Il sonno aiuta il sesso

Orgasmi ed esperienze sessuali memorabili quando si dorme bene

Con la festa degli innamorati alle porte, spesso si pensa a come trascorrere una serata romantica, ma anche passionale, che possa prevedere momenti di particolare intimità con il proprio partner.
La Dottoressa Verena Senn, neurobiologa e responsabile della ricerca sul sonno di Emma - The Sleep Company, ha indagato la relazione fra sonno e sesso svelando i 7 motivi per i quali un buon sonno notturno garantisce performance sessuali ottimali.
Il riposo notturno rigenerante ricarica mente e corpo per affrontare meglio tutti gli aspetti della giornata, momenti hot compresi. Infatti, la carenza o la scarsa qualità del sonno si riflettono direttamente sul livello di energia, rendendo maggiormente suscettibili e irritabili; questo può a sua volta limitare la propensione all'intimità e inficiare sulla performance sessuale, contribuendo talvolta a episodi di disfunzione erettile e alla minor probabilità di raggiungere l'orgasmo. Tali conseguenze possono presentarsi perché il livello di cortisolo aumenta, mentre proporzionalmente si abbassa quello che accresce la libido, mantiene il desiderio e l'eccitazione (ovvero il testosterone), sia negli uomini che nelle donne. Inoltre, vivere una sana routine di sonno, contribuisce a rendere l'aspetto estetico più sano e radioso, consolidando dunque la percezione del proprio sex appeal. Sentirsi a proprio agio non è un elemento da sottovalutare; infatti, questo gioca un ruolo chiave nell'impulso sessuale, bilanciando il sistema nervoso autonomo e aumentando la probabilità di avere orgasmi durante il sesso.
Secondo la specialista, i momenti di intimità generalmente sono in grado di ridurre lo stress e possono essere quindi considerati eccellenti attività pre-sonno. Lo stress e l'ansia sono tra i principali fattori odierni che disturbano la notte in quanto aumentano lo stato di vigilanza cerebrale e dilatano i tempi di addormentamento. In questo contesto, il sesso può aiutare a cambiare la rotta dei propri pensieri, alleviando i sintomi dell'insonnia e aiutando a rilassarsi. Inoltre, il sesso praticato prima di dormire - sia con il partner sia con una sessione di autoerotismo - riduce lo stress grazie al rilascio di uno specifico ormone chiamato ossitocina. Infatti, vivere un orgasmo prima di dormire aiuta a ridurre il livello dell'ormone correlato allo stress (cortisolo) e può favorire un sonno di miglior qualità, riposante e tranquillo.
Secondo l'esperta di Emma, dormire bene durante la notte (tra le 7 e le 9 ore) è il segreto per vivere al meglio la passione. La Dottoressa Verena Senn fornisce le 7 motivazioni chiave, spiegando cosa accade esattamente a corpo e mente.

- Testosterone in aumento: il sonno accresce la produzione di testosterone (nelle donne, ma soprattutto negli uomini), che migliora la libido. Dunque, maggiore è il numero di ore di sonno e più consistente sarà la produzione di testosterone.
- Sistema nervoso autonomo più equilibrato: questa specifica condizione favorisce la probabilità di raggiungere l'orgasmo durante un rapporto.
- Cresce l'autostima: Il sonno aumenta la fiducia in sé stessi e ha un impatto sulla percezione del proprio aspetto fisico. Tale fattore è cruciale, soprattutto nelle donne, che così si sentono a proprio agio nel loro corpo e sviluppano maggior desiderio.
- Creatività alle stelle: aver riposato bene consente di “liberare” la mente, lasciando maggior spazio alla creatività e dunque allo sperimentare sotto le lenzuola.
- Maggior energia: un riposo notturno soddisfacente aumenta i livelli di energia fisica che possono avere un impatto positivo sulla capacità di resistenza sessuale.
- Meno stress: il sonno riduce i livelli dell'ormone dello stress nel corpo e permette di percepire maggiormente la propria fisicità, un elemento fondamentale sia per l'interazione sessuale sia per la capacità di raggiungere l'orgasmo.
- Reale connessione con l'altro: dormire a sufficienza rende le persone più felici e rilassate, facilitando una connessione emotiva con il partner più profonda.

"Il sonno è influenzato da molteplici elementi della vita quotidiana, tra questi è da considerare anche la sessualità. L'attività sessuale incrementa la produzione di importanti ormoni come l'ossitocina e la prolattina, che forniscono una sensazione di piacere e rilassamento. Al tempo stesso, i livelli di cortisolo - l'ormone dello stress - diminuiscono, rendendo più facile l'addormentamento. Inoltre, non dormire abbastanza può abbassare i livelli di testosterone, soprattutto negli uomini, limitando la libido e riducendo il desiderio sessuale. Quindi, seguire una sana routine di riposo notturno può migliorare le performance sessuali e viceversa", conclude la Dottoressa Senn.

09/02/2022 09:21:26 Andrea Sperelli


Notizie correlate