Gli esercizi di Kegel per il pavimento pelvico

Ma quanto (poco) ne sanno le donne del pavimento pelvico?

Muscoli nascosti e, a quanto pare, anche poco conosciuti da molte donne. Lo rivela un'indagine internazionale Censuswide-Intimina su oltre 8.000 donne di età compresa tra 25 e 55 anni di 8 paesi (Italia, UK, Francia, Spagna, Germania, Paesi Bassi, Svezia, e Croazia) che ha raccolto il loro vissuto sui problemi del pavimento pelvico e le perplessità per come affrontali.
Il pavimento pelvico è un gruppo di muscoli e legamenti che supportano la vescica, l'utero e l'intestino. Quando il pavimento pelvico si indebolisce, viene meno il sostegno degli organi pelvici e si possono presentare problemi di incontinenza e di prolasso.
La maggior parte delle donne intervistate ha avuto problemi al pavimento pelvico almeno una volta. Eppure, la maggior parte di loro non ha fatto nulla al riguardo.
Alla domanda se perdono urina mentre tossiscono, starnutiscono, ridono o sollevano qualcosa di pesante, più della metà delle italiane intervistate ha risposto di sì (53%). Un risultato in linea con quelle delle francesi, spagnole e olandesi (rispettivamente 59% 57%), allontanandosi dal primato delle inglesi (70%). Un problema che, come conferma la media del 46% delle intervistate, viene poco condiviso anche con amici e familiari.
Il pavimento pelvico si indebolisce principalmente durante la gravidanza, quindi non sorprende che la maggior parte delle intervistate che hanno partorito abbia sperimentato muscoli del pavimento pelvico indeboliti o incontinenza una o più di una volta.
Il numero più alto di questi casi è nel Regno Unito (60%), Svezia (56%) e Spagna (55%) e il più basso in Italia (39%) e Germania (40%).
Ma i problemi del pavimento pelvico non riguardano solo l'incontinenza. Il 36% delle donne intervistate afferma infatti di aver avuto rapporti sessuali scomodi o dolorosi a causa di un pavimento pelvico debole. Un dato confermato in Italia (37%), seguito da Croazia, Germania, Francia e Regno Unito (tutti 36%), fino ad arrivare al 47% della Spagna.
Con tutti questi risultati alquanto scoraggianti, è sorprendente che le donne che vivono con problemi fastidiosi del pavimento pelvico, non esercitino i muscoli del pavimento pelvico.
Il sondaggio mostra che in tutti i paesi, la maggior parte delle donne non fa mai esercizi di Kegel. In cima alla lista c'è l'Italia (52%), seguita da Francia (49%), Germania (47%), Paesi Bassi (45%), Spagna (40%), Croazia (38%), Regno Unito (32%) e Svezia (30%).
Per coloro che fanno gli esercizi di Kegel, la maggior parte si allena da 1 a 3 giorni alla settimana, come mostrato nei risultati in Spagna (27%), Regno Unito (24%), Svezia (22%) e infine Italia (18%). E i Kegel funzionano, in particolare per le donne spagnole (67%), francesi (59%) e italiane (57%), seguite da quelle inglesi (50%), tedesche e croate (entrambe al 49%), olandesi (47%) e svedesi (45%).
Si dividono i gruppi di donne che vorrebbero regalare a un'amica un device per migliorare gli esercizi di Kegel (come pesi/palline/trainer vaginali). Quasi il 70% delle intervistate spagnole ha detto di sì, molte più numerose di quelle italiane (52%) e croate (45%), a differenza degli altri paesi dove più della metà ha risposto che non era interessata a fare questo cadeau.
Chi vorrebbe riceverlo come regalo sono ancora le spagnole (66%) e si confermano ancora le italiane e le croate (53%). Diversa la reazione degli altri paesi che per più della metà, dichiara di non essere felice se dovesse riceverlo.

Guida per gli esercizi di Kegel

La Woman Empowering Coach di Intimina Alessandra Bitelli consiglia una semplice guida per fare gli esercizi di Kegel con i pesi vaginali.
Fare un esercizio di Kegel significa contrarre e rilasciare i muscoli del pavimento pelvico, con l'effetto di stringere la vagina o cercare di fermare il flusso di urina. L'uso di pesi vaginali può aiutare a eseguire correttamente questi esercizi perché consente di acquisire forza pelvica, assicurandosi di allenare sempre i muscoli giusti e rimanere motivate a continuare. Uno strumento ponderato aggiunge resistenza all'esercizio, permettendo di rafforzare i muscoli pelvici in modo più efficace. Per i principianti, un attrezzo ginnico a resistenza leggera è il migliore. Dopo aver inserito la pallina vaginale e aver preso una posizione comoda:

• contrai i muscoli del pavimento pelvico, solleva la palla verso l'alto
• mantieni la contrazione per 2 secondi mentre fai respiri profondi
• rilasciare la contrazione
• riposati e rilassati per almeno 2 secondi o per tutto il tempo necessario prima di ripetere l'esercizio
• ripeti 10 volte per un set di Kegel

Prova a eseguire un set di Kegel 3 volte a settimana, a giorni feriali alterni. Man mano che avanzi, la durata sia della contrazione che del riposo può essere aumentata fino a 10 secondi ciascuno. Ricorda che, come con qualsiasi esercizio, possono essere necessarie alcune settimane per notare i risultati. Tuttavia, ogni sessione di allenamento ti avvicina alla perfetta salute pelvica. Non sono solo le donne anziane ad avere problemi alla vescica o all'intestino. Un pavimento pelvico debole può capitare alle donne dai vent'anni e persino alle adolescenti. Si verifica più spesso dopo il parto. Ecco perché gli esercizi di Kegel sono importanti e dovrebbero essere eseguiti regolarmente fin dalla tenera età.
L'utilizzo dei pesi vaginali Laselle (che quest'anno compie 10 anni) o anche dispositivi intelligenti come KegelSmart possono aiutare a imparare come eseguire correttamente gli esercizi di Kegel. Quello che deve incoraggiare tutte le donne è che gli esercizi di Kegel si possono eseguire seduti, in piedi o sdraiati, “silenziosamente” senza che nessuno se ne accorga.

15/12/2021 09:27:07 Andrea Sperelli


Notizie correlate