Variare la dieta per vivere più a lungo

La biodiversità alimentare riduce la mortalità

Adottare un’alimentazione il più variegata possibile ha l’effetto di aumentare le probabilità di vivere più a lungo. Lo dice lo studio EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition) pubblicato su Plos Medicine.
La ricerca ha analizzato le associazioni fra ricchezza di specie alimentari e mortalità in 451.390 adulti sani arruolati fra il 1992 e il 2014. Grazie a dei questionari dietetici, le abitudini alimentari dei volontari sono state valutate in maniera specifica.
La ricchezza dietetica (DSR) annuale di un individuo è stata calcolata in base al numero assoluto di specie biologiche uniche in ciascun alimento e bevanda. Le associazioni sono state valutate adattando modelli di regressione dei rischi proporzionali di Cox aggiustati per più variabili.
Nel campione analizzato, due specie animali – mucca e maiale – e due colture – grano e patata – hanno rappresentato circa il 45% dell’apporto energetico alimentare totale.
I dati indicano che un DSR più alto era inversamente associato alla mortalità totale e specifica per causa, al di là di fattori sociodemografici, stile di vita e altri fattori noti di rischio.
Uno dei limiti dello studio è che i dati utilizzati sono auto-riportati, cioè ottenuti attraverso dei questionari. In ogni caso, i risultati suggeriscono che la biodiversità alimentare può essere il fondamento di nuove raccomandazioni e nuovi approcci dietetici.

28/10/2021 09:28:53 Andrea Piccoli

Notizie correlate

Dry January, 10 mosse per bere meno alcol

  • Cominciare l’anno nuovo alleggerendo l’organismo
    (Continua)




Capodanno col botto... di calorie

  • Il rischio è di ingrassare due chili nel giro di pochi giorni
    (Continua)




Come sopravvivere alle abbuffate di fine anno





Rischio di overdose da cibo a Natale





Feste di Natale, 5 consigli per limitare i danni a tavola

  • I suggerimenti dei nutrizionisti per unire gusto e salute
    (Continua)




80 km a piedi per bruciare il pranzo di Natale

  • Stimato il consumo di 6.000 calorie per pasto nei giorni di festa
    (Continua)




Alimentazione e Covid, i consigli per ritrovare la forma

  • Contro la sindrome da Long Covid, la partita si gioca (anche) a tavola
    (Continua)




30 grammi di cioccolato per migliorare l’umore

  • Felicità legata a 3 quadratini di extra fondente al giorno
    (Continua)




I cibi ultra-processati aumentano il rischio di mortalità

  • Pericolosi soprattutto per le persone già colpite da infarto o ictus
    (Continua)




L’effetto antimicrobico dell’olio di oliva





Alimentazione sana: 3 consigli per non rinunciare al gusto





Un viaggio nello spazio per studiare il metabolismo

  • Nuovo progetto per monitorare l’attività metabolica dell’uomo
    (Continua)




Variare la dieta per vivere più a lungo





I carboidrati non fanno male al cuore

  • Una quantità moderata è associata a un rischio minore di malattie cardiache
    (Continua)




Erbe e spezie per un autunno in salute

  • Combattere tosse e mal di gola con cannella e zenzero
    (Continua)




10 motivi per non saltare la colazione





Covid, gli effetti della quarantena sull’alimentazione

  • Studio sui cambiamenti radicali nella vita delle persone
    (Continua)




Il cibo che protegge il cuore e quello che lo danneggia





I cibi ad alto indice glicemico causano l’obesità

  • Più del numero delle calorie conta la velocità di assorbimento degli zuccheri
    (Continua)