La coppettazione per il mal di schiena

Tecnica che si basa sul principio del sottovuoto

Dall'antichità un possibile rimedio per il mal di schiena. Si tratta della coppettazione, tecnica la cui origine si perde nei secoli ma riportata in auge da studi scientifici serissimi. Il principio è quello della creazione del sottovuoto attraverso il calore.
Avvalendosi di una coppetta in vetro e di un bastoncino infuocato si potr√† trovare un po' di sollievo in caso di dolore acuto da mal di schiena. Il calore prodotto all'interno della coppetta dal bastoncino genera una sorta di ‚Äúeffetto risucchio‚ÄĚ del tessuto molle. Dopo averla lasciata agire in posa per alcuni minuti, si stacca pian piano la coppetta dalla pelle.
Uno studio appena pubblicato su The Journal of Alternative and Complementary Medicine sottolinea i vantaggi della tecnica della coppettazione, che è semplice, per nulla costosa, priva di effetti collaterali e soprattutto efficace.
Lo studio, condotto dalla fisioterapista Alycia Markowski della Northeastern University di Boston, aveva come obiettivo la verifica di alcuni parametri, dalla riduzione del dolore acuto alla dolorabilità alla palpazione fino a eventuali miglioramenti del movimento della schiena.
Per questo motivo sono stati reclutati 21 soggetti che soffrono abitualmente di lombalgia. La sperimentazione è durata 8 settimane, nel corso delle quali è stato prima chiesto loro di compilare un questionario e poi di sottoporsi a uno screening medico che ha appurato i valori relativi alla scala analogica visiva (VAS), alla gamma di movimento della colonna vertebrale, alla soglia del dolore (PPT) e al test di rilascio della gamba.
In seguito, a ogni paziente sono state applicate quattro coppette di vetro sui muscoli erettori spinali inferiori, che sono situati ai lati della colonna vertebrale. Quattro volontari hanno deciso di abbandonare la sperimentazione. Nei 17 rimanenti sono stati registrati miglioramenti evidenti nei vari punteggi, con particolare riguardo ai muscoli paravertebrali all'altezza della seconda e quarta vertebra lombare.
La ricerca ha quindi potuto dimostrare l'efficacia della coppettazione, che può essere considerata a tutti gli effetti un trattamento utile a ridurre i sintomi della lombalgia cronica e subacuta, migliorando allo stesso tempo la capacità di movimento e la dolorabilità alla palpazione.

Andrea Piccoli


Notizie correlate