Vietate le sigarette al mentolo

Dopo l'Unione Europea anche negli Stati Uniti si annuncia il ritiro del prodotto

Le autorità sanitarie degli Stati Uniti - nello specifico la Fda - hanno deciso il divieto di produzione e vendita di sigarette al mentolo e sigari aromatizzati. La decisione segue quella già presa dall'Unione Europea e dal Regno Unito. L'intento è di ridurre il fumo di sigaretta nelle fasce più giovani della popolazione.
Le aziende produttrici aggiungono il mentolo per creare una sensazione di freschezza che rende più facile iniziare a fumare, stimolando così l'innesco della dipendenza.
"Fondamentalmente, queste azioni audaci mirano a salvare centinaia di migliaia di vite. Ogni anno 480.000 vite vengono perse prematuramente a causa di una malattia attribuibile al fumo" ha detto Robert Califf, commissario della Fda.
Secondo uno studio, il divieto americano potrebbe portare 1,3 milioni di persone a smettere di fumare. A condurre lo studio sono stati i ricercatori dell'Università di Waterloo in collaborazione con i colleghi dell'Università di Toronto e di altri 7 atenei statunitensi.
Per arrivare a questa stima, i ricercatori hanno valutato l'impatto del divieto canadese sulle sigarette al mentolo, valido dal 2017, combinando i dati dell'International Tobacco Control Policy Evaluation Project (ITC Project) e dell'Ontario Menthol Ban Study, che ha intervistato le persone prima e dopo il divieto. I fumatori di sigarette al mentolo in Canada hanno smesso di fumare a un tasso del 22,3%, rispetto al 15,0% dei non fumatori di mentolo. La differenza del 7,3 per cento è stata valutata statisticamente significativa.
Stando allo studio, circa il 35% dei fumatori americani usa sigarette al mentolo, quindi il divieto dovrebbe portare 1.337.988 persone a smettere di fumare o comunque a ridurre in maniera significativa il numero di sigarette fumate.
"Questi risultati forniscono le basi per gli Stati Uniti e altri paesi che prendono in considerazione i divieti di sigarette al mentolo per stimare il possibile impatto di tali divieti sulla riduzione del fumo", ha affermato Michael O. Chaiton, scienziato del Center for Addiction and Mental Health e direttore della ricerca presso il Ontario Tobacco Research Unit.

20/05/2022 09:53:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate