Un'app riconosce il Covid come un tampone

L'algoritmo si basa sull'ascolto dei colpi di tosse

Un'app che fa le veci di un tampone. ├ł quanto promette Pfizer, che ha acquisito la tecnologia sviluppata dall'azienda australiana ResApp, che si occupa da tempo di assistenza sanitaria digitale.
L'applicazione sembra in grado di diagnosticare Covid-19 basandosi sul rumore prodotto dai colpi di tosse. Secondo gli esperti, il grado di attendibilit├á ├Ę del 92% circa, una percentuale sovrapponibile a quella garantita dai tamponi antigenici.
L'applicazione si basa su una tecnologia centrata sul machine learning, che analizzerà grazie al microfono presente nei telefoni cellulari la natura dei colpi di tosse delle persone che si sospetta possano essere contagiate.
Per addestrare l'Intelligenza Artificiale che caratterizza il software sono servite ore e ore di registrazioni, attraverso uno studio simile a quello svolto sui pazienti affetti da Alzheimer. Anche per questa malattia il riconoscimento pu├▓ essere basato su biomarcatori biologici legati alla forza delle corde vocali, alla respirazione e al degrado muscolare.
┬źSiamo certi che l'accordo con Pfizer sar├á d'aiuto alla nostra ricerca per rendere questa tecnologia sempre pi├╣ precisa e affidabile, soprattutto per le persone che ne usufruiranno nel prossimo futuro, gi├á in questo autunno┬╗, confidano i vertici di ResApp. ┬źD'altronde il nostro obiettivo ├Ę quello di fornire alla comunit├á sempre nuovi strumenti per far fronte alle malattie, in questo caso per contenere un ritorno del Covid-19┬╗.

03/10/2022 17:35:00 Andrea Sperelli


Notizie correlate