ARTICOLI TROVATI : 100

Risultati da 11 a 20 DI 100

02/02/2024 Oltre l’80 per cento di ricoveri in meno con una sola dose

Virus sinciziale, nirsevimab riduce i ricoveri
Il farmaco nirsevimab ha la capacità di ridurre dell’83% il numero dei ricoveri ospedalieri causati da virus sinciziale nei neonati. Una sola dose del farmaco nei bambini sotto i 12 mesi è in grado di generare questo effetto protettivo.
A trarre queste conclusioni è uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine da un team dell’Università di Londra.
Nirsevimab è un anticorpo monoclonale, ovvero una proteina concepita per riconoscere una struttura specifica (denominata antigene) ... (Continua)

29/01/2024 09:18:11 Le nuove indicazioni per la diagnosi e la terapia

Linee guida per la celiachia
La dieta senza glutine resta la terapia da seguire per i pazienti affetti da celiachia. Alla diagnosi, alla terapia e al follow-up della malattia e della dermatite erpetiforme, la Società Italiana di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva (SIGE), in collaborazione con altre società scientifiche, ha dedicato un documento contenente le Linee guida nazionali.
Il documento fa parte della serie di quattro Linee guida promosse dalla SIGE, in collaborazione con altre Società, e pubblicate ... (Continua)

25/01/2024 10:31:00 La risposta immunitaria locale è ridotta dall’iperglicemia

Il rischio delle infezioni polmonari nel diabete
Il rischio di sviluppare un’infezione polmonare grave è maggiore in chi soffre di diabete.
Una ricerca condotta dal Weizmann Institute of Science di Rehovot, in Israele, e pubblicata su Nature mostra come nelle persone diabetiche la presenza di alti livelli di zucchero nel sangue abbia l’effetto di interrompere la funzione di sottogruppi di cellule chiave nei polmoni che regolano la risposta immunitaria.
Il team, guidato da Eran Elinav della Division of Microbiome & Cancer, DKFZ, di ... (Continua)

25/01/2024 09:32:47 Le ragioni della frequente lacrimazione in questi mesi

Perché in inverno gli occhi lacrimano di più?
La grande maggioranza degli italiani nei mesi invernali soffre spesso di lacrimazione eccessiva; secondo gli specialisti di Clinica Baviera, una delle aziende leader in Europa nel settore dell'oftalmologia, questo accade perché gli occhi sono esposti a temperature più basse che possono provocare secchezza e fargli perdere umidità. Quando il film lacrimale si secca, l’occhio come meccanismo di difesa è portato a secernere: produce più lacrime per idratarsi, arrivando anche a una lacrimazione ... (Continua)

22/01/2024 10:45:00 In combinazione con chemio e bevacizumab riduce il rischio di morte

Durvalumab per il cancro del fegato
I risultati positivi dello studio di Fase III EMERALD-1 mostrano come durvalumab in combinazione con TACE e bevacizumab abbia prodotto un miglioramento statisticamente significativo e clinicamente rilevante dell’endpoint primario di sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto alla sola TACE nei pazienti con carcinoma epatocellulare (HCC) eleggibile per l’embolizzazione.
Questi risultati sono stati presentati all’American Society of Clinical Oncology Gastrointestinal Cancers Symposium ... (Continua)

19/01/2024 09:28:18 L’infiammazione causata provoca danni alle cellule nervose

Il virus respiratorio sinciziale danneggia le cellule
Una ricerca dell’Università di Tulane pubblicata sul Journal of Infectious Diseases mostra gli effetti del virus respiratorio sinciziale (RSV) sulle cellule nervose. Lo studio dimostra in che modo l’RSV infetta le cellule e scatena l’infiammazione che causa danni ai nervi.
Alcune ricerche in precedenza avevano scovato tracce di RSV nel liquido spinale di bambini affetti da crisi epilettiche. Il 40% dei bambini con meno di 2 anni risultati positivi all’RSV mostra segni di encefalopatia acuta, ... (Continua)

15/01/2024 10:00:00 La sua eradicazione potrebbe ridurre l’impatto della malattia

L’Helicobacter pylori aumenta il rischio di Alzheimer
C’è un nesso fra la presenza dell’Helicobacter pylori nello stomaco e le possibilità di insorgenza del morbo di Alzheimer. A segnalarlo è uno studio pubblicato su Alzheimer’s & Dementia da un team dell’Università di Berlino coordinato da Antonios Douros.
L’Helicobacter pylori è un batterio opportunista che vive nello stomaco di un gran numero di adulti, stimabile fra il 30 e il 50% della popolazione. In alcuni casi può attivarsi causando gastrite e ulcera, condizioni che se non trattate ... (Continua)

12/01/2024 12:10:00 Tardano a verificare la positività del soggetto

Covid, i test fai da te non sono più affidabili
Anche in presenza di sintomi, ormai i famosi tamponi fai da te per il Covid spesso non confermano la positività. Nella maggior parte dei casi, i tamponi danno un risultato positivo quando ormai sono passati 4 giorni dalla comparsa dei sintomi, mentre nella prima fase della pandemia indicavano la presenza dell’infezione già 24-48 ore dopo il contagio.
Questa tendenza è emersa negli Stati Uniti, dove infatti si registra una crescita significativa dei contagi, dovuta al fatto che le persone ... (Continua)

11/01/2024 16:25:00 Aggiunta agli antibiotici beta-lattamici aumenta la risposta clinica

Polmonite, la claritromicina migliora il trattamento
Nei pazienti con polmonite acquisita in comunità e una risposta infiammatoria sistemica l’aggiunta di claritromicina agli antibiotici beta-lattamici ha l’effetto di migliorare la risposta clinica.
A dimostrarlo è lo studio ACCESS, un trial randomizzato di fase 3 pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine. Il campione era formato da adulti con necessità di ricovero ospedaliero che presentavano due o più sintomi legati alla polmonite acquisita in comunità come tosse, dispnea, dolore ... (Continua)

11/01/2024 11:20:00 Il virus di Epstein-Barr potrebbe svolgere un ruolo fondamentale

Forse virale l’origine della sclerosi multipla
Alcune infezioni possono contribuire all'insorgenza di patologie autoimmuni come la sclerosi multipla.
Sono alcuni anni che i ricercatori analizzano la possibilità di un ruolo del virus di Epstein-Barr nel processo di insorgenza della sclerosi multipla. L’ultimo studio, pubblicato su Pnas da un team della University of Texas Health Science Center di Houston, ne rivela il meccanismo e attribuisce alla risposta immunitaria dell’organismo al virus lo scatenarsi della malattia.
Nel 2022 due ... (Continua)

  1|2|3|4|5|6|7|8|9|10

Italia Salute Redazione TEL. 351.666.0811
Via Albanese Ruffo 48, 00178 Roma
Centro Medico Okmedicina.it Via Albanese Ruffo 40-46, 00178 Roma Mail redazione
Copyright © 2000-2023 Okmedicina ONLUS Riproduzione riservata anche parziale