una ricerca australiana della Macquarie University, infatti, donare in maniera regolare il sangue ha l’effetto di ridurre la concentrazione di Pfas, le sostanze perfluoro-alchiliche presenti in molti prodotti di ... (Continua)

19/04/2022 16:10:00 Comunque benefica la riduzione del grasso corporeo in fegato e pancreas

Diabete, remissione possibile anche con Bmi normale
Anche i diabetici che non si trovano in una condizione di sovrappeso possono puntare alla remissione dalla malattia grazie a un programma alimentare specifico. Nel loro caso, la chiave sarà la riduzione del grasso corporeo nel fegato e nel pancreas, stando alle conclusioni di uno studio presentato alla Diabetes UK Professional Conference 2022.
Lo studio ReTUNE (Reversal of Type 2 Diabetes Upon Normalization of Energy Intake in Non-obese People), finanziato da Diabetes UK, ha coinvolto 20 ... (Continua)

15/04/2022 09:42:00 Nei pazienti già colpiti da infarto aumenta il rischio di nuovi eventi cardiaci

L’insonnia aumenta i rischi per il cuore
Riposare bene è prerequisito fondamentale per tutti, ma in particolare per chi ha subito un infarto o è stato sottoposto a intervento di by-pass o di posizionamento di uno stent.
Lo segnala un nuovo studio pubblicato su Sleep Advances e presentato all’ESC Preventive Cardiology 2022. L’insonnia si tradurrebbe in un rischio aumentato del 16% di nuovi eventi cardiaci, una percentuale significativa ma comunque inferiore al 27% delle sigarette e al 21% della mancanza di attività fisica.
"Il ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale