Un elettrostimolatore contro il dolore neuropatico

Impianto wireless da posizionare nei vasi sanguigni

Si pu├▓ contrastare il dolore neuropatico grazie a un microdispositivo wireless in grado di stimolare i nervi periferici dall'interno dei vasi sanguigni.
A dimostrarlo ├Ę uno studio pubblicato su Nature Biomedical Engineering da un team della McGovern Medical School di Houston.
Il dolore neuropatico ├Ę un disturbo potenzialmente invalidante che riguarda quasi il 40% dei pazienti che soffrono di dolore cronico, producendo spesso ansia, depressione e dipendenza da oppioidi.
In precedenza, altre ricerche hanno dimostrato che la stimolazione elettrica ├Ę efficace per ridurre il dolore quando ├Ę mirata al midollo spinale e ai gangli della radice dorsale (DRG).
┬źStiamo ottenendo sempre pi├╣ dati che dimostrano che la neuromodulazione, che agisce direttamente sui nervi, ├Ę efficace per una vasta gamma di disturbi, ma c'├Ę una barriera all'uso di questa tecnica costituita dai rischi associati all'intervento chirurgico per impiantare il dispositivo, come il rischio di infezione┬╗, spiega Sunil
Sheth, co-autore senior dello studio. ┬źSe fosse possibile ridurre drasticamente tali rischi utilizzando un metodo endovascolare, molte persone potrebbero trarre vantaggio dalla neuromodulazione┬╗, prosegue Sheth.
I ricercatori hanno quindi creato degli stimolatori nervosi impiantabili alimentati in modalità wireless. Sono abbastanza piccoli da poter essere posizionati su stent e impiantati all'interno di vasi sanguigni vicini ad aree specifiche del sistema nervoso centrale e periferico.
Il nuovo approccio consente di eseguire una terapia bioelettronica mininvasiva con un posizionamento pi├╣ preciso e con risultati assicurati. ┬źStiamo conducendo alcuni studi a lungo termine per garantire che questo approccio sia sicuro e che il dispositivo possa rimanere nel corpo per molto tempo senza causare problemi, anche se stimiamo che il processo richieder├á alcuni anni┬╗, conclude Sheth.

Fonte: Nature Biomedical Engineering 2022. Doi: 10.1038/s41551-022-00873-7
Nature Biomedical Engineering

07/06/2022 12:00:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate