La cannabis aumenta il rischio di suicidio

I giovani che la fumano possono diventare adulti depressi

Il rischio di depressione e di suicidio in et├á adulta aumenta se durante l'adolescenza si ├Ę fatto uso di cannabis. Lo dice uno studio pubblicato su Jama Psychiatry da un team della McGill University di Montreal guidato da Gabriella Gobbi, che spiega: ┬źSono stati pubblicati molti studi che hanno esaminato il rapporto tra la cannabis e patologie quali depressione, psicosi, schizofrenia e disturbo cognitivo, ma nessuno ha mai effettuato una metanalisi in cui venissero combinati tutti questi dati┬╗.
Dalla revisione, di cui fanno parte 11 studi per un totale di 23mila adolescenti, emerge che i consumatori di cannabis avevano il 37% di possibilità in più di sviluppare depressione in età adulta rispetto ai loro coetanei che non ne avevano fatto uso.
Anche l'ideazione suicidaria e i tentativi di suicidio sono aumentati in maniera significativa rispetto al gruppo di controllo.
I medici evidenziano l'importanza di una corretta informazione sul consumo di cannabis: ┬źData la probabilit├á di una finestra di rischio durante l'adolescenza, quando gli effetti deleteri della cannabis sono pi├╣ evidenti, i risultati della nostra metanalisi suggeriscono che la cannabis sia un grave problema di salute pubblica e che vi sia urgente bisogno di implementare programmi migliori per la prevenzione dell'uso di droghe, in particolare della cannabis nella popolazione adolescente. Servono inoltre interventi mirati a educare gli adolescenti a sviluppare le attitudini necessarie per resistere alle pressioni sul consumo di droga┬╗, concludono gli autori.




28/06/2019 15:50:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate