Come far mangiare le verdure ai bambini

La chiave è nel meccanismo di ricompensa

Ci vuole una ricompensa per convincere i bambini a mangiare verdure. È il segreto svelato dai ricercatori dell'Institute for Food, Health & Safety by Design, Maastricht University Campus Venlo, nei Paesi Bassi.
Lo studio è firmato da Britt van Belkom, che spiega: “È importante iniziare a mangiare verdure fin dalla giovane età. Sappiamo da ricerche precedenti che i bambini piccoli in genere devono provare un nuovo ortaggio da 8 a 10 volte prima che gli piaccia e così abbiamo esaminato se chiedere ripetutamente ai bambini di provare alcune verdure li avrebbe resi più disposti a mangiare le loro verdure. Ci interessava anche sapere se fornire una ricompensa divertente avrebbe fatto la differenza".
Alla sperimentazione hanno partecipato 598 bambini da 1 a 4 anni, assegnati casualmente a 3 gruppi: 'esposizione/ricompensa', 'esposizione/nessuna ricompensa' o 'controllo' ('nessuna esposizione/nessuna ricompensa). Ai primi due gruppi è stata data la possibilità di provare una gamma di verdure ogni giorno in cui hanno frequentato il loro asilo nido per tre mesi.
Le ricompense erano di natura ludica e non alimentare, ad esempio un adesivo o un piccolo giocattolo.
La conoscenza delle verdure e la disponibilità ad assaggiarle è stata misurata all'inizio e alla fine dello studio. La conoscenza è stata misurata mostrando loro 14 diverse verdure e chiedendo loro quante potevano riconoscere.
Le verdure prescelte erano: pomodoro, lattuga, cetriolo, carota, peperone, cipolla, broccoli, piselli, cavolfiore, funghi, fagiolini, cicoria, zucca, asparagi.
Per misurare il consumo è stata data ai bambini la possibilità di assaggiare bocconcini di 6 verdure, contando quanti fra di loro erano disposti ad assaggiare.
Al pre-test nel gruppo di controllo i bambini potevano identificare circa 8 verdure e dopo il test questa capacità è aumentata a circa 10. Per i gruppi 'esposizione/nessuna ricompensa' ed 'esposizione/ricompensa, al pre-test i bambini potevano identificare circa 9 verdure e dopo circa 11. Per la disponibilità a provare le verdure, il punteggio massimo era 12. Al pre-test erano disposti a provare circa 5-6 verdure in tutti i gruppi. La disponibilità è diminuita nel gruppo di controllo, è rimasta invariata nel gruppo 'esposizione/nessuna ricompensa ed è aumentata verso 7 nel gruppo 'esposizione/ricompensa'.
L’offerta regolare di verdura ai bambini aumenta in maniera significativa la loro capacità di riconoscere le varie verdure. Il meccanismo della ricompensa aumenta anche la loro disponibilità all’assaggio. Tuttavia, specificano i ricercatori, la ricompensa deve essere di natura ludica e non riguardare un altro alimento.

11/05/2022 14:24:48 Andrea Sperelli

Notizie correlate

Fame nervosa, 10 mosse per combatterla





Come far mangiare le verdure ai bambini





Mangiare meno per vivere di più





Mangiare bene ci rende felici





Il boom dei disturbi alimentari

  • La pandemia da Covid ha generato un aumento dei ricoveri
    (Continua)




L’acqua aiuta il corretto funzionamento delle articolazioni

  • L’idratazione influisce sul mantenimento e sulla lubrificazione articolare
    (Continua)




Gli alimenti che combattono endometriosi e ovaio policistico





Alimentazione, la regolarità è fondamentale

  • Riduce la probabilità di comportamenti alimentari errati
    (Continua)




L’ananas fa bene alla salute





L’importanza dell’acqua per un riposo sano

  • L’assunzione di liquidi è un elemento fondamentale per dormire bene
    (Continua)




Pasqua e Pasquetta, 5 mosse per un menù a prova di diabete





I turnisti non dovrebbero saltare la colazione

  • Chi lavora di notte dovrebbe invece evitare gli spuntini al lavoro
    (Continua)




Le importanti proprietà dell'avocado

  • Qualità antiossidanti ed effetto potenziatore degli antibiotici
    (Continua)




Il formaggio per chi soffre di insufficienza renale

  • Un cibo proibito ora diventa accessibile grazie ai ricercatori italiani
    (Continua)




I cibi che proteggono dal tumore della prostata

  • Alimenti ricchi di antiossidanti bloccano la progressione del cancro
    (Continua)




I dolcificanti potrebbero essere pericolosi

  • Possibile legame fra il loro uso e l’insorgenza di tumori
    (Continua)




Le mandorle proteggono la pelle dai raggi UVB

  • Studi mostrano l'effetto benefico del consumo di mandorle sulla pelle
    (Continua)




Salmone norvegese in gravidanza? Sì grazie!

  • Fonte di Omega3 indispensabili per la salute della futura mamma
    (Continua)




I cibi che fanno bene agli occhi