Le staminali per la fertilità

Terapia sperimentale ringiovanisce le ovaie di due donne

Due giovani donne in menopausa precoce hanno ottenuto un ringiovanimento delle proprie ovaie grazie a una terapia a base di cellule staminali.
L'approccio sperimentale è stato adottato da un team dell'Università dell'Illinois, che ha proceduto al prelievo delle cellule staminali dalle stesse donne per poi reiniettarle direttamente nelle ovaie.
Come risultato, i sintomi della menopausa precoce che affliggevano le donne si sono notevolmente ridotti e a 6 mesi dall'iniezione le due volontarie hanno avuto di nuovo il ciclo mestruale.
"Il loro livello di estrogeni è aumentato tre mesi dopo le iniezioni e l'effetto è durato per almeno un anno", commenta Ayman Al-Hendy, coordinatore dello studio.
Le staminali mesenchimali utilizzate sono state ricavate dal midollo osseo e poi iniettate in una delle ovaie, mentre l'altra ha costituito il test di controllo per i ricercatori.
“È la prima volta che le staminali vengono iniettate direttamente nelle ovaie. Anche se si tratta di dati preliminari, che riguardano solo due pazienti, sono molto interessanti", commenta Pasquale Patrizio, direttore del centro di fertilità dell'Università di Yale.

19/03/2018 Andrea Sperelli


Notizie correlate