Menopausa, rischio cardiaco legato alle vampate

Se arrivano troppo presto indicano un problema di circolazione sanguigna

Le vampate di calore sono indissolubilmente legate al concetto di menopausa. Tutte le donne si aspettano di sperimentarle nel corso della propria vita, ma nel caso in cui arrivassero prima dei 54 anni potrebbe essere pericoloso.
Uno studio della University of Pittsburgh School of Medicine pubblicato su Menopause rivela infatti che le vampate di calore precoci sono associate a una difficoltà di dilatazione dei vasi sanguigni, un chiaro fattore di rischio cardiaco.
La sperimentazione ha coinvolto 272 donne non fumatrici fra i 40 e i 60 anni, verificando la relazione fra vampate di calore e funzione delle cellule endoteliali, che costituiscono il rivestimento interno dei vasi sanguigni.
I dati indicano l'effetto negativo delle vampate sulla capacità di dilatazione dei vasi sanguigni, almeno nelle donne più giovani. Nella fascia d'età 54-60 anni, invece, non è stata rilevata alcuna associazione.
«Le vampate di calore non sono solo un fastidio. Sono collegate alla salute cardiovascolare, delle ossa e del cervello», rileva JoAnn Pinkerton, direttore esecutivo della North American Menopause Society. «In questo studio sembrano legate ai cambiamenti cardiovascolari che si verificano in anticipo durante la transizione verso la menopausa».

14/04/2017 Andrea Sperelli


Notizie correlate