La celiachia aumenta il rischio di psoriasi

Ma l'effetto opposto non si verificherebbe

Chi soffre di celiachia avrebbe più probabilità di sviluppare anche la psoriasi. Lo dice un nuovo studio pubblicato su Scientific Reports da un team del Chengdu Second People's Hospital diretto da Lin Li. Secondo i ricercatori cinesi, tuttavia, non ci sarebbe l'associazione inversa.
Non è ancora del tutto chiarito il meccanismo patologico alla base della psoriasi, ma è certo che la malattia impatti sulla disregolazione dei componenti innati e adattativi del sistema immunitario. Anche la celiachia è di origine autoimmune ed è scatenata dal consumo di prodotti contenenti glutine.
Diversi studi hanno già affrontato la possibile associazione fra celiachia e psoriasi, giungendo però a risultati contrastanti. Una metanalisi mostra che i pazienti con psoriasi avevano una probabilità di 2,16 volte più alta di avere anche una diagnosi di celiachia e che i pazienti celiaci avevano una probabilità 1,8 volte maggiore di manifestare anche psoriasi.
Entrambe le malattie sono mediate dalle cellule di tipo T. I pazienti celiaci mostrano un'alterata funzionalità della barriera intestinale: in questo modo le citochine pro-infiammatorie e le cellule T attivate entrano nel flusso sanguigno aumentando la loro presenza a livelli di epidermide, fattore che può sviluppare la psoriasi.
Il team cinese ha realizzato un'analisi mendeliana da studi di associazione genome-wide (GWAS) sulla popolazione europea, per valutare variazioni geniche tra gli individui.
I dati indicano che un raddoppio del rischio genetico di malattia celiaca ha effetti anche sul rischio di psoriasi. Al contrario, la psoriasi determinata geneticamente non pare associata al rischio di malattia celiaca.
Uno dei motivi, secondo gli autori, risiederebbe nelle diete senza glutine seguite dai pazienti celiaci. Il deficit di vitamine come la D e la B12 e di nutrienti come il ferro, il calcio e i folati può veicolare lo sviluppo della psoriasi. Una dieta priva di glutine può anche produrre un aumento dei grassi acidi idrogenati e saturi. "Gli acidi grassi saturi possono sensibilizzare le cellule mieloidi ad aumentare la risposta infiammatorie in risposta a stimoli pro-infiammatori, che di contro aumentano l'attivazione di cheratinociti e determinano un'esacerbazione della psoriasi", come hanno scritto gli autori, secondo i quali "gli operatori sanitari dovrebbero essere a conoscenza di questa associazione e porre attenzione alle manifestazioni della pelle nei pazienti con malattia celiaca".
Uno studio condotto da alcuni ricercatori israeliani e pubblicato sul British Journal of Dermatology conferma le conclusioni dei colleghi cinesi. Gli scienziati israeliani hanno esaminato i dati in possesso di Clalit, la principale organizzazione sanitaria di Israele, scegliendo innanzitutto circa 12.500 pazienti oltre i 20 anni che soffrivano di psoriasi. A questi ne hanno affiancati il doppio - circa 25.000, della stessa età - che invece non mostravano sintomi della dermatite.
Il ricercatore Arnon Cohen dell'Università Ben Gurion del Negev a Beer-Sheva spiega: “a questo punto abbiamo contato quanti casi di celiachia ci fossero nel primo e nel secondo gruppo e abbiamo osservato che i malati di psoriasi avevano anche un'intolleranza al glutine certificata nello 0,29 per cento dei casi, mentre in coloro che non avevano manifestazioni cutanee la prevalenza della celiachia era dello 0,11 per cento”.
Entrambe le malattie sono scatenate da una serie di fattori che si aggiungono a una predisposizione genetica; traumi fisici e psichici per la psoriasi, il glutine per la celiachia. Sia psoriasi che celiachia inoltre coinvolgono diverse aree del corpo e non un semplice organo. La psoriasi, infatti, viene sempre più spesso definita malattia psoriasica perché in molti casi associa alle macchie sulla pelle effetti derivanti da un'artrite psoriasica. Probabilmente, le due patologie condividono un gruppo di geni che regolano l'attività del sistema immunitario.
L'importanza dello studio, sottolinea il ricercatore Cohen, “sta soprattutto nei grandi numeri, che mettono in luce la necessità di indagare sempre, nei malati di psoriasi, l'eventuale presenza di altre patologie concomitanti”. In Italia, in alcuni centri specializzati per la cura della psoriasi si fanno analisi più approfondite per confermare o smentire la presenza di malattie autoimmuni ad essa collegabili, come la celiachia appunto. Quest'ultima, negli ultimi tempi, è sempre più diffusa per via del fatto che su di essa è salito il livello d'attenzione dei medici. In tal senso, lo studio israeliano si rivela importante, perché la psoriasi potrebbe essere interpretata, almeno in alcuni casi, come un sintomo della celiachia, patologia più difficile da scovare.

Fonte: Scientific Reports

18/01/2023 11:50:00 Andrea Piccoli


Notizie correlate